Il Blog di Know How

Soluzioni per imprese e privati
Blog / Richiesta di asilo politico, come funziona?

Richiesta di asilo politico, come funziona?

Richiesta di asilo politico, come funziona?

I cittadini stranieri a rischio persecuzione nei loro rispettivi paesi, per motivi razziali, religiosi, politici, etnici o sociali, possono richiedere la protezione internazionale, ottenendo così lo status di rifugiati politici: ecco quali sono i requisiti e la documentazione necessaria.



Tra i tanti cittadini stranieri che giungono in Italia e che fuggono dal proprio paese, molti sono quelli che fanno richiesta di asilo politico. I motivi che spingono questi profughi a richiedere lo status di rifugiati sono strettamente legati alla violazione di diritti umani o alle guerre civili nei rispettivi paesi d'origine. Vediamo quali sono i requisiti e le modalità per presentare richiesta di asilo politico.

Leggi anche > > > Permesso di soggiorno: come richiederlo

Quando si chiede asilo politico?

In Italia possono fare richiesta di asilo politico tutti i cittadini stranieri che sono perseguitati, o temono di esserlo, per motivi di razza, religione, nazionalità, gruppo sociale, opinione politica. A questi fini, però, è necessario che i responsabili della persecuzione o del danno grave nel paese di provenienza del cittadino straniero siano:

  • lo Stato;
  • i partiti politici o le organizzazioni che controllano lo Stato o una parte consistente del suo territorio;
  • soggetti che non appartengono allo Stato qualora, però, quest'ultimo si rifiuti di fornire protezione contro persecuzioni o danni gravi.

Gli atti persecutori, come la violenza fisica o psichica o discriminazioni di vario genere, devono essere sufficientemente gravi, per loro natura o frequenza, da rappresentare una grave violazione dei diritti umani. In presenza di questi requisiti, è possibile fare richiesta della protezione internazionale.

Leggi anche >>> SPORT E ACCOGLIENZA: CONTRIBUTI DALL'UNIONE EUROPEA

Come si richiede la protezione internazionale?

La richiesta di protezione internazionale, finalizzata all'ottenimento dello status di rifugiato, deve essere presentata dal cittadino straniero all'Ufficio di polizia di frontiera al momento dell'ingresso in Italia; in alternativa è possibile presentare la domanda direttamente all'Ufficio immigrazione della Questura. La documentazione necessaria è la seguente:

  • il modulo di richiesta, con le motivazioni per le quali si richiede asilo, redatto nella lingua conosciuta dallo straniero;
  • copia del passaporto, se posseduto;
  • ogni altra documentazione che possa comprovare i motivi della richiesta.

La ricevuta della domanda di richiesta di protezione internazionale costituisce un permesso di soggiorno provvisorio, che ha validità di sei mesi. Se la domanda viene accolta, il riconoscimento dello status di rifugiato dà diritto a un permesso di soggiorno di durata quinquennale.

Leggi anche >>> LAVORATORI EXTRACOMUNITARI ALTAMENTE QUALIFICATI: LA CARTA BLU UE

Hai altro da chiedere?

Se desideri altre informazioni o un chiarimento sull'argomento di questo articolo, clicca su FAI LA TUA DOMANDA per inviare un tuo quesito. Non è richiesta alcuna registrazione. Riceverai la tua risposta, personalizzata, direttamente nella casella di posta.





L'autore
  • redazione-know-how-2-2021-06-04_11-27-58-foto-profilo-know-how.jpg
    Redazione Know How  Reply

    Know How è un progetto di innovazione della consulenza, a favore di imprese e cittadini, che coinvolge professionisti dell’area legale ed economica. Il progetto è nato dalla mente del suo fondatore, Vincenzo Ciulla, e della sua società di consulenza: Korion.
    Il nostro motto è diventato: 100% esitate, perché questa è la percentuale reale delle domande che oggi ricevono una risposta, anche se preferiamo parlare di soluzioni. La sfida per il futuro è ingrandire la community, generare più interazione, fare più informazione e coinvolgere sempre più professionisti, ma solo coloro che credono in quello che facciamo.