-->

Giardini da sogno: il Bonus verde 2019

di Know How

in CASA
Tempo di lettura: 2 min

Vorresti degli alberi da frutto nel tuo giardino? Vuoi trasformare il tuo terrazzo in una giungla equatoriale? Se sei uno dal pollice verde particolarmente sviluppato, puoi usufruire delle detrazioni previste per i lavori di sistemazione del verde, anche condominiale: ecco come funziona.

Condividi su

Giardini che passione! Se stai pensando di rivoluzionare lo spazio esterno di casa tua con alberi e piante oppure vuoi trasformare il tuo terrazzo domestico in un'oasi verde, non hai che l'imbarazzo della scelta. Ci sono molti stili e temi diversi: dal giardino roccioso a quello inglese, dallo stile tropicale a quello giapponese; il tuo spazio verde dovrebbe riflettere sia lo stile dell'abitazione, sia la tua personalità e il tuo modo di vivere all'aperto. Se lo ritieni utile, per evitare di spendere soldi inutilmente, puoi anche rivolgerti ad un esperto del settore che sappia consigliarti per il meglio. Sappi, inoltre, che chi decide di risistemare o ripristinare le aree verdi di casa propria o di un condominio, può usufruire delle agevolazioni fiscali previste: la misura si chiama Bonus verde, ed è stata prorogata anche per il 2019.

Leggi anche > > > Bonus condizionatori 2019, freschezza in detrazione

Bonus verde 2019: che cos'è?

Se hai dunque la fortuna di avere un ampio spazio esterno e gli vuoi dare una bella sistemata, puoi approfittare del Bonus verde: di che si tratta? Il Bonus Verde è una detrazione Irpef del 36% che si applica sulle spese sostenute per: 

  • la sistemazione a verde di aree scoperte private di edifici esistenti, unità immobiliari, pertinenze o recinzioni, impianti di irrigazione e realizzazione pozzi;
  • la realizzazione di coperture a verde e di giardini pensili.

La detrazione Irpef viene erogata in dieci quote annuali di uguale importo e calcolata su una spesa complessiva non superiore a 5 mila euro, comprense le eventuali spese di progettazione e manutenzione connesse all'esecuzione degli interventi; la detrazione massima che può essere riconosciuta, quindi, è di 1.800 euro (il 36% di 5 mila euro). Le detrazioni previste dal Bonus verde valgono anche per la risistemazione dei giardini condominiali: in questo caso, ogni condòmino avrà diritto alla detrazione in base alla propria quota condominiale. Precisazione doverosa: il Bonus verde non viene riconosciuto se effettui la normale manutenzione del verde o se i lavori sono stati svolti in economia, cioé direttamente da te nel tuo giardino o terrazzo.

Leggi anche > > > Ristrutturazione e detrazione: dillo all'ENEA!

Per le detrazioni, pagamenti tracciabili

Giardino moderno o naturale, in stile mediterraneo o giardino pensile: qualsiasi sia la tua idea di progetto, l'importante è che tutte le spese che sostieni siano tracciabili. È fondamentale, infatti, ai fini del riconoscimento delle detrazioni, eseguire i pagamenti, ad esempio, tramite bonifico bancario o postale. La richiesta per usufruire del Bonus verde, poi, la dovrai fare in sede di dichiarazione dei redditi: per la detrazione del 36% relativamente alle spese per lavori sostenuti nel 2019, dovrai effettuare la richiesta con il modello 730 (o Redditi) da presentare nel 2020. Ora che conosci questa opportunità, puoi seriamente decidere di realizzare il tuo giardino da sogno, oppure proporre la sistemazione dello spazio verde del tuo condominio. 

 

 

 

 

 

Tag

bonusirpefdetrazionecaseleggedibilancio2019

Condividi

Commenti 0

Sei un Knower? Effettua il login per lasciare un commento!




Scrivi tu il primo commento a questo articolo!

Tieniti aggiornato
iscriviti alla newsletter


Potrebbe interessarti anche...



Oggi parlo di CASA