Il Blog di Know How

Soluzioni per imprese e privati
Blog / Contratti a tempo determinato e interinali anche oltre i 24 mesi

Contratti a tempo determinato e interinali anche oltre i 24 mesi

Contratti a tempo determinato e interinali anche oltre i 24 mesi

Deroga per la durata complessiva dei contratti a tempo determinato e dei contratti di somministrazione. Quali sono le condizioni affinchè l'impresa possa usufruire della deroga? Fino a quale data sarà possibile rinnovare i contratti a termine? Quali sono le sanzioni in caso di prolungamento?



Con l’emergenza Covid arriva anche un’importante novità sul piano delle assunzioni con contratti interinali e a tempo determinato. Il limite di prorogabilità di 24 mesi è stato abolito per favorire la permanenza dei dipendenti negli ambienti di lavoro. Lo ha stabilito l’articolo 8 della legge n. 126 del 2020 che converte il Decreto n. 104 del 2020.

Qual è la novità introdotta con la modifica in legge?

Inizialmente il decreto di Agosto aveva esteso la deroga soltanto ai contratti a tempo determinato. Con la conversione in legge, la deroga è stata estesa anche ai contratti interinali, anche detti contratti di somministrazione.

Fino a quando avrà valore la deroga?

Fino al 31 dicembre 2021 un’impresa può impiegare uno stesso lavoratore, anche in più mansioni a termine, per periodi superiori ai 24 mesi, continuativi o no, senza incorrere nella sanzione per l’assunzione del lavoratore.

È vero che i contratti a termine e/o interinali non devono superare una certa soglia?

Si è vero ed è compito dell’agenzia interinale accertarsi che ciò non accada. Nello specifico, quando si inseriscono lavoratori interinali, l’agenzia deve accertarsi che questi non devono essere in numero superiore al 20% rispetto al totale dei contratti da lavoro, mentre i contratti a termine non devono essere superiori al 30% rispetto al totale.

In cosa consiste la deroga prevista dal Decreto di Agosto

La deroga prevede che i contratti a termine e/o interinali, possono essere prolungati per un periodo che va oltre il limite dei 24 mesi stabilito dalla legge ordinaria.

Cosa succede se il prolungamento dei contratti eccede i 24 mesi?

Fermo restante che fino al 31 dicembre 2021 è prevista una deroga per un caso del genere, la legge ordinaria prevede che in caso di contratti a termine o interinali prolungati oltre i 24 mesi, deve scattare l’assunzione a tempo indeterminato d’ufficio a carico dell’impresa.

Ci sono condizioni per poter prolungare i contratti oltre i 24 mesi?

Si, la deroga è possibile a patto che siano rispettate le seguenti due condizioni:

  1. Il lavoratore è già assunto a tempo indeterminato dall’agenzia;
  2. L’agenzia l’abbia reso noto all’impresa.

È vero che il lavoratore sottoscrive un contratto anche con l’agenzia interinale?

SI parla di contratto con l’agenzia perché effettivamente nell’ambito del lavoro interinale, la dinamica dei contratti è duplice. Infatti viene stipulato:

  1. Un contratto tra l’agenzia e il lavoratore;
  2. Un contratto tra l’agenzia e l’impresa utilizzatrice.

Entrambi possono essere sia a tempo determinato che indeterminato.

Hai altro da chiedere?

Se desideri altre informazioni o un chiarimento sull'argomento di questo articolo, clicca su FAI LA TUA DOMANDA per inviare un tuo quesito. Non è richiesta alcuna registrazione. Riceverai la tua risposta, personalizzata, direttamente nella casella di posta.





L'autore
  • redazione-know-how-2-2021-06-04_11-27-58-foto-profilo-know-how.jpg

    Know How è un progetto di innovazione della consulenza, a favore di imprese e cittadini, che coinvolge professionisti dell’area legale ed economica. Il progetto è nato dalla mente del suo fondatore, Vincenzo Ciulla, e della sua società di consulenza: Korion.
    Il nostro motto è diventato: 100% esitate, perché questa è la percentuale reale delle domande che oggi ricevono una risposta, anche se preferiamo parlare di soluzioni. La sfida per il futuro è ingrandire la community, generare più interazione, fare più informazione e coinvolgere sempre più professionisti, ma solo coloro che credono in quello che facciamo.