-->

Bonus mamma 2019: tutti i requisiti

di Know How

in FAMIGLIA
Tempo di lettura: 1 min

Il Premio alla nascita, detto anche "bonus mamma domani" consiste in un assegno di 800 euro erogato in un'unica soluzione per la nascita di un bambino. Ecco chi ne ha diritto, i requisiti da possedere e le modalità di presentazione delle domande all'INPS.

Condividi su

Anche per il 2019 è previsto il Bonus mamma domani, il cui nome tecnico è "premio alla nascita": consiste in un assegno da 800 euro erogato dall’INPS in un'unica soluzione in occasione della nascita, dell'adozione o affidamento di un bambino. Vediamo dunque quali sono i requisiti di cui deve essere in possesso la richiedente, come e quando quest'ultima può fare domanda e cosa gli spetta.

Leggi anche > > > Bonus bebè 2019: l'assegno di natalità

Bonus mamma, quando chiederlo?

Quando è possibile richiedere l'assegno di 800 euro previsto dal Bonus mamma domani? Devono ricorrere necessariamente alcune condizioni affinchè l'INPS possa accogliere la domanda ed erogare il contributo previsto; di seguito elenchiamo i casi in cui è possibile richiederlo:

  • al compimento del settimo mese di gravidanza (inizio ottavo mese di gravidanza);
  • in seguito al parto, anche se antecedente all’inizio dell'ottavo mese di gravidanza;
  • in caso di adozione nazionale o internazionale del minore;
  • in caso di affidamento preadottivo nazionale o affidamento preadottivo internazionale.

Possono fare domanda tutte le donne con cittadinanza italiana o comunitaria, le cittadine non comunitarie in possesso dello status di rifugiato politico e protezione sussidiaria e le cittadine non comunitarie in possesso del permesso di soggiorno per lunghi periodi o carte di soggiorno per familiari di cittadini UE.

Leggi anche > > > Assegno terzo figlio 2019: bonus per famiglie numerose

Bonus mamma, come presentare la domanda?

La domanda per ottenere l'assegno INPS di 800 euro va presentata dopo il compimento del settimo mese di gravidanza e comunque, improrogabilmente entro un anno dalla nascita, dall'adozione o dall'affidamento. In caso di parto plurimo, anche se la domanda è stata già presentata al compimento del settimo mese di gravidanza, andrà presentata anche alla nascita con l'inserimento di tutte le informazioni necessarie per usufruire dell'integrazione del premio già richiesto in base al numero dei bambini nati al momento del parto. La domanda può essere presentata anche nell'ipotesi in cui la gravidanza non viene portata a termine a causa di un'interruzione della stessa.  Alla domanda da presentare all'INPS deve essere allegata la certificazione sanitaria rilasciata dal medico del Servizio Sanitario Nazionale (SSN) che attesta la data presunta del parto. La domanda può essere presentata:

  • Online dal sito dell'INPS con l’inserimento del PIN attraverso il servizio dedicato.
  • Contact center al numero 803 164 (gratuito da rete fissa) oppure 06 164 164 da rete mobile;
  • Enti di patronato e intermediari dell'Istituto attraverso i servizi telematici offerti dagli stessi.

Hai bisogno di supporto per presentare la domanda? Fatti aiutare dai Knowerscarica l'app e lancia una domanda: è gratis!

Tag

redditofamigliabonusagevolazioniinpsincentivi

Condividi

Commenti 0

Sei un Knower? Effettua il login per lasciare un commento!




Scrivi tu il primo commento a questo articolo!

Tieniti aggiornato
iscriviti alla newsletter


Potrebbe interessarti anche...

Bonus bebè 2019: occhio alla scadenza!

di Know How
12 giugno 2019    0
famiglia, bonus, inps, reddito


Oggi parlo di FAMIGLIA