-->

Nuova costruzione o ristrutturazione? Consigli e suggerimenti

di Maria Baldassarre

in EDILIZIA
Chatta su Know How
Tempo di lettura: 2 min

Vecchio o nuovo? Spesa certa ed immediata o investimento e possibili imprevisti? Centro storico o nuova zona residenziale? La ricerca della casa dei propri sogni spesso si scontra con questo dilemma: qual è la soluzione migliore tra un immobile nuovo di zecca e uno da ristrutturare?

Condividi su

I dubbi e le domande nel momento in cui ci troviamo a investire i nostri soldi nell’acquisto di una casa sono molti, in ogni caso dobbiamo sapere a cosa ci porteranno le diverse scelte per fare al meglio le nostre valutazioni e affrontare in maniera costruttiva tutte le dinamiche che si presenteranno, sia se decidiamo di procedere con l’acquisto e la ristrutturazione di una casa di vecchia costruzione, sia se scegliamo una casa di nuova costruzione.

L’immobile di nuova costruzione

Se la nostra scelta è orientata sul "nuovo", dobbiamo essere consapevoli che l’immobile che acquisteremo avrà una struttura portante, un involucro edilizio e spazi totalmente rispondenti ai diversi requisiti che le norme energetiche, sanitarie, urbanistiche e sismiche oggi  impongono; per contro, sarà di dimensioni più piccole rispetto ad un immobile da ristrutturare, sia per il costo più elevato della recente costruzione sia perché nel tempo, cambiando le abitudini e le esigenze, si è modificato il modo di progettare i diversi ambienti. Nell’immobile di nuova realizzazione non dovremo affrontare alcun lavoro, la casa è pronta per essere abitata, offrendo le migliori prestazioni; allo stesso tempo non avremo la possibilità di scelta sulle finiture e i materiali utilizzati né sulla distribuzione interna delle diverse stanze. Nella scelta, quindi, di una casa di nuova costruzione, bisogna inizialmente dedicare tempo ad analizzare tutte le caratteristiche dei diversi immobili, considerando le nostre esigenze e i nostri gusti per poi giungere alla fase finale con l’acquisto di quella che sarà la nostra casa.

Scegliere di ristrutturare

Nel momento in cui scegliamo una casa di vecchia costruzione da ristrutturare, invece, l’acquisto dell’immobile è il punto di partenza per la ristrutturazione; per procedere al meglio, dobbiamo essere consapevoli delle questioni che una ristrutturazione comporta, sia dal punto di vista dell’impegno e del tempo da parte del proprietario, sia a livello economico. Infatti potremo trovarci ad affrontare una spesa maggiore rispetto a quella che avevamo inizialmente preventivato o a risolvere problemi che potrebbero sorgere durante i lavori fatti sull’immobile. La scelta di una casa da ristrutturare, molto spesso, viene fatta per avere case con ambienti più ampi o per stare in una determinata posizione all’interno della città, ad esempio nel centro storico. La prima cosa da fare, se pensiamo di acquistare una casa da ristrutturare, è la scelta di un tecnico-progettista, che mettendo in campo le proprie competenze e la propria professionalità, può darci consigli utili guidandoci nell’acquisto, informandoci sugli eventuali interventi da realizzare sui diversi immobili che prenderemo in considerazione e preventivando le spese da sostenere. Successivamente all’acquisto, il tecnico procederà con il progetto di ristrutturazione della nostra casa, che dovrà rispondere al meglio alle nostre esigenze, all’elaborazione delle pratiche per l’ottenimento dei diversi permessi e seguirà tutti i lavori. Spesso pensiamo alla ristrutturazione come alla sola modifica della distribuzione interna della casa e al rifacimento delle finiture per renderla più bella e a nostro gusto; la ristrutturazione, però, comporta anche altro, tra cui il rifacimento di tutti gli impianti a norma di legge, gli interventi per aumentare l’efficienza energetica della casa e, se necessari, gli interventi per adeguare la struttura sotto l’aspetto sismico. Per quanto riguarda i costi, questi variano molto rispetto all’immobile che deve essere ristrutturato; a volte possono essere molto elevati e per questo abbiamo bisogno della consulenza di un tecnico che può consigliarci e preventivare la spesa. Infine, oltre alla spesa per i lavori sul fabbricato, bisogna considerare anche i costi delle spese tecniche e di cantiere.

Sicuramente l’acquisto di un immobile da ristrutturare può risultare più impegnativo dell’acquisto di una nuova abitazione, ma possiamo partecipare al progetto della nostra casa, scegliere finiture e materiali e seguire tutti i lavori; dall’altro lato nell’acquisto del "nuovo" possiamo avere subito una casa dalle prestazioni elevate, bella, perché comunque l’abbiamo scelta a nostro gusto, e pronta per essere abitata. Non esiste una scelta giusta o sbagliata, ma solamente quella più vicina alle nostre esigenze, siano esse di tipo economico o abitativo.

 

 

Tag

immobiliareimmobilicompravenditaristrutturazione

di Maria Baldassarre
Architetto

Maria Baldassarre

Maria Baldassarre si abilita alla professione di Architetto nel 2014 dopo aver conseguito nel 2013 la laurea in Architettura presso l'università "G. D’Annunzio" di Chieti-Pescara con la votazione di 110/110 e lode, discutendo una Tesi in composizione architettonica e del paesaggio dal titolo: "Territori Fragili; il caso di Molina Aterno". Successivamente svolge l'attività di collaboratore alla didattica presso il Politecnico di Milano nei corsi di composizione architettonica. Ha collaborato con studi di architettura a progetti pubblici e privati e partecipato a diversi concorsi di progettazione. Attualmente svolge la libera professione e collabora con diversi professionisti, occupandosi di progettazione architettonica e paesaggistica.

www.knowhow.it

Condividi

Commenti 0

Sei un Knower? Effettua il login per lasciare un commento!




Scrivi tu il primo commento a questo articolo!

Tieniti aggiornato
iscriviti alla newsletter


Potrebbe interessarti anche..



Oggi parlo di EDILIZIA