-->

Rottamazione cartelle 2019: arriva la nuova sanatoria

di Know How

in FISCO
Tempo di lettura: 1 min

Prende il via nel 2019 la nuova rottamazione delle cartelle: consente di estinguere i debiti iscritti a ruolo, contenuti negli avvisi e nelle cartelle di pagamento, con il versamento delle somme dovute. Nessuna sanzione o interesse di mora; pagamenti in unica soluzione o rateizzabili in 10 rate.

Condividi su

Parte la rottamazione cartelle 2019: dopo quella concessa a maggio di quest'anno, arriva una nuova possibilità per estinguere i debiti verso il Fisco, evitando di pagare sanzioni ed interessi di mora. Questa nuova sanatoria è contenuta nella bozza del Decreto collegato alla Legge di Bilancio 2019. Ecco come e quando presentare la domanda per usufruire della rottamazione delle cartelle 2019.

Rottamazione cartelle 2019: per quali debiti?

Stando a quanto previsto nella bozza del Decreto collegato alla Legge di Bilancio 2019, la nuova sanatoria prevede:

  • la rottamazione delle cartelle esattoriali con la riapertura dei termini per i ruoli scaduti e affidati agli agenti della riscossione dal 1 gennaio 2000 al 31 dicembre 2017;
  • la cancellazione definitiva del debito, senza il pagamento di sanzioni ed interessi di mora;
  • il condono per le cartelle esattoriali fino a 1000 euro, notificate tra il 2000 ed il 2010.

Rottamazione cartelle 2019: come funziona?

I contribuenti che hanno cartelle esattoriali scadute e non pagate dal 1 gennaio 2011 al 31 dicembre 2017 possono pagare il debito:

  • in un'unica soluzione entro il 31 luglio 2019;
  • in massimo 10 rate, di pari importo, con interessi di mora pari allo 0,3% e non allo 4,5% come previsto dalla legge.

In caso di rateizzazione in 10 rate, da pagare in 5 anni, esse devono essere versate 2 all'anno con scadenza fissa: il 31 luglio e il 30 novembre, a partire dal 2019.

Rottamazione cartelle 2019: come presentare la domanda?

Sempre secondo quanto previsto nella bozza del Decreto collegato alla Legge di Bilancio 2019, l'Agenzia delle Entrate-Riscossione (ex Equitalia) fornirà ai contribuenti le istruzioni per individuare i debiti per i quali far valere la sanatoria. La domanda per la rottamazione cartelle 2019:

  • dovrà essere presentata entro il 30 aprile 2019, con apposito modulo di domanda che verrà fornito dall'agente della riscossione;
  • dovrà contenere la scelta di pagare il debito in 10 rate.

Se la rateizzazione non viene espressamente richiesta, il pagamento del debito dovrà avvenire in un'unica soluzione entro il 31 luglio 2019.

 

 

Tag

agenziadelleentraterottamazionetributi

Condividi

Commenti 0

Sei un Knower? Effettua il login per lasciare un commento!




Scrivi tu il primo commento a questo articolo!

Tieniti aggiornato
iscriviti alla newsletter

Potrebbe interessarti anche..



Oggi parlo di FISCO