Il Blog di Know How

Soluzioni per imprese e privati
Blog / Materiali da costruzione, variazioni inferiori al 10%

Materiali da costruzione, variazioni inferiori al 10%

Materiali da costruzione, variazioni inferiori al 10%

Il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti ha rilevato come ogni anno, tramite il Decreto "Caro Materiali", le variazioni percentuali dei singoli prezzi dei materiali da costruzione più significativi: nel 2017 rispetto al 2016 non ci sono state variazioni superiori o inferiori al 10%.



È stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 81 del 7 aprile 2018 il Decreto del Mit (Ministero dei Trasporti e delle infrastrutture) del 7 marzo 2018 recante la "Rilevazione dei prezzi medi per l'anno 2016 e delle variazioni percentuali annuali, in aumento o in diminuzione, superiori al dieci per cento, relative all'anno 2017, ai fini della determinazione delle compensazioni dei singoli prezzi dei materiali da costruzione più significativi."
Questo è uno degli ultimi provvedimenti del Ministero, durante l'ultima legislatura, immediatamente successivo al Decreto del 2 marzo 2018, contenente il glossario delle opere di edilizia libera.

Leggi anche >>> IMPIANTI FOTOVOLTAICI SU TERRENI IN LOCAZIONE: QUALI TASSE SI PAGANO?

Cosa dice il Decreto "Caro Materiali"?

Ai sensi degli artt. 133 e 253 del D.lgs n. 163/2006, ogni anno il Ministero è tenuto ad emanare un proprio Decreto in cui rileva le variazioni percentuali dei singoli prezzi dei materiali da costruzione più significativi, come ad esempio rame, acciaio, ferro, bitume: il decreto del 27 marzo 2018 ha rilevato che il prezzo di questi materiali, nell'anno 2017 rispetto al 2016, non ha subito variazioni percentuali di prezzo superiori o inferiori al 10%.

La norma prevede che, qualora il prezzo dei singoli materiali da costruzione subisca variazioni, in aumento o in diminuzione, superiori al 10%, si procede a compensazioni, in aumento o in diminuzione, per la percentuale eccedente il 10% e nel limite delle risorse previste tra imprevisti e le somme relative al ribasso d'asta.
La compensazione è determinata applicando la percentuale di variazione che eccede del 10% il prezzo dei singoli materiali da costruzione, impiegati nelle lavorazioni contabilizzate nell'anno solare precedente al decreto, nelle quantità accertate dal direttore dei lavori.

Leggi anche >>> PERMESSO DI COSTRUIRE IN SANATORIA: COME METTERSI IN REGOLA

Hai altro da chiedere?

Se desideri altre informazioni o un chiarimento sull'argomento di questo articolo, clicca su FAI LA TUA DOMANDA per inviare un tuo quesito. Non è richiesta alcuna registrazione. Riceverai la tua risposta, personalizzata, direttamente nella casella di posta.





L'autore
  • redazione-know-how-2-2021-06-04_11-27-58-foto-profilo-know-how.jpg
    Redazione Know How  Reply

    Know How è un progetto di innovazione della consulenza, a favore di imprese e cittadini, che coinvolge professionisti dell’area legale ed economica. Il progetto è nato dalla mente del suo fondatore, Vincenzo Ciulla, e della sua società di consulenza: Korion.
    Il nostro motto è diventato: 100% esitate, perché questa è la percentuale reale delle domande che oggi ricevono una risposta, anche se preferiamo parlare di soluzioni. La sfida per il futuro è ingrandire la community, generare più interazione, fare più informazione e coinvolgere sempre più professionisti, ma solo coloro che credono in quello che facciamo.