-->

Fattura elettronica: esoneri, transizione e semplificazioni

di Know How

in AZIENDA
Tempo di lettura: 1 min

Arriva la rivoluzione digitale del fisco: dal 1 gennaio 2019 la fattura elettronica sarà obbligatoria per tutti i soggetti IVA, i professionisti e le imprese. Ecco alcuni chiarimenti circa i soggetti esonerati, le fasi di transizione e le semplificazioni previste.

Condividi su

Ci siamo quasi: dal 1 gennaio 2019 la fattura elettronica sarà obbligatoria tra privati e verso i consumatori. Il 2019 sarà, insieme all'introduzione dello scontrino elettronico, un vero punto di svolta verso la digitalizzazione della documentazione fiscale del nostro Paese. Vediamo in questo articolo di fare chiarezza su alcuni aspetti.

Leggi anche > > >  Fattura elettronica e associazioni senza partita IVA, che fare?

Fattura elettronica, quali esoneri?

Fattura elettronica obbligatoria? Si, ma non per tutti; gli esoneri soggettivi ed oggettivi previsti sono:

  • per coloro che applicano il regime forfettario;
  • per coloro che applicano il regime di vantaggio;
  • per il regime speciale degli agricoltori;
  • per le società sportive dilettantistiche con volume d'affari inferiore a 65 mila euro;
  • solo per il 2019, per le fatture per le quali è obbligatorio l’invio dei dati al sistema TS Tessera Sanitaria.

Fattura elettronica, quale transizione?

Nonostante la data del 1 gennaio 2019 sia un termine perentorio e senza appello entro il quale bisogna organizzarsi per emettere la fattura elettronica, è stata confermata una fase di transizione che riguarda:

  • gli operatori con liquidazione trimestrale, transizione dal 1 gennaio 2019 al 30 giugno 2019;
  • gli operatori con liquidazione mensile, transizione dal 1 gennaio 2019 al 30 settembre 2019.

Questa semplificazione consentirà a tutti gli operatori di prendere confidenza con la predisposizione, la trasmissione e la ricezione delle fatture elettroniche avendo a disposizione dei margini di tempo più ampi e senza sanzioni.

Fattura elettronica, quali semplificazioni?

Dal 1 gennaio 2019 ci saranno già delle semplificazioni che opereranno a pieno regime:

  • le fatture emesse potranno essere registrate entro il 15 del mese successivo; si avrà quindi più tempo a disposizione per la registrazione, il cui termine precedente era di 15 giorni;
  • verrà abolito l'obbligo di numerare progressivamente le fatture di acquisto ricevute;
  • sarà possibile esercitare il diritto alla detrazione con riferimento alla liquidazione del periodo in cui l'operazione è stata effettuata, a condizione che la ricezione della fattura avvenga nei termini della liquidazione.

 

 

Tag

agenziadelleentratefatturazioneelettronicapartitaivaimpresa

Condividi

Commenti 0

Sei un Knower? Effettua il login per lasciare un commento!




Scrivi tu il primo commento a questo articolo!

Tieniti aggiornato
iscriviti alla newsletter


Potrebbe interessarti anche..



Oggi parlo di AZIENDA