Il Blog di Know How

Soluzioni per imprese e privati
Blog / Strutture alberghiere: bonus fiscale del 65%

Strutture alberghiere: bonus fiscale del 65%

Strutture alberghiere: bonus fiscale del 65%

La Legge di Bilancio 2019  ha previsto per alberghi, hotel, agriturismi ed in generale per gli immobili ad uso turistico, la possibilità di beneficiare di un'importante agevolazione fiscale del 65% sulle ristrutturazioni edili. Domande da inviare tra le 10 del 3 aprile e le 16 del 4 aprile.



Entro il 21 marzo 2019, mediante accesso con firma digitale sul Portale dedicato del Ministero delle politiche agricole alimentari, forestali e del turismo, sarà possibile compilare le istanze per usufruire del credito d'imposta a favore di strutture alberghiere ed agrituristiche disciplinato dal decreto interministeriale 20 dicembre 2017, nella misura del 65% per le spese sostenute in alcuni particolari ambiti.

Leggi anche > > > Imprese e turismo: contributi al 60% per PMI dalla Regione Abruzzo

Bonus fiscale: quali strutture alberghiere?

L'agevolazione riguarda le strutture alberghiere esistenti dal 1 gennaio 2012 ovvero a quelle "strutture aperte al pubblico, a gestione unitaria, con servizi centralizzati che forniscono alloggio, eventualmente vitto ed altri servizi accessori, in camere situate in uno o più edifici", che abbiano non meno di sette camere per il pernottamento, come ad esempio:

  • Alberghi;
  • Villaggi albergo;
  • Residenze turistico-alberghiere;
  • Alberghi diffusi;
  • Altre strutture individuate come tali dalle normative regionali (comprese quelle che svolgono attività agrituristica).

Il Bonus è concesso a ciascuna impresa fino all'importo massimo di 200 mila euro in un biennio di riferimento. Il credito d’imposta è alternativo e non cumulabile, in relazione alle medesime voci di spesa, con altre agevolazioni di natura fiscale.

Leggi anche > > > Imprese e turismo: fino al 70% a fondo perduto per il cratere sismico aquilano

Bonus fiscale: per quali interventi?

Sono ammessi al beneficio gli interventi di:

  • Acquisto di mobili e componenti d'arredo;
  • Manutenzione straordinaria;
  • Restauro e risanamento conservativo;
  • Ristrutturazione edilizia;
  • Eliminazione delle barriere architettoniche;
  • Incremento dell'efficienza energetica;
  • Misure antisismiche (comprese le spese per la redazione della documentazione obbligatoria atta a comprovare la sicurezza statica).

Le domande potranno essere inviate, sempre mediante la medesima piattaforma, esclusivamente dalle ore 10:00 del 3 aprile 2019 alle ore 16:00 del 4 aprile 2019 con procedura a "sportello" che premierà le istanze protocollate per prima (Click Day).

Hai altro da chiedere?

Se desideri altre informazioni o un chiarimento sull'argomento di questo articolo, clicca su FAI LA TUA DOMANDA per inviare un tuo quesito. Non è richiesta alcuna registrazione. Riceverai la tua risposta, personalizzata, direttamente nella casella di posta.





L'autore
  • LucaDomenicoChiacchiari.jpg

    Luca Domenico Chiacchiari da circa 15 anni è titolare dell'omonimo studio professionale a Pescara in Via Falcone e Borsellino n. 26. Svolge consulenza contabile e tributaria per società, imprenditori e professionisti, consulenza civilistico-fiscale in favore di Enti NO profit, redazione di business plan e controllo dei conti nell'ambito di finanziamenti pubblici regionali e nazionali, revisore contabile nell'ambito dei progetti di Formazione Continua alle PMI, è Delegato del Tribunale per gestione Esecuzioni Immobiliari. Sportivo da sempre, da 15 anni assiste ASD, SSD e CIRCOLI ricreativi e culturali del centro Italia, anche in partenariato con importanti Enti ed organizzazioni nazionali come UISP, CSEN, FILJKAM e FISE.