Condividi su

Tessera sanitaria: a che serve e come attivarla


La Tessera Sanitaria è un documento fondamentale per tutti i cittadini: serve per le prestazioni sanitarie, ma anche per i servizi online della Pubblica Amministrazione. Ecco come fare per richiederla, attivarla come Carta Nazionale dei Servizi e che fare in caso di smarrimento o furto.

La Tessera Sanitaria e Carta Nazionale dei Servizi (TS - CNS) rientra tra i documenti fondamentali che è necessario possedere: va presentata per ricevere le prestazioni sanitarie, è necessaria per documentare le spese sanitarie ed è richiesta anche in caso di domande per documenti importanti, come l'ISEE. La TS-CNS è gratuita e viene spedita a tutti i cittadini assistiti dal Servizio Sanitario Nazionale.

Quali informazioni contiene?

La Tessera Sanitaria e Carta Nazionale dei Servizi (TS-CNS) è un documento personale che riporta una serie di dati. Le informazioni in essa contenute sono:

  • i dati anagrafici dell'intestatario ed il Codice Fiscale;
  • la data di scadenza, valida ai soli fini dell'assistenza sanitaria;
  • un'area libera per eventuali dati sanitari regionali più tre caratteri braille per i non vedenti;
  • il Codice Fiscale in formato "codice a barre" (barcode) e banda magnetica.

La TS-CNS rappresenta l'evoluzione "tecnologica" della vecchia tessera sanitaria: grazie infatti all'aggiunta del microchip si garantisce infatti al cittadino l'accesso ai servizi in rete offerti dalla Pubblica Amministrazione, oltre a quelli sanitari, garantendo sicurezza e il rispetto della privacy. La TS-CNS è un documento personale ed è valido come:

  • tessera sanitaria nazionale (TS);
  • tessera europea di assicurazione malattia (TEAM);
  • tesserino del codice fiscale.

Come attivare la CNS?

Chi utilizza la TS-CNS solo per le tradizionali funzioni della tessera sanitaria (prescrizioni mediche, codice fiscale) non deve fare alcuna attivazione: la tessera è valida fin dal momento del suo arrivo.
Per poter accedere ai servizi online offerti, invece, il documento deve essere attivato e per farlo occorre richiedere il proprio codice PIN. La richiesta del PIN individuale è necessaria, proprio perché la Tessera Sanitaria è uno strumento di autenticazione online, cioè di riconoscimento dell'identità dell'assistito. È importante perciò poter garantire che la tessera sia utilizzata esclusivamente dal titolare e che questi abbia espresso il consenso al trattamento dei propri dati.
Per chiedere il proprio PIN è sufficiente presentarsi ad uno sportello abilitato, portando con sé la propria Tessera Sanitaria - CNS e un documento di riconoscimento; il codice PIN può essere chiesto in qualsiasi momento e non vi sono scadenze limite. Non è quindi necessario chiederlo appena ricevuta la tessera, ma è utile farlo quando si intende utilizzare i servizi online offerti. Allo sportello vengono rilasciati al cittadino i codici di accesso PIN e PUK ed il codice di identificazione CIP (opzionale). Per poter accedere ai servizi online messi a disposizione dalla Pubblica Amministrazione sarà necessario procurarsi un apposito lettore di smart card e del relativo software di gestione.

Che fare in caso di smarrimento?

Può accadere di smarrire la tessera sanitaria oppure può succedere di subire un furto: in questi casi, è possibile richiedere un duplicato direttamente all'Agenzia delle Entrate:

Per quanto riguarda la scadenza, invece, la tessera sanitaria è valida per sei anni;  non è necessario rinnovarla, come accade per la carta d'identità o la patente. Infatti, poco prima della sua naturale scadenza, la nuova tessera viene recapitata direttamente a casa dell'intestatario.

 

 

Ho smarrito la Tessera Sanitaria. A chi devo rivolgermi per avere un duplicato?

Lancia una domanda
Lancia una domanda!

agenziadelleentrate, consumatori, famiglia
Condividi su

Potrebbero interessarti anche...


Bonus mamma 2019: tutti i requisiti

Bonus mamma 2019: tutti i requisiti

di Know How
20 Mag 2019