-->

Aprire un salone da barbiere o parrucchiere, tutti gli adempimenti

di Know How

in FARE IMPRESA
Tempo di lettura: 3 min

Barba o capelli? Ti piacerebbe accogliere così i clienti del tuo salone? Vorresti creare delle acconciature da diva? Ecco come fare per aprire un salone da barbiere o da parrucchiere: se poi chiedi aiuto ai nostri Knower, il gioco è fatto!

Condividi su

Il salone del barbiere o del parrucchiere è un'attività artigianale che consiste nella rasatura della barba e del taglio dei capelli, per quanto riguarda il barbiere, e del taglio e dell'acconciatura dei capelli per quanto riguarda il parrucchiere. Essendo uno degli esercizi commerciali più diffusi, per questo tipo di attività è importante la fidelizzazione della propria clientela: uno degli aspetti fondamentali è proprio quello di rendere unico e piacevole il tempo passato nel salone.
Il primo requisito da possedere è avere un'abilitazione all'attività di barbiere o parrucchiere. È infatti necessario aver seguito un corso, della durata minimo di due anni, più un periodo di stage formativo presso un salone, prima di poter mettere in pratica le proprie abilità e quindi avviare l'esercizio commerciale. Un'altra opzione è quella di essere stati assunti presso un barbiere o un parrucchiere per almeno tre anni.

Leggi anche > > > Fare impresa: aprire un Centro estetico in 5 mosse

Adempimenti per aprire un salone

Innanzitutto devi procedere con la costituzione della società e con la scelta della forma giuridica; se hai dei soci, puoi scegliere tra una società di persone oppure una società di capitali. Se sei da solo può essere sufficiente anche una ditta individuale: è sempre possibile cambiare successivamente la forma giuridica in caso di necessità. Per iniziare l'attività, inoltre, è necessario:

Come fare con tutti questi adempimenti?

Teoricamente è possibile anche provvedere da soli; più spesso ci si rivolge ad un professionista che, attraverso un'apposita procura scrittaprovvede ad espletare l'iter burocratico attraverso ComUnicaComUnica è un servizio telematico predisposto dalle Camere di Commercio che consente di ottemperare agli obblighi di legge verso il Registro delle Imprese, Albo Imprese Artigiane (ove la normativa regionale lo consenta), INPS, INAIL, Agenzia delle Entrate e SUAP, inoltrando la Comunicazione Unica ad un solo destinatario che si fa carico di trasmettere a ciascun Ente le informazioni di propria competenza. Per firmare la pratica di Comunicazione Unica è necessario disporre della Firma Digitale, rilasciata dalla Camera di Commercio; inoltre è obbligatorio per legge avere un indirizzo di Posta Elettronica Certificata (PEC), a cui vengono inoltrate tutte le comunicazioni ufficiali da parte della Pubblica Amministrazione.

Aprire un salone, quali requisiti?

Anche se sei bravissimo o bravissima con forbici e rasoi, non basta avere tanta passione ed essere autodidatti per aprire un salone da barbiere o parrucchiere: è necessario che il titolare dell'attività, o un suo collaboratore, abbia la qualifica professionale di acconciatore. Per ottenere questa qualifica, è necessario avere uno dei seguenti requisiti:

  • aver frequentato un corso professionale di 2 anni, seguito da un corso di specializzazione oppure da un periodo di inserimento di 1 anno presso un acconciatore e successivo superamento di un esame teorico e pratico;
  • esperienza lavorativa professionale a tempo pieno, della durata di 3 anni e svolta nell’arco di 5 anni, conseguita presso un’attività di acconciatura in qualità di dipendente, familiare collaboratore o socio e frequenza di un apposito corso teorico.
  • titolarità di un esercizio di barbiere iscritto all'albo delle imprese artigiane e frequenza di un apposito corso di riqualificazione.

Tutto pronto, si parte!

Per riuscire ad avere i risultati sperati, è importante per questo tipo di lavoro focalizzarsi sull’aspetto del locale, cercando di renderlo più accogliente possibile, predisponendo comodi divani, riviste specializzate, e cercando di rendere più leggera l’attesa dei clienti: instaurare una buona relazione con loro, infatti, sarà la chiave su cui poter puntare per rendere unica questa tipologia di attività. Fatti assistere da professionisti seri, che sappiano guidarti nell'allestimento del locale e che soprattutto ti aiutino a trovare eventuali finanziamenti per l'imprenditoria, anche a fondo perduto: esistono molte iniziative che sostengono la creazione di nuove imprese al femminile, oppure nelle regioni del mezzogiorno, tanto per fare qualche esempio. I guadagni non saranno immediati: l'importante è non scoraggiarsi e con impegno, professionalità e le giuste strategie nei confronti della clientela riuscirai a rendere il tuo salone un'attività di successo.

 

Tag

fareimpresaimpresaregistrodelleimpresepartitaiva

Condividi

Commenti 0

Sei un Knower? Effettua il login per lasciare un commento!




Scrivi tu il primo commento a questo articolo!

Tieniti aggiornato
iscriviti alla newsletter


Potrebbe interessarti anche..



Oggi parlo di FARE IMPRESA