Il Blog di Know How

Soluzioni per imprese e privati
Blog / Bonus Verde: confermato anche per le spese del 2020 e del 2021

Bonus Verde: confermato anche per le spese del 2020 e del 2021

Bonus Verde: confermato anche per le spese del 2020 e del 2021

I lavori di manutenzione o progettazione di nuove aree verdi all'interno di proprietà private o nelle parti comuni dei condomini, può beneficiare del Bonus Verde anche per il 2020 e il 2021. Quali sono le spese ammissibili? Come bisogna eseguire i pagamenti? A quanto ammonta il beneficio fiscale?



È arrivata la conferma sulla possibilità di accedere al Bonus Verde anche per le spese sostenute nel 2020 e nel 2021, per tutti i lavori che riguardano la sistemazione del verde. Entriamo nel dettaglio e vediamo quali sono le condizioni, i requisiti e la natura delle agevolazioni.

Che cos’è il Bonus Verde?

Il Bonus Verde è una detrazione IRPEF pari al 36% delle spese sostenute su alcune tipologie di lavori che hanno a che fare con la sistemazione del verde all’interno di pertinenze o immobili privati.

Quali sono i lavori coperti dal Bonus Verde?

Sono due le categorie di lavoro che permettono di accedere alla detrazione IRPEF:

  1. Sistemazione a verde di aree scoperte private di edifici esistenti, unità immobiliari, pertinenze, recinzioni, impianti d'irrigazione e realizzazione pozzi;
  2. Realizzazione di giardini pensili e coperture a verde.

È vero che le detrazione è spalmata in dieci anni?

Sì, è vero. Sono dieci quote annuali di pari importo che sono riportate in dichiarazione dei redditi.

Posso beneficiare del Bonus Verde su qualunque cifra spesa?

No, esiste un tetto massimo che è pari a 5.000 euro per unità immobiliare. Ciò vuol dire che la detrazione massima è pari a 1.800 euro, ovvero il 36% di 5.000 euro. Le spese ammissibili sono anche quelle di progettazione e manutenzione.

Ci sono requisiti sulle modalità di pagamento?

Sì, devono essere obbligatoriamente tracciabili.

Il Bonus Verde si applica anche sui condomini?

Sì, e vale sempre il tetto massimo di 5.000 euro per ogni singola unità immobiliare.

Hai altro da chiedere?

Se desideri altre informazioni o un chiarimento sull'argomento di questo articolo, clicca su FAI LA TUA DOMANDA per inviare un tuo quesito. Non è richiesta alcuna registrazione. Riceverai la tua risposta, personalizzata, direttamente nella casella di posta.





L'autore
  • redazione-know-how-2-2021-06-04_11-27-58-foto-profilo-know-how.jpg

    Know How è un progetto di innovazione della consulenza, a favore di imprese e cittadini, che coinvolge professionisti dell’area legale ed economica. Il progetto è nato dalla mente del suo fondatore, Vincenzo Ciulla, e della sua società di consulenza: Korion.
    Il nostro motto è diventato: 100% esitate, perché questa è la percentuale reale delle domande che oggi ricevono una risposta, anche se preferiamo parlare di soluzioni. La sfida per il futuro è ingrandire la community, generare più interazione, fare più informazione e coinvolgere sempre più professionisti, ma solo coloro che credono in quello che facciamo.