Condividi su

Bonus pubblicità 2018, in arrivo il decreto attuativo


Credito d'imposta del 75% (90% per PMI e startup innovative) sulle spese effettuate per campagne pubblicitarie su tv, radio e carta stampata: possono usufruirne imprese, lavoratori autonomi ed enti no profit. A breve l'agenzia delle Entrate renderà disponibile il modulo per la domanda. 

Il Ministero dello Sviluppo Economico di concerto con il MEF e la Presidenza del Consiglio ha firmato nel mese di maggio il Decreto attuativo che definisce le regole affinchè le imprese possano usufruire del credito d'imposta sulle spese effettuate per campagne pubblicitarie su tv, radio e carta stampata. Per pubblicità si intende la diffusione a scopo promozionale di un messaggio, che illustra le qualità di un prodotto o di un marchio attraverso annunci su giornali e riviste, esposizioni di cartelloni e manifesti, spot televisivi e radiofonici. Al contrario della sponsorizzazione, quindi, si parla di attività promozionale "diretta".

Chi può usufruirne e quando?

Il Decreto attuativo verrà a breve pubblicato in Gazzetta Ufficiale: le aziende interessate potranno presentare la domanda bonus pubblicità tra il sessantesimo e il novantesimo giorno successivi alla data di pubblicazione in GU. sono stati stanziati 62,5 milioni di euro di cui 50 milioni sono destinati per gli investimenti sulla stampa e 12,5 milioni per gli investimenti sulle emittenti radio-televisive nel 2018.
Possono beneficiare di queste risorse imprese, lavoratori autonomi ed enti no profit che hanno investito in campagne pubblicitarie sulla stampa quotidiana e periodica, anche online, e sulle emittenti televisive e radiofoniche locali, analogiche o digitali, il cui valore superi almeno dell'1% gli analoghi investimenti sugli stessi mezzi di informazione nell'anno precedente. Il credito d'imposta riconosciuto è del 75%, che sale al 90% nel caso in cui si tratti di microimprese e PMI innovative e di startup innovative.

Come presentare la domanda?

Come già detto, è possibile presentare la domanda tra il sessantesimo ed il novantesimo giorno dalla pubblicazione del decreto in Gazzetta Ufficiale. Per il 2018, la finestra per la prenotazione si apre, per trenta giorni, a partire dal sessantesimo giorno successivo alla data di pubblicazione del decreto nella Gazzetta Ufficiale.
La domanda deve essere presentata all'Agenzia delle Entrate, tramite compilazione e presentazione del modello di domanda a breve disponibile, e deve essere compilata con:

  • i dati dell'azienda o del lavoratore autonomo;
  • il costo complessivo degli investimenti pubblicitari che sono stati sostenuti, o che saranno sostenuti nel corso del 2018: i costi degli investimenti su stampa o su radio tv devono essere indicati separatamente; 
  • il costo complessivo degli investimenti effettuati sugli stessi media nell'anno precedente;
  • l'indicazione dell'incremento degli investimenti su ciascuno dei due media, in percentuale e in valore assoluto;
  • l'ammontare del credito d'imposta per ciascuno dei due media.

 

 

Sono presidente di un ente di beneficenza; quest'anno abbiamo investito parecchio per delle campagne pubblicitarie di sensibilizzazione. Esistono delle detrazioni o qualche altra agevolazione per questo tipo di spese?

Lancia una domanda
Lancia una domanda!

bonus, noprofit, startup, pmi, agevolazioni
Condividi su

Potrebbero interessarti anche...


Lavoratori disabili, bonus assunzioni

Lavoratori disabili, bonus assunzioni

di Know How
26 Mag 2019
Startup innovative: costituzione online

Startup innovative: costituzione online

di Know How
25 Mag 2019