Il Blog di Know How

Soluzioni per imprese e privati
Blog / Bonus assunzioni under 35, proroga per il 2019 e il 2020

Bonus assunzioni under 35, proroga per il 2019 e il 2020

Bonus assunzioni under 35, proroga per il 2019 e il 2020

Il Decreto dignità prevede una proroga per il 2019 e il 2020 del bonus assunzioni giovani under 35: sgravi contributivi, per i datori di lavoro, del 50% per 3 anni con un limite di 3.000 euro per ogni anno. Ulteriori misure, quindi, per stabilizzare i lavoratori e combattere la precarietà.



Il Decreto Dignità, pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 13 luglio, prevede la proroga degli incentivi per favorire l'occupazione di lavoratori under 35: le imprese che effettueranno nuove assunzioni a contratto a tempo indeterminato a tutele crescenti potranno beneficiare per altri due anni dello sgravio contributivo del 50%, ossia un bonus di 3.000 euro annui per 3 anni per ogni nuova assunzione, grazie al prolungamento del bonus occupazione under 35. Vediamo più nel dettaglio cos'è e come funziona il bonus assunzioni 2019/2020 under 35, quanto spetta, la durata e l'importo.

 

È stato prorogato il il bonus nel Decreto Dignità?

In base a quanto previsto da uno degli emendamenti del testo del Decreto Dignità, i datori di lavoro che assumono giovani under 35 a tempo indeterminato, potranno continuare a fruire del bonus assunzione giovani introdotto l'anno scorso dalla Legge di Bilancio, fino al 2020. Le novità inserite nel bonus assunzioni del Decreto Dignità, rispetto all'attuale bonus assunzioni giovani, non riguardano solo la proroga dello sgravio contributivo per altri 2 anni ma anche l'estensione dell'età per le assunzioni agevolate: infatti la norma attuale prevede la fruizione del bonus per gli under 35 solo nel 2018 e poi dal 2019, per i soli under 29. Altre novità quindi nel mondo del lavoro, dopo quelle di inizio anno contenute nella Legge di Bilancio 2018.

 

Come funziona il nuovo bonus assunzioni? 

Il bonus assunzioni giovani under 35 sarà operativo con queste modalità:

  • per i datori di lavoro che assumono giovani disoccupati fino a 35 anni di età compiuti a tempo indeterminato, beneficiano di uno sgravio contributivo pari al 50%;
  • il nuovo bonus assunzioni avrà una durata massima di 3 anni ed un limite di importo massimo pari a 3.000 euro per ciascun anno;
  • il datore di lavoro, per beneficiare dello sgravio contributivo per 3 anni, non deve aver effettuato licenziamenti nei 6 mesi precedenti, non può licenziare il dipendente assunto tramite le agevolazioni entro i primi 6 mesi e deve essere provvisto di DURC.

 

A chi spetta il bonus assunzioni giovani under 35?

Il bonus assunzioni 2019-2020 con decontribuzione del 50% spetta:

  • a tutti i datori di lavoro privati in possesso dei requisiti;
  • a tutti i giovani under 35 disoccupati in possesso dei requisiti necessari;
  • per le seguenti assunzioni: assunzione a tempo indeterminato, trasformazione del contratto a termine in indeterminato, prosecuzione di contratto di apprendistato professionalizzante per chi non ha compiuto 35 anni, alla data della prosecuzione.

Sono esclusi dal bonus assunzioni i contratti di apprendistato e quelli in ambito domestico (colf e badanti o baby sitter).

 

A quale professionista rivolgersi?

Commercialista.

Hai altro da chiedere?

Se desideri altre informazioni o un chiarimento sull'argomento di questo articolo, clicca su FAI LA TUA DOMANDA per inviare un tuo quesito. Non è richiesta alcuna registrazione. Riceverai la tua risposta, personalizzata, direttamente nella casella di posta.





L'autore
  • user-avatar.png

    Know How è un progetto di innovazione della consulenza, a favore di imprese e cittadini, che coinvolge professionisti dell’area legale ed economica. Il progetto è nato dalla mente del suo fondatore, Vincenzo Ciulla, e della sua società di consulenza: Korion. Il nostro motto è diventato: 100% esitate, perché questa è la percentuale reale delle domande che oggi ricevono una risposta, anche se preferiamo parlare di soluzioni. La sfida per il futuro è ingrandire la community, generare più interazione, fare più informazione e coinvolgere sempre più professionisti, ma solo coloro che credono in quello che facciamo.