Il Blog di Know How

Soluzioni per imprese e privati
Blog / ENASARCO: prestazioni previdenziali per gli agenti

ENASARCO: prestazioni previdenziali per gli agenti

ENASARCO: prestazioni previdenziali per gli agenti

Le prestazioni previdenziali che Enasarco assicura agli agenti: pensione di vecchiaia, pensione anticipata, pensione di inabilità permanente, pensione di invalidità permanente parziale e ai superstiti.
 



ENASARCO assicura agli agenti le seguenti prestazioni previdenziali:

  • Pensione di vecchiaia;
  • Pensione anticipata;
  • Pensione di inabilità permanente;
  • Pensione di invalidità permanente parziale e ai superstiti.

Pensione di vecchiaia: come funziona?    

Il diritto ad una pensione annua di vecchiaia spetta agli agenti che:

  • abbiano almeno 67 anni di età;
  • abbiano maturato almeno 20 anni di anzianità contributiva;
  • raggiungano una determinata soglia (pari a 92), data dalla somma tra l’età anagrafica e l’anzianità contributiva posseduta.

Pensione anticipata: quali requisiti?

Dal 1° gennaio 2017 gli agenti uomini (dal 2021 le agenti donne) possono chiedere l’anticipazione della pensione di vecchiaia, di uno o due anni, se hanno almeno 65 anni compiuti di età e almeno 20 anni di anzianità contributiva e se la somma tra gli anni compiuti di età anagrafica e di anzianità contributiva risulta almeno pari a 90. In tal caso, l’ammontare della pensione anticipata è ridotto, in via permanente, nella misura del 5% per ciascuno degli anni di anticipazione rispetto all’età anagrafica altrimenti necessaria per maturare il diritto alla pensione di vecchiaia.

Pensione di inabilità: cosa sapere?

La pensione di inabilità permanente viene liquidata all’agente, divenuto permanentemente ed assolutamente invalido, che ha cessato perciò tutti i rapporti di agenzia e che può far valere almeno 5 anni di anzianità contributiva di cui uno almeno nell’ultimo quinquennio. Tale pensione è calcolata secondo i criteri con cui si calcola la pensione di vecchiaia, in base agli anni per i quali siano stati effettivamente versati i contributi.

Pensione di invalidità: quando è possibile?

Gli agenti in possesso dei seguenti requisiti, hanno diritto ad una pensione di invalidità permanente parziale:

  • un grado di invalidità pari almeno a 2/3 (67%) di riduzione della capacità lavorativa;
  • un minimo di 5 anni coperti da contributi obbligatori, di cui almeno 3 versati nell’ultimo quinquennio.

Pensione ai superstiti: quali caratteristiche?

È prevista una pensione ai superstiti che può essere:

  • indiretta, in caso di morte di agente non titolare di pensione in possesso del requisito contributivo per il pensionamento di vecchiaia o, in alternativa, di almeno 5 anni di anzianità contributiva di cui uno nel quinquennio precedente il decesso.
  • di reversibilità, in caso di morte di agente già pensionato.

Hanno diritto alla pensione ai superstiti il coniuge, i figli, i genitori, i fratelli e sorelle, nei limiti indicati dal Regolamento ENASARCO.

Hai altro da chiedere?

Se desideri altre informazioni o un chiarimento sull'argomento di questo articolo, clicca su FAI LA TUA DOMANDA per inviare un tuo quesito. Non è richiesta alcuna registrazione. Riceverai la tua risposta, personalizzata, direttamente nella casella di posta.





L'autore
  • user-avatar.png

    Know How è un progetto di innovazione della consulenza, a favore di imprese e cittadini, che coinvolge professionisti dell’area legale ed economica. Il progetto è nato dalla mente del suo fondatore, Vincenzo Ciulla, e della sua società di consulenza: Korion. Il nostro motto è diventato: 100% esitate, perché questa è la percentuale reale delle domande che oggi ricevono una risposta, anche se preferiamo parlare di soluzioni. La sfida per il futuro è ingrandire la community, generare più interazione, fare più informazione e coinvolgere sempre più professionisti, ma solo coloro che credono in quello che facciamo.