Condividi su

Il Reddito di Cittadinanza: di cosa si tratta?


Il Reddito di Cittadinanza, che potrebbe essere operativo già nel 2019, prevede un contributo per garantire un reddito minimo di 780 euro mensili agli inoccupati e a chi ha un reddito al di sotto della soglia di povertà: ecco elencati quelli che dovrebbero essere requisiti e caratteristiche.

Il Reddito di Cittadinanza, di cui si discute diffusamente da diversi mesi, potrebbe vedere la luce molto presto: secondo le ultime notizie, il nuovo sussidio contro la povertà potrebbe essere inserito già nella prossima legge di Bilancio 2019. Il Reddito di Cittadinanza 2019 potrebbe includere il REI, il Reddito di inclusione e andrà ad estendere il sussidio ad alcune fasce più deboli. Al momento, teniamo a precisare, non esistono moduli da riempire o richieste da inoltrare, come erroneamente riportato da qualche falsa notizia. In attesa di sapere quali saranno i punti su cui verterà la nuova legge di Stabilità, proviamo a tracciare un quadro delle caratteristiche che, secondo i suoi promotori, dovrebbe avere il Reddito di Cittadinanza.

Cos'è il Reddito di Cittadinanza?

Il Reddito di Cittadinanza è un aiuto economico da destinare a tutti coloro che si trovano privi di reddito o che hanno un reddito troppo basso. La soglia di "povertà" è individuata dai dati ISTAT ed è fissata ad un reddito minimo di 780 euro mensili. Il Reddito di Cittadinanza prevede quindi l'erogazione di un contributo economico in modo tale che chiunque possa raggiungere la soglia dei 780 euro al mese.
Questo contributo è riconosciuto non solo a chi è inoccupato o ha un reddito da lavoro o da pensione molto basso, ma anche a chi ha un lavoro full time ma è sottopagato: con l'introduzione del c.d. "salario minimo contrattuale", è previsto il pagamento base di almeno 9 euro l'ora; in caso di lavoro part time, è prevista l'integrazione salariale fino a 780 euro al mese.

Requisiti per il Reddito di Cittadinanza

Ribadendo che l'iniziativa circa il Reddito di Cittadinanza è ancora un cantiere aperto e c'è ancora molta incertezza riguardo i tempi e le modalità di promulgazione e applicazione di un testo di legge, elenchiamo quelli che dovrebbero essere i requisiti richiesti:

  • avere più di 18 anni;
  • essere disoccupati o inoccupati;
  • avere un reddito di lavoro inferiore alla soglia di povertà di 780 euro, stabilita dall'ISTAT; 
  • avere una pensione inferiore alla soglia di povertà: in questo caso si parla di pensione di cittadinanza.

Come mantenere il Reddito di Cittadinanza?

Tutti coloro in possesso di tutti i requisiti previsti dalla legge, ottengono il Reddito di Cittadinanza. Per far sì che possa essere mantenuto nel tempo occorre però seguire alcune regole ben precise che sono:

  • essere iscritti al Centro per l'Impiego ed essere immediatamente disponibili al lavoro;
  • offrire la propria disponibilità per progetti comunali utili alla collettività per 8 ore settimanali;
  • frequentare percorsi di qualificazione professionale;
  • effettuare la ricerca attiva del lavoro per almeno 2 ore al giorno;
  • comunicare tempestivamente qualsiasi variazione del reddito;
  • accettare uno dei primi tre lavori che vengono offerti.

In attesa di notizie più certe e per maggiori informazioni sull'argomento è necessario attendere lo sviluppo del dibattito politico circa il Reddito di Cittadinanza: per ulteriori approfondimenti e sviluppi, rimandiamo ad articoli futuri, quando il quadro normativo apparirà più definito.

 


 

Sento parlare spesso del Reddito di Cittadinanza, in cosa consiste?

Lancia una domanda
Lancia una domanda!

agevolazioni, reddito, famiglia, lavoro
Condividi su

Potrebbero interessarti anche...


ASD e SSD: a rischio le agevolazioni fiscali

ASD e SSD: a rischio le agevolazioni fiscali

di Luca Domenico Chiacchiari
17 Mar 2019
Sicurezza sul lavoro: incentivi a fondo perduto

Sicurezza sul lavoro: incentivi a fondo perduto

di Luca Domenico Chiacchiari
16 Mar 2019