-->

Carta Reddito di cittadinanza, come funziona?

di Know How

in REDDITO
Tempo di lettura: 2 min

Il Reddito di Cittadinanza verrà versato agli aventi diritto su un'apposita Carta di Poste Italiane: potrà essere usata per l'acquisto di beni e servizi mentre ne è vietato l'utilizzo, ad esempio, per i giochi d'azzardo. Ecco come usarla ed entro quando spendere il credito erogato.

Condividi su

Il Reddito di Cittadinanza ci sarà: sono ormai ufficiali i requisiti e le regole da seguire per ottenere questo beneficio. Il sito ufficiale è già online, da marzo si potranno presentare le domande e da fine aprile il Reddito di Cittadinanza verrà erogato. Ad averne diritto, tutti coloro che si trovano al di sotto della soglia di povertà assoluta, individuata dai dati ISTAT e fissata ad un reddito minimo di 780 euro mensili. Il Reddito di Cittadinanza sarà versato ai beneficiari su un'apposita Carta di pagamento elettronica (Carta Reddito di Cittadinanza). Vediamo come funziona.

Leggi anche > > > Reddito di cittadinanza, online il sito istituzionale

Carta Reddito di Cittadinanza, com'è fatta?

In seguito alla domanda per il Reddito di Cittadinanza e in caso di risposta positiva da parte dell'INPS, il beneficiario deve recarsi presso un ufficio di Poste Italiane a ritirare la propria Carta Reddito di Cittadinanza sulla quale è caricata la somma spettante. La Carta, che somiglia in tutto e per tutto ad una normale PostePay, è di colore giallo e provvista di chip, reca il logo del circuito Mastercard e 16 numeri stampati sopra. Non c'è stampato il nome dell'intestatario per motivi di privacy.

Leggi anche > > > Reddito di Cittadinanza, arriva il Navigator

Carta Reddito di Cittadinanza, come usarla?

La Carta Reddito di Cittadinanza va utilizzata per l'acquisto di beni e servizi di base:  consente di effettuare prelievi di contante entro un limite mensile non superiore a 100 euro per i nuclei familiari composti da un singolo individuo (incrementata in base al numero di componenti il nucleo) ed effettuare un bonifico mensile in favore del locatore indicato nel contratto di affitto o dell'intermediario che ha concesso il mutuo. 
È vietato utilizzare la Carta Reddito di Cittadinanza per i giochi d'azzardo o che prevedono vincite in denaro. Ai beneficiari della Carta sono estese le agevolazioni relative alle tariffe elettriche e quelle riguardanti la compensazione per la fornitura di gas naturale riconosciute alle famiglie economicamente svantaggiate.

Leggi anche > > > Reddito di cittadinanza, sgravi contributivi per le imprese

Carta Reddito di Cittadinanza, quando spendere il credito?

Il credito caricato sulla Carta Reddito di Cittadinanza deve essere fruito entro il mese successivo a quello di erogazione. L'importo non speso o non prelevato viene sottratto nella mensilità successiva, nei limiti del 20% del beneficio erogato. Fanno eccezione gli importi ricevuti a titolo di arretrati.
Inoltre è prevista la decurtazione dalla Carta Reddito di Cittadinanza dei soldi non spesi o non prelevati nei sei mesi precedenti, ad eccezione di una mensilità. Le modalità di monitoraggio e verifica della fruizione del beneficio e delle eventuali decurtazioni saranno definite con un decreto del Ministro del lavoro e delle politiche sociali di concerto con il Ministro dell'economia e delle finanze.

Continua a seguire il nostro blog per ulteriori aggiornamenti e informazioni: forniremo costantemente novità riguardanti il Reddito di Cittadinanza. Per qualsiasi altro dubbio, ci sono sempre i nostri Knowerscarica l'app e lancia una domanda!

Tag

agevolazioniredditofamiglialavoro

Condividi

Commenti 0

Sei un Knower? Effettua il login per lasciare un commento!




Scrivi tu il primo commento a questo articolo!

Tieniti aggiornato
iscriviti alla newsletter


Potrebbe interessarti anche..



Oggi parlo di REDDITO