Condividi su

Sicurezza sul posto di lavoro: quali gli obblighi per il datore di lavoro?


La legge stabilisce regole, procedure e misure preventive da adottare per rendere più sicuri i luoghi di lavoro. Il datore di lavoro ha l'obbligo di evitare o comunque ridurre al minimo l’esposizione dei lavoratori a rischi legati all’attività lavorativa.

Il Decreto Legislativo 81/2008, stabilisce le regole e gli obblighi disciplinati dal Testo Unico che i lavoratori e le aziende devono rispettare in merito alla salute e alla sicurezza sul lavoro. Il fine è quello di garantire la tutela della salute e della sicurezza dei lavoratori nei luoghi di lavoro. La tutela del lavoratore non è solo fisica, ma è anche inerente ad alcuni aspetti riguardanti la sfera psichica e i valori della persona. Grazie a questa legge sono state disciplinate le regole, le procedure e le misure preventive da adottare per rendere più sicuri i luoghi di lavoro, per evitare o comunque ridurre al minimo l’esposizione dei lavoratori a quei rischi legati all'attività lavorativa come infortuni o incidenti. Inoltre la legge prevede che i lavoratori siano informati e formati relativamente ai rischi connessi alla loro attività lavorativa allo scopo di tutelare l'integrità fisica. 

Cosa deve fare il datore di lavoro

I datori di lavoro hanno quindi l'obbligo morale, oltre che legale, di garantire un ambiente di lavoro sicuro e salubre. Questo obbligo permette anche vantaggi economici, in quanto la perdita di un valido dipendente comporta un danno per l'impresa e costi da dover sostenere per sostituire il soggetto infortunato. I datori di lavoro o i dirigenti inoltre sono tenuti a rispettare i seguenti obblighi e responsabilità:

  • valutano i rischi con l'elaborazione del Documento di Valutazione dei Rischi (DVR), è un documento la cui stesura deve essere seguita da un consulente esperto in sicurezza sul lavoro, è  un documento dinamico e segue l'evoluzione ed i cambiamenti strutturali, organizzativi e tecnici;
  • indicano il programma delle misure di prevenzione idonee a garantire i livelli di sicurezza;
  • dotano i lavoratori dei dispositivi di protezione individuale (DPI);
  • individuano e nominano i soggetti in grado di contribuire alla tutela della salute dei lavoratori: il responsabile del servizio prevenzione e protezione, il RSPP (il datore di lavoro può anche autonominarsi), il medico competente (MC), i lavoratori incaricati ad attuare le misure di gestione delle emergenze (incaricato lotta antincendio), l'incaricato primo soccorso;
  • informano, formano e addestrano i lavoratori sui rischi specifici e sulle misure di sicurezza da adottare.

 

Quali sono gli obblighi e le responsabilità di un datore di lavoro per quanto riguarda la sicurezza e la prevenzione?

Lancia una domanda
Lancia una domanda!

lavoro, azienda, impresa, sicurezza
Condividi su

Potrebbero interessarti anche...


Lavoro notturno, la salute ne risente

Lavoro notturno, la salute ne risente

di Know How
14 Set 2018
Manuale HACCP, per chi è obbligatorio?

Manuale HACCP, per chi è obbligatorio?

di Know How
10 Set 2018
Farmacie, la nuova disciplina

Farmacie, la nuova disciplina

di Know How
20 Apr 2018