-->

Maggio 2018: le principali scadenze

di Redazione

in FISCO
Tempo di lettura: 2 min

Un vademecum di tutte le principali scadenze fiscali, contabili e legislative del mese di maggio 2018. In questo mese: versamento IVA, contributi INPS ed ENASARCO, fatturazione differita, rottamazione cartelle di pagamento, GDPR Privacy, imposta di registro dei contratti d'affitto.

Condividi su

15 maggio

Contabilità: scadenza del termine per l'annotazione delle fatture attive del mese precedente e per l'annotazione nel registro dei corrispettivi degli incassi dell'intero mese precedente qualora risultino dall'emissione di scontrini e/o ricevute fiscali (in caso contrario i corrispettivi devono essere annotati entro il giorno non festivo successivo).
I soggetti in contabilità ordinaria hanno la facoltà di non tenere i registri IVA, in quanto sostituiti dalle annotazioni sul libro giornale e inventari (cronologico per i professionisti).

Fatturazione differita: scadenza del termine per l'emissione ed annotazione della fattura differita per le consegne o spedizioni avvenute il mese precedente per le quali è stato emesso documento di trasporto.

Contabilità: scadenza del termine per la registrazione delle fatture di importo inferiore a 300 euro del mese precedente

Rottamazione cartelle: scadenza del termine per la presentazione della domanda per la definizione agevolata (rottamazione) delle cartelle di pagamento dei carichi affidati agli agenti della riscossione dal 1 gennaio 2000 al 30 settembre 2017.

16 maggio

IVA (soggetti trimestrali): versamento dell'IVA a debito del primo trimestre dell'anno da parte dei contribuenti trimestrali, con l'utilizzo del mod. F24 (codice tributo: 6031).

IVA (soggetti mensili): versamento dell'IVA a debito presso gli istituti o le aziende di credito o gli uffici e le agenzie postali o i concessionari della riscossione con l'utilizzo del mod. F24 (codice tributo: 6004 - versamento Iva mensile – aprile), da parte dei contribuenti Iva mensili.

INPS - contributi artigiani e commercianti: pagamento della prima rata (fissa), relativa al trimestre gennaio, febbraio e marzo, calcolata sul reddito minimale, mediante versamento presso gli istituti e le aziende di credito o gli uffici e le agenzie postali o i concessionari della riscossione, con l'utilizzo del mod. F24.

INPS - contributi personale dipendente: pagamento dei contributi dovuti sulle retribuzioni dei lavoratori dipendenti di competenza del precedente mese, mediante versamento presso gli istituti e le aziende di credito o gli uffici e le agenzie postali o i concessionari della riscossione, con l'utilizzo del mod. F24.

INPS - contributi gestione separata: pagamento, da parte dei soggetti committenti, dei contributi relativi alla gestione separata INPS dovuti sui compensi corrisposti nel corso del mese precedente, con l'utilizzo del mod. F24.

Ritenute alla fonte: versamento delle ritenute alla fonte operate nel corso del mese precedente (esempio: compensi per l'esercizio di arti e professioni – provvigioni per intermediazione – retribuzioni di lavoro dipendente) con utilizzo del mod. F24.

INAIL: scadenza del termine per il versamento della rata (per coloro che usufruiscono del pagamento rateale) dell'autoliquidazione del saldo 2017 e dell'acconto 2018.

21 maggio

ENASARCO: scadenza del termine per il versamento dei contributi del primo trimestre.

25 maggio

INTRASTAT: presentazione in modalità telematica degli elenchi riepilogativi mensili delle cessioni e degli acquisti intracomunitari di beni e servizi relativi al mese precedente.

GDPR Privacy: a partire da questa data diventa operativo il Regolamento Europeo n. 201/67 di tutela dei dati personali.

31 maggio

Imposta di registro: per i contratti d'affitto non soggetti a "cedolare secca", scadenza del termine per il versamento dell'imposta di registro, pari al 2% del canone annuo, relativa ai contratti di locazione decorrenti dal giorno 1 del mese. Per il versamento si utilizza il mod. F24.

UNI - EMENS: scadenza del termine per l'invio telematico della dichiarazione Uni-emens relativa al mese precedente.

Scheda carburante: alla fine del mese, o del trimestre, a seconda della modalità prescelta, rilevazione sulla scheda carburante il numero dei chilometri dell'automezzo.

Liquidazioni IVA: scadenza per il primo invio del nuovo adempimento di comunicazione dei dati di liquidazione e relativi versamenti dell'IVA per i primi 3 mesi del 2018. 


 

Tag

ivainpsfatturazioneimprenditoreagenziadelleentraterottamazionescadenze

Condividi

Commenti 0

Sei un Knower? Effettua il login per lasciare un commento!




Scrivi tu il primo commento a questo articolo!

Tieniti aggiornato
iscriviti alla newsletter


Potrebbe interessarti anche...



Oggi parlo di FISCO

Le agevolazioni della legge di bilancio 2020

di Luca Domenico Chiacchiari
14 gennaio 2020
Legge Bilancio 2020