-->

Reddito di cittadinanza: partono i primi pagamenti

di Know How

in REDDITO
Tempo di lettura: 2 min

Niente ritardi sui primi pagamenti del Reddito di Cittadinanza: l'INPS, con un recente comunicato, ha tenuto a precisare che la procedura si sta svolgendo regolarmente e addirittura in anticipo rispetto ai tempi previsti. I primi accrediti sulla Carta Rdc già dal 15 aprile.

Condividi su

Partono i primi pagamenti del Reddito di Cittadinanza: le domande: l'INPS sta provvedendo a verificare la correttezza e la regolarità dei requisiti di accesso, accogliendo o respingendo le domande presentate a partire dal 6 marzo. Dopo il monitoraggio l'INPS fornirà il suo responso. In caso di accoglimento della domanda, il beneficiario sarà avvisato via mail o via smsL'INPS, inoltre, ha messo a disposizione il servizio online che permette la consultazione delle domande di Reddito di Cittadinanza e Pensione di Cittadinanza presentate presso gli sportelli di Poste Italiane, i CAF o tramite SPID sul sito ufficiale Reddito di CittadinanzaDal 15 aprile 2019  saranno disponibili i primi esiti delle domande presentate a marzo 2019. 

Leggi anche > > > Reddito di Cittadinanza: le ultime novità

Reddito di cittadinanza, l'iter della domanda

Le informazioni contenute nella domanda del Reddito di cittadinanza sono comunicate all'INPS entro dieci giorni lavorativi dalla richiesta. L'INPS, entro i successivi 5 giorni, verifica il possesso dei requisiti sulla base delle informazioni disponibili nei propri archivi e in quelle delle amministrazioni collegate e, in caso di esito positivo, riconosce il beneficio che sarà erogato attraverso un'apposita Carta di pagamento elettronica (Carta Reddito di cittadinanza) che, attualmente, viene emessa da Poste Italiane. Oltre all'acquisto di beni e servizi di base, essa consente di effettuare prelievi di contante entro un limite mensile non superiore a 100 euro per i nuclei familiari composti da un singolo individuo (incrementata in base al numero di componenti il nucleo) ed effettuare un bonifico mensile in favore del locatore indicato nel contratto di locazione o dell'intermediario che ha concesso il mutuo.

Leggi anche > > > Reddito di Cittadinanza: come si calcola?

Reddito di cittadinanza: lo stato della domanda

Così come avviene per la domanda di disoccupazione Naspi, chi ha presentato domanda per il Reddito di Cittadinanza può visualizzare lo stato della domanda sull'apposito servizio dell'INPS, presente sul sito dell'Istituto. La sezione è "Stato di una pratica o di una domanda", raggiungibile dalla voce "Prestazioni e Servizi". Il servizio consente agli utenti che hanno presentato una domanda all'INPS di controllare lo stato di lavorazione della richiesta stessa. Questo sarà possibile fornendo il proprio codice fiscale e l'identificativo della pratica. Si potrà accedere al servizio tramite le solite credenziali (Pin Inps, CNS e SPID). L'INPS con un un comunicato stampa diffuso lunedì 25 febbraio 2019 ha indicato la data del primo pagamento, in anticipo rispetto alle tempistiche finora note. L'INPS ha infatti precisato che sarà in grado di trasmettere a Poste il flusso degli ordinativi di accreditamento sulle Carte Reddito di Cittadinanza già dal 15 aprile.

Continua a seguire il nostro blog per ulteriori aggiornamenti e informazioni: forniremo costantemente novità riguardanti il Reddito di Cittadinanza. Per qualsiasi altro dubbio, ci sono sempre i nostri Knowerscarica l'app e lancia una domanda!

Tag

agevolazioniredditofamiglialavoro

Condividi

Commenti 0

Sei un Knower? Effettua il login per lasciare un commento!




Scrivi tu il primo commento a questo articolo!

Tieniti aggiornato
iscriviti alla newsletter

Potrebbe interessarti anche..



Oggi parlo di REDDITO