-->

Sicurezza sul posto di lavoro: quali gli obblighi per il datore di lavoro?

di Know How

in AZIENDA
Tempo di lettura: 1 min

La legge stabilisce regole, procedure e misure preventive da adottare per rendere più sicuri i luoghi di lavoro. Il datore di lavoro ha l'obbligo di evitare o comunque ridurre al minimo l’esposizione dei lavoratori a rischi legati all’attività lavorativa.

Condividi su

Il Decreto Legislativo 81/2008, stabilisce le regole e gli obblighi disciplinati dal Testo Unico che i lavoratori e le aziende devono rispettare in merito alla salute e alla sicurezza sul lavoro. Il fine è quello di garantire la tutela della salute e della sicurezza dei lavoratori nei luoghi di lavoro. La tutela del lavoratore non è solo fisica, ma è anche inerente ad alcuni aspetti riguardanti la sfera psichica e i valori della persona. Grazie a questa legge sono state disciplinate le regole, le procedure e le misure preventive da adottare per rendere più sicuri i luoghi di lavoro, per evitare o comunque ridurre al minimo l’esposizione dei lavoratori a quei rischi legati all'attività lavorativa come infortuni o incidenti. Inoltre la legge prevede che i lavoratori siano informati e formati relativamente ai rischi connessi alla loro attività lavorativa allo scopo di tutelare l'integrità fisica. 

Cosa deve fare il datore di lavoro

I datori di lavoro hanno quindi l'obbligo morale, oltre che legale, di garantire un ambiente di lavoro sicuro e salubre. Questo obbligo permette anche vantaggi economici, in quanto la perdita di un valido dipendente comporta un danno per l'impresa e costi da dover sostenere per sostituire il soggetto infortunato. I datori di lavoro o i dirigenti inoltre sono tenuti a rispettare i seguenti obblighi e responsabilità:

  • valutano i rischi con l'elaborazione del Documento di Valutazione dei Rischi (DVR), è un documento la cui stesura deve essere seguita da un consulente esperto in sicurezza sul lavoro, è  un documento dinamico e segue l'evoluzione ed i cambiamenti strutturali, organizzativi e tecnici;
  • indicano il programma delle misure di prevenzione idonee a garantire i livelli di sicurezza;
  • dotano i lavoratori dei dispositivi di protezione individuale (DPI);
  • individuano e nominano i soggetti in grado di contribuire alla tutela della salute dei lavoratori: il responsabile del servizio prevenzione e protezione, il RSPP (il datore di lavoro può anche autonominarsi), il medico competente (MC), i lavoratori incaricati ad attuare le misure di gestione delle emergenze (incaricato lotta antincendio), l'incaricato primo soccorso;
  • informano, formano e addestrano i lavoratori sui rischi specifici e sulle misure di sicurezza da adottare.

 

Tag

lavoroaziendaimpresasicurezza

Condividi

Commenti 0

Sei un Knower? Effettua il login per lasciare un commento!




Scrivi tu il primo commento a questo articolo!

Tieniti aggiornato
iscriviti alla newsletter


Potrebbe interessarti anche..



Oggi parlo di AZIENDA