Condividi su

Fallimento della persona fisica: i beni non pignorabili


Le limitazioni del legislatore, in materia di espropriazioni forzate, circa i beni di prima necessità: si considerano non pignorabili i mobili di stretta necessità, le scorte necessarie per mantenere la famiglia, alcuni documenti, gli animali domestici o impiegati per fini terapeutici.

Il momento del pignoramento di beni, presso una persona fisica dichiarata fallita, rappresenta un passaggio delicato. L'ufficiale giudiziario, munito del titolo esecutivo e del precetto, può ricercare le cose da pignorare nella casa del debitore e negli altri luoghi a lui appartenenti. Può anche ricercarle sulla persona del debitore, osservando le opportune cautele per rispettarne il decoro. (art. 513 c.p.c.).

Quali sono i beni non pignorabili?

Ci sono dei beni della persona fisica fallita che l'ordinamento ritiene assolutamente intoccabili e quindi non pignorabili (art. 514 c.p.c. modificato dall’art. 77 L. 221/2015) e sono:

  1. le derrate e i combustibili per mantenere la famiglia per un mese; i mobili di stretta necessità come il letto, il tavolo da pranzo, il frigorifero o la lavatrice, fatta eccezione per i mobili di valore antiquario; i vestiti e la biancheria; l’anello nuziale. Tra i beni impignorabili non rientra il televisore (C. Cost. 22 ottobre 1990 n. 492);
  2. gli oggetti che il fallito deve conservare per adempiere ad un pubblico servizio, come ad esempio le armi di ordinanza;
  3. le decorazioni al valore, gli scritti e i documenti di famiglia, purché non facciano parte di collezioni;
  4. cose sacre o destinate al culto;
  5. gli animali di affezione o da compagnia tenuti presso la casa del fallito o negli altri luoghi a lui appartenenti, senza fini produttivi, alimentari o commerciali;
  6. gli animali impiegati ai fini terapeutici o di assistenza del fallito, del coniuge, del convivente o dei figli.

La norma in oggetto individua quindi i beni che per il nostro ordinamento sono assolutamente non pignorabili al fine di tutelare i beni che hanno per il debitore un certo valore affettivo, quelli che garantiscono il sostentamento del debitore e delle persone della sua famiglia o, ancora, quelli che gli danno la possibilità di continuare a svolgere la propria attività lavorativa. L'impignorabilità assoluta deve essere eccepita dall'esecutato, mentre non può essere rilevata d'ufficio. Essa può essere fatta rilevare con l'opposizione all'esecuzione in base all'art. 615 del c.p.c..

Quali sono i beni della persona fisica che non possono essere assolutamente pignorati?

Lancia una domanda
Lancia una domanda!

fallimento, famiglia, impresa
Condividi su

Potrebbero interessarti anche...


Lavoro e malattia: la visita fiscale

Lavoro e malattia: la visita fiscale

di Know How
21 Mar 2019
Basta debiti, ecco la soluzione

Basta debiti, ecco la soluzione

di Know How
13 Mar 2019