Il Blog di Know How

Soluzioni per imprese e privati
Blog / Arriva il Reddito di Cittadinanza: ecco i beneficiari

Arriva il Reddito di Cittadinanza: ecco i beneficiari

Arriva il Reddito di Cittadinanza: ecco i beneficiari

Approvato dal Consiglio dei Ministri il c.d. "Decretone" che contiene il tanto atteso Reddito di Cittadinanza, definito come misura di inserimento o reinserimento nel mondo del lavoro e di contrasto alla povertà, alla diseguaglianza e all'esclusione sociale. Ecco chi sono i beneficiari.



Via libera al provvedimento che contiene il tanto atteso e discusso Reddito di Cittadinanza: il sito dedicato sarà pubblicato a febbraio, da marzo si potranno presentare le domande e da fine aprile verrà erogato; vediamo dunque in che cosa consiste e chi saranno i beneficiari del Reddito di Cittadinanza.

Leggi anche > > > Bonus Sud, l'incentivo occupazione per il Mezzogiorno

 

Reddito di Cittadinanza: cos'è e chi sono i beneficiari?

Il Reddito di Cittadinanza viene definito come "misura unica di contrasto alla povertà, alla disuguaglianza e all'esclusione sociale, a garanzia del diritto al lavoro, nonché diretta a favorire il diritto all'informazione, all'istruzione, alla formazione, alla cultura attraverso politiche volte al sostegno economico e all'inserimento sociale dei soggetti a rischio di emarginazione nella società e nel mondo del lavoro".
Ne hanno diritto tutti coloro che si trovano al di sotto della soglia di povertà assoluta, individuata dai dati ISTAT e fissata ad un reddito minimo di 780 euro mensili; si stima che i potenziali beneficiari siano circa 5 milioni di persone: il 47% dei beneficiari si trova al Centro-Nord e il 53% al Sud e Isole.

 

Reddito di Cittadinanza: quali requisiti?

Ecco i requisiti che devono possedere gli eventuali beneficiari del Reddito di Cittadinanza:

  • essere cittadini italiani, europei o lungo soggiornanti e risiedere in Italia da almeno 10 anni, di cui gli ultimi 2 in via continuativa;
  • avere un ISEE inferiore a 9.360 euro annui;
  • avere un patrimonio immobiliare, esclusa la prima casa, fino ai 30 mila euro annui;
  • avere un patrimonio finanziario non superiore a 6 mila euro, che può arrivare fino a 20 mila euro per le famiglie con persone disabili.

 

Reddito di Cittadinanza: quali sono gli esempi?

Ecco alcuni esempi di come sarà destinato il Reddito di Cittadinanza ai beneficiari, a seconda della composizione del nucleo familiare:

  • una persona che vive da sola, avrà fino a 780 euro al mese di Reddito di Cittadinanza; fino a 500 euro come integrazione al reddito più 280 euro di contributo per l'affitto (oppure 150 euro di contributo per il mutuo).
  • Una famiglia composta da due adulti e da due figli minorenni, avrà fino a 1.180 euro al mese di Reddito di Cittadinanza; fino a 900 euro come integrazione al reddito più 280 euro di contributo per l'affitto (oppure 150 euro di contributo per il mutuo).
  • Una famiglia composta da due adulti, un figlio maggiorenne e un figlio minorenne, avrà fino a 1.280 euro al mese di Reddito di Cittadinanza; fino a 1.000 euro come integrazione al reddito più 280 euro di contributo per l'affitto (oppure 150 euro di contributo per il mutuo).
  • Una famiglia composta da due adulti, un figlio maggiorenne e due figli minorenni, avrà fino a 1.330 euro al mese di Reddito di Cittadinanza; fino a 1.050 euro come integrazione al reddito più 280 euro di contributo per l'affitto (oppure 150 euro di contributo per il mutuo).

 

A quale professionista rivolgersi?

Commercialista.

Hai altro da chiedere?

Se desideri altre informazioni o un chiarimento sull'argomento di questo articolo, clicca su FAI LA TUA DOMANDA per inviare un tuo quesito. Non è richiesta alcuna registrazione. Riceverai la tua risposta, personalizzata, direttamente nella casella di posta.





L'autore
  • user-avatar.png

    Know How è un progetto di innovazione della consulenza, a favore di imprese e cittadini, che coinvolge professionisti dell’area legale ed economica. Il progetto è nato dalla mente del suo fondatore, Vincenzo Ciulla, e della sua società di consulenza: Korion. Il nostro motto è diventato: 100% esitate, perché questa è la percentuale reale delle domande che oggi ricevono una risposta, anche se preferiamo parlare di soluzioni. La sfida per il futuro è ingrandire la community, generare più interazione, fare più informazione e coinvolgere sempre più professionisti, ma solo coloro che credono in quello che facciamo.