Condividi su

Bonus garage 2018: agevolazioni per le spese di costruzione


Tra le numerose agevolazioni previste nel 2018, ci sono anche quelle che riguardano l'acquisto di box o garage, esistenti o ancora in costruzione. Requisito fondamentale: il vincolo di pertinenza con un'unità immobiliare. La detrazione Irpef si applica solamente per le spese di costruzione.

Nel 2018 innumerevoli sono state le iniziative indirizzate ad agevolare gli interventi di ristrutturazione, di miglioramento edilizio e di riqualificazione: sgravi, detrazioni e incentivi, previsti dalla Legge di Bilancio 2018, che si sono focalizzati sul tema della casa.
Basti pensare ai vari "Bonus", tra cui ricordiano:

  • il Bonus mobili, detrazione Irpef del 50% fino a 10.000 euro di spesa per l'acquisto di mobili e di grandi elettrodomestici di classe energetica non inferiore ad A+, finalizzato all'arredamento di immobili oggetto di ristrutturazione straordinaria;
  • il Sisma Bonus, detrazioni Irpef del 50%, 75% e 85% per lavori di ristrutturazione per adeguamento sismico sulle abitazioni private, i condomini e gli immobili per le attività produttive, che si trovano nelle zone a più alto interesse sismico;
  • il Bonus verde, detrazione Irpef dal 36% al 50% a chi cura aree scoperte come giardini, terrazzi e balconi, anche condominiali;
  • il Bonus condizionatori, detrazioni Irpef dal 50% al 65% in ambito di ristrutturazioni edilizie, di rinnovamento di impianti di riscaldamento o semplice sostituzione di un vecchio impianto;
  • l'Ecobonus, detrazioni fiscali per le spese volte al risparmio energetico e al miglioramento dell'efficienza energetica, con conseguente riduzione degli sprechi. 

A tutte le agevolazioni appena citate, va aggiunto il Bonus Garage 2018: è la possibilità di detrarre le spese sostenute per acquistare o costruire un box auto o un garage. Ecco come funziona.

Cos'è il Bonus Garage 2018?

Si tratta di una detrazione Irpef applicata sull'acquisto di box auto e di garage e che riguarda esclusivamente le spese sostenute per la loro costruzione: il bonus può essere fatto valere anche se questi parcheggi fanno parte di aree comuni di un condominio; requisito necessario e fondamentale è che siano pertinenti ad un'unità abitativa limitrofa. Il vincolo di pertinenzialità, normalmente, si può trovare nel permesso di costruire o in altro permesso edilizio. Nel caso in cui vengano acquistati contemporaneamente appartamento e garage, con un medesimo atto notarile, la detrazione spetta solo per le spese di realizzazione del garage.
Vediamo nel dettaglio quali sono gli altri requisiti.

Quali sono i requisiti?

Per poter beneficiare del Bonus garage è necessaria la presenza dei seguenti requisiti:

  • avere la proprietà o un patto di vendita di cosa futura del garage o del box auto in corso di costruzione;
  • essere in possesso della documentazione dell'impresa che attesti i costi riconducibili alla realizzazione dei parcheggi;
  • come già accennato, deve sussistere il vincolo di pertinenzialità tra il garage e un'abitazione avente la stessa proprietà; se la costruzione è in corso d'opera, la pertinenza con un appartamento va appositamente creata per poter usufruire delle detrazioni previste.

Prima o seconda casa non è un requisito necessario: è possibile chiedere agevolazioni anche per la costruzione di garage e parcheggi per seconde case o unità abitative differenti.
Per quanto riguarda la tipologia dei ricoveri per le auto, sono ammesse alle agevolazioni tutte quelle costruzioni che abbiano la funzione di autorimessa: sono compresi quindi i garage, a raso o interrati, i ricoveri per auto coperti da tettoie o i semplici posti auto.

A quanto ammonta la detrazione?

La detrazione vale esclusivamente sui costi di costruzione del box o del garage, non per l'acquisto. Quindi è necessario farsi rilasciare dal costruttore/venditore la documentazione necessaria che attesti l'ammontare di questi costi, scorporando l'utile di vendita. 
La detrazione ammonta al 50% delle spese sostenute, per un tetto massimo di spesa di 96.000 euro. Per "spese di costruzione" si intendono:

  • spese professionali sostenute per la progettazione;
  • spese per i permessi autorizzativi;
  • spese per l'esecuzione dei lavori;
  • spese per imposte e altri oneri.

Qual è la documentazione necessaria?

Per usufruire del Bonus garage, bisogna presentare:

  • in caso di acquisto: l'atto o il preliminare di vendita registrato da cui si evinca la pertinenzialità, la documentazione del costruttore in cui sono indicati i costi e le ricevute dei bonifici dei pagamenti effettuati;
  • in caso di costruzione ancora in corso: la concessione edilizia da cui risulti il vincolo di pertinenzialità con l'abitazione e le ricevute dei bonifici dei pagamenti effettuati.

Il beneficiario della detrazione è il proprietario dell'unità immobiliare, con vincolo pertinenziale con il garage, che ha effettuato il bonifico; anche il familiare convivente, che abbia effettivamente sostenuto la spesa, può usufruire del bonus: nella fattura deve essere annotata la relativa percentuale di spesa.

 

 

Ho acquistato un appartamento e un box auto in un complesso immobiliare in fase di costruzione. Quale documentazione devo chiedere al costruttore per usufruire del bonus garage? Quali costi posso portare in detrazione?

Lancia una domanda
Lancia una domanda!

bonus, agevolazioni, detrazione, leggedibilancio2018, irpef
Condividi su

Potrebbero interessarti anche...


Lavoratori disabili, bonus assunzioni

Lavoratori disabili, bonus assunzioni

di Know How
26 Mag 2019
Startup innovative: costituzione online

Startup innovative: costituzione online

di Know How
25 Mag 2019