-->

Comunicazione Enea: obbligatoria per le ristrutturazioni

di Know How

in EDILIZIA
Tempo di lettura: 2 min

Prevista dalla Legge di Bilancio 2018, la Comunicazione Enea è rimasta inattuata fino ad oggi fatta eccezione in caso di fruizione dell'Ecobonus. Da settembre sarà obbligatoria per tutte le ristrutturazioni; si attende la messa online del sito dedicato con tutti i dettagli per l'invio.

Condividi su

Obbligo da settembre 2018 della Comunicazione ad Enea per i lavori di ristrutturazione in casa: l'obbligo di comunicazione è stato previsto dalla Legge di Bilancio 2018, con l'obiettivo di migliorare la capacità di misurazione dell'impatto energetico sui lavori in casa. Sarà operativo da settembre, malgrado l'adempimento sia partito da gennaio di quest'anno. Vediamo nel dettaglio cos'è e come funziona la Comunicazione Enea ristrutturazioni, i moduli e le istruzioni per la compilazione dei dati ristrutturazioni da indicare.

Cos'è e come funziona?

La Comunicazione Enea ristrutturazioni è una delle novità introdotte dalla Legge di Bilancio 2018 che ha previsto, nello specifico, l'estensione dell'obbligo di comunicazione all'Enea anche alle informazioni sugli interventi di ristrutturazione edile effettuati, così come già previsto per le detrazioni fiscali per la riqualificazione energetica degli edifici. In pratica, per tutti gli interventi di recupero edilizio, la Legge di Bilancio 2018 ha previsto l'obbligo di Comunicazione Enea ristrutturazioni 2018 finora effettuata solo in caso di fruizione dell'Ecobonus, al fine di migliorare il monitoraggio analitico degli effetti ottenuti con le opere realizzate.
In mancanza di informazioni e di una piattaforma online idonea, l'adempimento è stato sospeso. L'ENEA, ha provveduto a comunicare che:

  • il sito dedicato con tutte le novità, i moduli, le istruzioni di compilazione e la lista, elenco dei lavori con obbligo comunicazione ENEA, saranno resi disponibili dal mese di settembre;
  • la Comunicazione ENEA ristrutturazioni dovrà essere effettuata obbligatoriamente dal contribuente o dall'intermediario incaricato, entro 90 giorni dalla fine dei lavori e del collaudo;
  • la Comunicazione Enea ristrutturazioni, obbligatoria da settembre, è un adempimento imprescindibile se s'intende fruire delle agevolazioni del Bonus ristrutturazione 2018;
  • i dati da trasmettere con la Comunicazione ENEA ristrutturazioni riguardano esclusivamente gli interventi che comportano una riduzione dei consumi energetici o l'utilizzo di fonti rinnovabili di energia.

Quali dati bisogna indicare?

Il dettaglio completo dei dati da indicare per ciascun lavoro eseguito, con le istruzioni per la compilazione dei moduli da trasmettere online ad ENEA, saranno resi noti dal mese di settembre in concomitanza dell'apertura del sito ENEA dedicato. Nel frattempo possiamo indicare i lavori che sono sottoposti all'obbligo Comunicazione ENEA ristrutturazione 2018, che sono:

  • manutenzione ordinaria e straordinaria;
  • restauro;
  • ristrutturazioni;
  • cablatura;
  • inquinamento acustico;
  • risparmio energetico e antisismico non qualificato;
  • sicurezza;
  • Bonus mobili se l'acquisto dei mobili è collegato ad altri lavori.

L'obbligo di Comunicazione ENEA ristrutturazioni per gli interventi già ultimati il termine dei 90 giorni decorrerà dalla data di messa online del sito dedicato; da settembre a dicembre 2018, pertanto, tutti i contribuenti che hanno terminato i lavori di ristrutturazione nel 2018 dovranno compilare ed inviare l'istanza all'ENEA per via telematica, ma solo se tali interventi ricadono tra quelli con obbligo di comunicazione.

 

 

Tag

bonusristrutturazioneleggedibilancio2018agevolazionidetrazione

Condividi

Commenti 0

Sei un Knower? Effettua il login per lasciare un commento!




Scrivi tu il primo commento a questo articolo!

Tieniti aggiornato
iscriviti alla newsletter


Potrebbe interessarti anche..



Oggi parlo di EDILIZIA