Condividi su

Bagaglio in ritardo, smarrito o danneggiato: rimborso e risarcimento


Un vero e proprio incubo: scendere dall'aereo e non vedere arrivare il proprio bagaglio! Non avere i propri effetti personali è uno dei maggiori disagi che si possano provare. Per questo motivo, per ritardi e smarrimenti è previsto un risarcimento, così come anche per i bagagli danneggiati.

Cosa c'è di peggio che arrivare a destinazione dopo voli cancellati e tante ore di ritardo? Lo smarrimento del proprio bagaglio! Trovarsi dall'altra parte del mondo senza i propri effetti personali può veramente farci venire una crisi di nervi. Che fare in questi casi, a parte disperarsi e maledire la compagnia aerea? Ecco come comportarsi in caso di mancato arrivo, smarrimento o danneggiamento del proprio bagaglio.

Leggi anche > > > Volo cancellato: ottenere rimborso e risarcimento

Bagaglio in ritardo, che fare?

Una volta terminate le imprecazioni, il consiglio è quello di recarsi presso l'ufficio oggetti smarriti (Lost & Found) dell'aeroporto e compilare accuratamente il modulo chiamato PIR (Property Irregularity Report) in cui inserire i dati personali, i dati del biglietto aereo e la descrizione del bagaglio; è fondamentale conservare il tagliandino associato al bagaglio registrato che le compagnie aeree rilasciano al momento dell'imbarco in stiva. L'ufficio Lost & Found rilascia una ricevuta con il PIR, in cui è indicato un codice associato al bagaglio perduto. Addirittura alcune compagnie aeree consentono di monitorare online gli spostamenti della valigia per avere informazioni in tempo reale, ma naturalmente non sempre è così. A questo punto possono presentarsi diversi scenari:

  • il bagaglio arriva entro 24 ore: puoi ritirarlo in aeroporto o puoi fartelo spedire dove preferisci. In questo caso non hai diritto a nessun risarcimento e amici come prima;
  • il bagaglio arriva con più di 24 ore di ritardo: in questo caso il risarcimento che puoi chiedere è di circa 50 euro al giorno. Inoltre è possibile farsi rimborsare eventuali spese che si sono rese necessarie per ricomprare indumenti oppure oggetti di prima necessità.
  • il bagaglio non arriva o arriva con più di 21 giorni di ritardo: se si presenta questa eventualità, il bagaglio si ritiene definitivamente smarrito e a quel punto è possibile richiedere un risarcimento.

Per la pratica di risarcimento è necessario inviare alla compagnia aerea:

  • il codice di prenotazione del volo in caso di acquisto via internet oppure l'originale della ricevuta in caso di biglietto cartaceo;
  • l'originale del PIR rilasciato in aeroporto;
  • l'originale del talloncino di identificazione del bagaglio;
  • gli scontrini o le ricevute fiscali nei quali sia riportata la tipologia della merce acquistata (in relazione alla durata dell'attesa) in sostituzione dei propri effetti personali contenuti nel bagaglio;
  • l'indicazione delle proprie coordinate bancarie complete.

Leggi anche > > > Vacanza rovinata: il risarcimento del danno

Bagaglio danneggiato, che fare?

Un'altra disavventura che può capitare a chi viaggia parecchio in aereo è quella di vedere arrivare sul nastro trasportatore il proprio bagaglio visibilmente danneggiato. Probabilmente è stato "maltrattato", come spesso purtroppo accade, durante le procedure di imbarco o di riconsegna. Anche per il danneggiamento del bagaglio è previsto un rimborso da parte della compagnia aerea. Bisogna sempre recarsi presso l'ufficio oggetti smarriti (Lost & Found) e compilare il PIR (Property Irregularity Report) ed agire entro 7 giorni dal ritiro del bagaglio per richiedere il risarcimento per il danneggiamento della valigia. Per la pratica di risarcimento è necessario inviare alla compagnia aerea:

  • il codice di prenotazione del volo in caso di acquisto via internet oppure l'originale della ricevuta in caso di biglietto cartaceo;
  • l'originale del PIR rilasciato in aeroporto;
  • l'originale del talloncino di identificazione del bagaglio;
  • l'elenco del contenuto del bagaglio che abbia eventualmente riportato danni.

Leggi anche > > > Vacanza rovinata, che fare?

Bagaglio aereo, quale risarcimento?

Qualsiasi sia la disavventura legata al proprio bagaglio aereo (ritardo, smarrimento o danneggiamento) si ha diritto ad un risarcimento. Come specificato nella Carta dei diritti del Passeggero, "in caso di smarrimento, danneggiamento, ritardata consegna del bagaglio registrato, il passeggero ha diritto ad un risarcimento fino a 1.000 DSP, Diritti Speciali di Prelievo, (circa 1.164,00 euro) in caso di compagnie aeree dell'Unione europea e dei Paesi che aderiscono alla Convenzione di Montreal, fino a 17 DSP (circa 19,00 euro) per kg in caso di compagnie aeree dei Paesi che aderiscono alla Convenzione di Varsavia, salvo che il passeggero abbia sottoscritto una assicurazione integrativa".

Bagaglio smarrito o danneggiato? Chiedi come fare per ottenere un risarcimento: scarica l'app e lancia una domanda ai Knower dell'Area Legaleè gratis!

 

Posso assicurare il mio bagaglio per una somma maggiore rispetto ai limiti di responsabilità fissati dalle Convenzioni internazionali?

Lancia una domanda
Lancia una domanda!

diritti, consumatori, risarcimento
Condividi su

Potrebbero interessarti anche...


Cassa integrazione: cos'è e come funziona?

Cassa integrazione: cos'è e come funziona?

di Giovanni Guglielmo Crudeli
13 Mag 2019