-->

Resto al Sud: fare impresa senza soldi

di Know How

in FARE IMPRESA
Tempo di lettura: 2 min

Vorresti avviare la tua attività ma non hai i soldi per farlo? Se hai tra 18 e 35 anni e hai la residenza in una delle regioni del Sud, hai un'ottima opportunità: si chiama Resto al Sud e aiuta i giovani a fare impresa senza un capitale iniziale. Hai bisogno di assistenza? Chiedi aiuto ai nostri Knower!

Condividi su

Hai una passione e hai sempre voluto trasformarla nel tuo lavoro? Poter fare ciò che ci piace è davvero un privilegio: non sempre però e possibile perchè spesso a mancare non è la volontà, bensì i fondi necessari per partire. Esiste un modo per fare impresa senza avere i soldi necessari? La risposta è sì: se sei un giovane del Sud e se il tuo obiettivo è quello di costruire il tuo futuro nella tua terra, ecco l'iniziativa giusta che fa per te.

Leggi anche > > > Resto al Sud 2019: ecco i nuovi requisiti

Resto al Sud, di che si tratta?

Come già detto la voglia di fare non manca, così come le idee valide: molto spesso è per la mancanza di soldi che molti si demoralizzano e abbandonano l'idea di fare impresa. Esiste però una misura che aiuta i giovani del Sud, ma non solo, a fare impresa pur non avendo un capitale iniziale. L'iniziativa si chiama Resto al Sud e permette, a quelli che hanno un'età compresa tra i 18 e i 35 anni e che risiedono nelle regioni del Mezzogiorno, di avere un accesso al credito agevolato con la finalità di finanziare le nuove attività imprenditoriali. L'incentivo Resto al Sud è un'iniziativa di Invitalia, l'Agenzia del Ministero dell'Economia che gestisce gli incentivi nazionali volti alla nascita e al finanziamento di attività già esistenti e di nuove imprese e start up innovative.

Leggi anche > > > Resto al Sud: i liberi professionisti

Resto al Sud: quali requisiti?

"Crea la tua impresa": inizia così il video-tutorial di Invitalia, che spiega come funziona l'iniziativa Resto al Sud. Proviamo a riassumerla brevemente in qualche punto:

  • Resto al Sud si rivolge ai giovani tra i 18 e i 35 anni;
  • le nuove imprese devono essere avviate in Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna o Sicilia;
  • si possono ottenere fino a 50 mila euro a persona; se si è in 4 o più persone si possono avere fino a 200 mila euro;
  • può essere finanziata qualsiasi tipo di attività imprenditoriale, tranne quelle agricole, quelle commerciali o libero professionali.

Le agevolazioni prevedono un contributo a fondo perduto del 35% ed un finanziamento bancario per il restante 65%; il finanziamento, coperto dal Fondo di Garanzia per le PMI e da restituire in 8 anni, può essere richiesto in una delle banche convenzionate con l'iniziativa Resto al Sud. Gli interessi sono coperti da Invitalia.
E chi non è delle regioni interessate da Resto al Sud? Non importa la provenienza o la regione d'origine: l'importante è avere la residenza oppure trasferirla entro due mesi se il proprio progetto viene approvato. La sede legale dell'attività, ovviamente, deve essere in una delle regioni indicate.

Resto al Sud: come presentare la domanda?

Le domande possono essere inviate esclusivamente online, attraverso la piattaforma web di Invitalia. Prima di presentare la domanda è necessario:

  • registrarsi ai servizi online di Invitalia compilando l'apposito form;
  • consultare e scaricare i fac-simile della modulistica;
  • disporre di una firma digitale e di un indirizzo di posta elettronica certificata (PEC) valido e attivo, in considerazione del fatto che tutte le comunicazioni dell'Agenzia avvengono esclusivamente via PEC;
  • successivamente alla presentazione della domanda, nella sezione "Contatti", è possibile modificare numeri di telefono, indirizzo mail e PEC.

Le domande vengono valutate in ordine cronologico di arrivo mediamente entro due mesi dalla presentazione (salvo eventuali richieste di integrazione dei documenti).  Non sai come predisporre il progetto? Chiedi aiuto ai Knower presenti nella nostra Community: scarica l'app e lancia una domanda! È gratis.

 

 

Tag

fareimpresapartitaivaimpresaregistrodelleimprese

Condividi

Commenti 0

Sei un Knower? Effettua il login per lasciare un commento!




Scrivi tu il primo commento a questo articolo!

Tieniti aggiornato
iscriviti alla newsletter


Potrebbe interessarti anche..



Oggi parlo di FARE IMPRESA

Contributi per consulenza specialistica

di Luca Domenico Chiacchiari
13 settembre 2019
Bando, Consulenza, pmi