Condividi su

Richiesta di asilo politico, come funziona?


I cittadini stranieri a rischio persecuzione nei loro rispettivi paesi, per motivi razziali, religiosi, politici, etnici o sociali, possono richiedere la protezione internazionale, ottenendo così lo status di rifugiati politici: ecco quali sono i requisiti e la documentazione necessaria.

Tra i tanti cittadini stranieri che giungono in Italia e che fuggono dal proprio paese, molti sono quelli che fanno richiesta di asilo politico. I motivi che spingono questi profughi a richiedere lo status di rifugiati sono strettamente legati alla violazione di diritti umani o alle guerre civili nei rispettivi paesi d'origine. Vediamo quali sono i requisiti e le modalità per presentare richiesta di asilo politico.

Leggi anche > > > Permesso di soggiorno: come richiederlo

Quando si chiede asilo politico?

In Italia possono fare richiesta di asilo politico tutti i cittadini stranieri che sono perseguitati, o temono di esserlo, per motivi di razza, religione, nazionalità, gruppo sociale, opinione politica. A questi fini, però, è necessario che i responsabili della persecuzione o del danno grave nel paese di provenienza del cittadino straniero siano:

  • lo Stato;
  • i partiti politici o le organizzazioni che controllano lo Stato o una parte consistente del suo territorio;
  • soggetti che non appartengono allo Stato qualora, però, quest'ultimo si rifiuti di fornire protezione contro persecuzioni o danni gravi.

Gli atti persecutori, come la violenza fisica o psichica o discriminazioni di vario genere, devono essere sufficientemente gravi, per loro natura o frequenza, da rappresentare una grave violazione dei diritti umani. In presenza di questi requisiti, è possibile fare richiesta della protezione internazionale.

Come si richiede la protezione internazionale?

La richiesta di protezione internazionale, finalizzata all'ottenimento dello status di rifugiato, deve essere presentata dal cittadino straniero all'Ufficio di polizia di frontiera al momento dell'ingresso in Italia; in alternativa è possibile presentare la domanda direttamente all'Ufficio immigrazione della Questura. La documentazione necessaria è la seguente:

  • il modulo di richiesta, con le motivazioni per le quali si richiede asilo, redatto nella lingua conosciuta dallo straniero;
  • copia del passaporto, se posseduto;
  • ogni altra documentazione che possa comprovare i motivi della richiesta.

La ricevuta della domanda di richiesta di protezione internazionale costituisce un permesso di soggiorno provvisorio, che ha validità di sei mesi. Se la domanda viene accolta, il riconoscimento dello status di rifugiato dà diritto a un permesso di soggiorno di durata quinquennale.

 


 

Quali sono i requisiti per ottenere la protezione internazionale e lo status di rifugiato politico?

Lancia una domanda
Lancia una domanda!

immigrazione, cittadinistranieri, diritti
Condividi su

Potrebbero interessarti anche...


Vacanza rovinata: il risarcimento del danno

Vacanza rovinata: il risarcimento del danno

di Michele D'Onofrio
28 Mar 2019
Lavoro e malattia: la visita fiscale

Lavoro e malattia: la visita fiscale

di Know How
21 Mar 2019