Il Blog di Know How

Soluzioni per imprese e privati
Blog / Nuovi Knower: crisi d

Nuovi Knower: crisi d

Nuovi Knower: crisi d

I migliori professionisti li trovi su Know How: Pietro Zincani, Commercialista di Pescara, Costantino Ciulla, tributarista di Agrigento e Davide Azzali, avvocato di Parma. Si parla di crisi d'impresa, contabilità aziendale e recupero crediti.



Torna l'appuntamento con i Knower della nostra Community che ci danno il prestesto per parlare di diverse tematiche molto importanti tra cui:

  • crisi d'impresa: nell'ottica di un'azienda, la crisi si configura nel momento in cui c'è uno squilibrio economico e finanziario che potrebbe compromettere la continuità dell'azienda stessa; è una situazione che può venirsi a creare per svariati motivi e che, nei casi più gravi, può sfociare nell'insolvenza (l'incapacità di onorare regolarmente le obbligazioni assunte alle scadenze pattuite). Una volta accertata l’esistenza di uno stato di crisi, è necessario predisporre un piano di ristrutturazione per ripristinare l'equilibrio economico-finanziario.
  • Contabilità: fondamentale nella vita di un'impresa è la tenuta dei libri contabili, che devono risultare sempre in ordine ed aggiornati; innanzitutto per motivi interni, per monitorare l'andamento di tutte le transazioni aziendali; inoltre "tenere a posto i conti" è importante anche, e soprattutto, a livello fiscale. Dunque va effettuato un lavoro continuo e quotidiano di aggiornamento del libro giornale, dei registri IVA, del libro dei cespiti, del libro inventari, ecc. affinchè la situazione economica aziendale sia sempre sotto controllo.
  • Recupero crediti: i crediti aziendali hanno un costo, che cresce all'aumentare dei tempi di adempimento dei debitori. Ecco perchè è molto importante tenere sotto controllo questo aspetto, adottando una politica vincente di gestione dei crediti, organizzando in modo sinergico i diversi profili inerenti il recupero. Nei casi più estremi, interviene una figura legale che, nelle sedi opportune, provvede a tutelare l'azienda al fine di garantire il rispetto degli accordi di natura contrattuale.

 

#abruzzo #pescara #commercialista

Si occupa di consulenza societaria, fiscale e contabile di qualsiasi tipo di realtà aziendale; gestisce inoltre le crisi d'impresa, il risanamento aziendale e le procedure concorsuali, svolgendo anche incarichi di Sindaco e Revisore Legale all'interno di società di dimensioni medio-grandi.
Completano il suo profilo le operazioni di fiscalità internazionale e i processi di internazionalizzazione delle imprese.

 

#sicilia #agrigento #tributarista

Siciliano di Agrigento, si rivolge soprattutto ad imprese private per tenuta dei libri contabili e IVA, per la compilazione e l'invio telematico delle dichiarazioni fiscali, dei modelli di dichiarazione dei redditi e delle dichiarazioni di successione. 
Se la tua azienda ha bisogno di assistenza fiscale, ora sai a chi rivolgerti!

 

#emiliaromagna #parma  #avvocato

Offre assistenza alle imprese, società e professionisti per garantire la corretta e naturale esecuzione dei contratti, fornendo strumenti idonei a prevenire inconvenienti e a tutelare i propri crediti. Inoltre la sua attività comprende il diritto di famiglia, il diritto penalee le questioni assicurative.

Hai altro da chiedere?

Se desideri altre informazioni o un chiarimento sull'argomento di questo articolo, clicca su FAI LA TUA DOMANDA per inviare un tuo quesito. Non è richiesta alcuna registrazione. Riceverai la tua risposta, personalizzata, direttamente nella casella di posta.





L'autore
  • user-avatar.png

    Know How è un progetto di innovazione della consulenza, a favore di imprese e cittadini, che coinvolge professionisti dell’area legale ed economica. Il progetto è nato dalla mente del suo fondatore, Vincenzo Ciulla, e della sua società di consulenza: Korion. Il nostro motto è diventato: 100% esitate, perché questa è la percentuale reale delle domande che oggi ricevono una risposta, anche se preferiamo parlare di soluzioni. La sfida per il futuro è ingrandire la community, generare più interazione, fare più informazione e coinvolgere sempre più professionisti, ma solo coloro che credono in quello che facciamo.