Il Blog di Know How

Soluzioni per imprese e privati
Blog / Bonus Edicole: un contributo una tantum di 500 euro

Bonus Edicole: un contributo una tantum di 500 euro

Bonus Edicole: un contributo una tantum di 500 euro

Dovrebbe arrivare a breve il Bonus Edicole, a sostegno delle attività che hanno continuato a lavorare durante i mesi di lockdown.



Durante i mesi di lockdown si è parlato molto delle edicole di giornali, tra posizioni a sostegno delle aperture e i contrari. A prescindere da queste posizioni, crediamo che sia fuori di dubbio che il servizio svolto dagli edicolanti, soprattutto per coloro che non hanno accesso a internet, sia stato assai prezioso.

Si è trattato di aperture in una situazione molto complicata, caratterizzata da un forte calo di fatturato. Per questo motivo il decreto Rilancio ha definito una misura di sostegno che prende il nome di Bonus Edicole.

Il bonus è da considerarsi come un contributo una tantum per il solo anno 2020 e si rivolge a tutte le persone fisiche esercenti attività di rivendita di giornali e che non siano titolari di redditi da lavoro dipendente o pensione.

A quanto ammonta il contributo?

Il contributo per le edicole è fissato ad euro 500 a valere su un fondo di 7 milioni per il solo anno in corso.

Il contributo concesso dal bonus non concorre alla formazione del reddito.

Cosa succede se le domande superano il fondo?

Qualora le domande dovessero superare lo stanziamento del fondo, questo verrà ripartito proporzionalmente tra tutti gli aventi diritto.

La presentazione della domanda non è ancora possibile in quanto alla data di oggi si è ancora in attesa delle modalità operative. Ci potrebbero volere ancora mesi prima di poter ricevere il bonus edicole

Leggi anche >>> Proroga per il Reddito di Emergenza: procedura, requisiti e motivi di esclusione

Leggi anche >>> Gli aiuti degli enti territoriali per le imprese in difficoltà

Hai altro da chiedere?

Se desideri altre informazioni o un chiarimento sull'argomento di questo articolo, clicca su FAI LA TUA DOMANDA per inviare un tuo quesito. Non è richiesta alcuna registrazione. Riceverai la tua risposta, personalizzata, direttamente nella casella di posta.





L'autore
  • redazione-know-how-2-2021-06-04_11-27-58-foto-profilo-know-how.jpg

    Know How è un progetto di innovazione della consulenza, a favore di imprese e cittadini, che coinvolge professionisti dell’area legale ed economica. Il progetto è nato dalla mente del suo fondatore, Vincenzo Ciulla, e della sua società di consulenza: Korion.
    Il nostro motto è diventato: 100% esitate, perché questa è la percentuale reale delle domande che oggi ricevono una risposta, anche se preferiamo parlare di soluzioni. La sfida per il futuro è ingrandire la community, generare più interazione, fare più informazione e coinvolgere sempre più professionisti, ma solo coloro che credono in quello che facciamo.