-->

Strutture alberghiere: bonus fiscale del 65%

di Luca Domenico Chiacchiari

in AZIENDA
Chatta su Know How
Tempo di lettura: 1 min

La Legge di Bilancio 2019  ha previsto per alberghi, hotel, agriturismi ed in generale per gli immobili ad uso turistico, la possibilità di beneficiare di un'importante agevolazione fiscale del 65% sulle ristrutturazioni edili. Domande da inviare tra le 10 del 3 aprile e le 16 del 4 aprile.

Condividi su

Entro il 21 marzo 2019, mediante accesso con firma digitale sul Portale dedicato del Ministero delle politiche agricole alimentari, forestali e del turismo, sarà possibile compilare le istanze per usufruire del credito d'imposta a favore di strutture alberghiere ed agrituristiche disciplinato dal decreto interministeriale 20 dicembre 2017, nella misura del 65% per le spese sostenute in alcuni particolari ambiti.

Leggi anche > > > Imprese e turismo: contributi al 60% per PMI dalla Regione Abruzzo

Bonus fiscale: quali strutture alberghiere?

L'agevolazione riguarda le strutture alberghiere esistenti dal 1 gennaio 2012 ovvero a quelle "strutture aperte al pubblico, a gestione unitaria, con servizi centralizzati che forniscono alloggio, eventualmente vitto ed altri servizi accessori, in camere situate in uno o più edifici", che abbiano non meno di sette camere per il pernottamento, come ad esempio:

  • Alberghi;
  • Villaggi albergo;
  • Residenze turistico-alberghiere;
  • Alberghi diffusi;
  • Altre strutture individuate come tali dalle normative regionali (comprese quelle che svolgono attività agrituristica).

Il Bonus è concesso a ciascuna impresa fino all'importo massimo di 200 mila euro in un biennio di riferimento. Il credito d’imposta è alternativo e non cumulabile, in relazione alle medesime voci di spesa, con altre agevolazioni di natura fiscale.

Leggi anche > > > Imprese e turismo: fino al 70% a fondo perduto per il cratere sismico aquilano

Bonus fiscale: per quali interventi?

Sono ammessi al beneficio gli interventi di:

  • Acquisto di mobili e componenti d'arredo;
  • Manutenzione straordinaria;
  • Restauro e risanamento conservativo;
  • Ristrutturazione edilizia;
  • Eliminazione delle barriere architettoniche;
  • Incremento dell'efficienza energetica;
  • Misure antisismiche (comprese le spese per la redazione della documentazione obbligatoria atta a comprovare la sicurezza statica).

Le domande potranno essere inviate, sempre mediante la medesima piattaforma, esclusivamente dalle ore 10:00 del 3 aprile 2019 alle ore 16:00 del 4 aprile 2019 con procedura a "sportello" che premierà le istanze protocollate per prima (Click Day).

Tag

impresaagevolazionibonusincentivileggedibilancio2019

di Luca Domenico Chiacchiari
Dottore Commercialista e Revisore Contabile

Luca Domenico Chiacchiari

Luca Domenico Chiacchiari da circa 15 anni è titolare dell'omonimo studio professionale a Pescara in Via Falcone e Borsellino n. 26. Svolge consulenza contabile e tributaria per società, imprenditori e professionisti, consulenza civilistico-fiscale in favore di Enti NO profit, redazione di business plan e controllo dei conti nell'ambito di finanziamenti pubblici regionali e nazionali, revisore contabile nell'ambito dei progetti di Formazione Continua alle PMI, è Delegato del Tribunale per gestione Esecuzioni Immobiliari. Sportivo da sempre, da 15 anni assiste ASD, SSD e CIRCOLI ricreativi e culturali del centro Italia, anche in partenariato con importanti Enti ed organizzazioni nazionali come UISP, CSEN, FILJKAM e FISE.

www.knowhow.it

Condividi

Commenti 0

Sei un Knower? Effettua il login per lasciare un commento!




Scrivi tu il primo commento a questo articolo!

Tieniti aggiornato
iscriviti alla newsletter


Potrebbe interessarti anche..



Oggi parlo di AZIENDA