-->

Bagaglio in ritardo, smarrito o danneggiato: rimborso e risarcimento

di Redazione

in LEGALE
Tempo di lettura: 3 min

Un vero e proprio incubo: scendere dall'aereo e non vedere arrivare il proprio bagaglio! Non avere i propri effetti personali è uno dei maggiori disagi che si possano provare. Per questo motivo, per ritardi e smarrimenti è previsto un risarcimento, così come anche per i bagagli danneggiati.

Condividi su

Cosa c'è di peggio che arrivare a destinazione dopo voli cancellati e tante ore di ritardo? Lo smarrimento del proprio bagaglio! Trovarsi dall'altra parte del mondo senza i propri effetti personali può veramente farci venire una crisi di nervi. Che fare in questi casi, a parte disperarsi e maledire la compagnia aerea? Ecco come comportarsi in caso di mancato arrivo, smarrimento o danneggiamento del proprio bagaglio.

Leggi anche > > > Volo cancellato: ottenere rimborso e risarcimento

Bagaglio in ritardo, che fare?

Una volta terminate le imprecazioni, il consiglio è quello di recarsi presso l'ufficio oggetti smarriti (Lost & Found) dell'aeroporto e compilare accuratamente il modulo chiamato PIR (Property Irregularity Report) in cui inserire i dati personali, i dati del biglietto aereo e la descrizione del bagaglio; è fondamentale conservare il tagliandino associato al bagaglio registrato che le compagnie aeree rilasciano al momento dell'imbarco in stiva. L'ufficio Lost & Found rilascia una ricevuta con il PIR, in cui è indicato un codice associato al bagaglio perduto. Addirittura alcune compagnie aeree consentono di monitorare online gli spostamenti della valigia per avere informazioni in tempo reale, ma naturalmente non sempre è così. A questo punto possono presentarsi diversi scenari:

  • il bagaglio arriva entro 24 ore: puoi ritirarlo in aeroporto o puoi fartelo spedire dove preferisci. In questo caso non hai diritto a nessun risarcimento e amici come prima;
  • il bagaglio arriva con più di 24 ore di ritardo: in questo caso il risarcimento che puoi chiedere è di circa 50 euro al giorno. Inoltre è possibile farsi rimborsare eventuali spese che si sono rese necessarie per ricomprare indumenti oppure oggetti di prima necessità.
  • il bagaglio non arriva o arriva con più di 21 giorni di ritardo: se si presenta questa eventualità, il bagaglio si ritiene definitivamente smarrito e a quel punto è possibile richiedere un risarcimento.

Per la pratica di risarcimento è necessario inviare alla compagnia aerea:

  • il codice di prenotazione del volo in caso di acquisto via internet oppure l'originale della ricevuta in caso di biglietto cartaceo;
  • l'originale del PIR rilasciato in aeroporto;
  • l'originale del talloncino di identificazione del bagaglio;
  • gli scontrini o le ricevute fiscali nei quali sia riportata la tipologia della merce acquistata (in relazione alla durata dell'attesa) in sostituzione dei propri effetti personali contenuti nel bagaglio;
  • l'indicazione delle proprie coordinate bancarie complete.

Leggi anche > > > Vacanza rovinata: il risarcimento del danno

Bagaglio danneggiato, che fare?

Un'altra disavventura che può capitare a chi viaggia parecchio in aereo è quella di vedere arrivare sul nastro trasportatore il proprio bagaglio visibilmente danneggiato. Probabilmente è stato "maltrattato", come spesso purtroppo accade, durante le procedure di imbarco o di riconsegna. Anche per il danneggiamento del bagaglio è previsto un rimborso da parte della compagnia aerea. Bisogna sempre recarsi presso l'ufficio oggetti smarriti (Lost & Found) e compilare il PIR (Property Irregularity Report) ed agire entro 7 giorni dal ritiro del bagaglio per richiedere il risarcimento per il danneggiamento della valigia. Per la pratica di risarcimento è necessario inviare alla compagnia aerea:

  • il codice di prenotazione del volo in caso di acquisto via internet oppure l'originale della ricevuta in caso di biglietto cartaceo;
  • l'originale del PIR rilasciato in aeroporto;
  • l'originale del talloncino di identificazione del bagaglio;
  • l'elenco del contenuto del bagaglio che abbia eventualmente riportato danni.

Leggi anche > > > Vacanza rovinata, che fare?

Bagaglio aereo, quale risarcimento?

Qualsiasi sia la disavventura legata al proprio bagaglio aereo (ritardo, smarrimento o danneggiamento) si ha diritto ad un risarcimento. Come specificato nella Carta dei diritti del Passeggero, "in caso di smarrimento, danneggiamento, ritardata consegna del bagaglio registrato, il passeggero ha diritto ad un risarcimento fino a 1.000 DSP, Diritti Speciali di Prelievo, (circa 1.164,00 euro) in caso di compagnie aeree dell'Unione europea e dei Paesi che aderiscono alla Convenzione di Montreal, fino a 17 DSP (circa 19,00 euro) per kg in caso di compagnie aeree dei Paesi che aderiscono alla Convenzione di Varsavia, salvo che il passeggero abbia sottoscritto una assicurazione integrativa".

Bagaglio smarrito o danneggiato? Chiedi come fare per ottenere un risarcimento: scarica l'app e lancia una domanda ai Knower dell'Area Legaleè gratis!

 

Tag

diritticonsumatoririsarcimentoturismoviaggiare

Condividi

Commenti 0

Sei un Knower? Effettua il login per lasciare un commento!




Scrivi tu il primo commento a questo articolo!

Tieniti aggiornato
iscriviti alla newsletter


Potrebbe interessarti anche...



Oggi parlo di LEGALE