-->

Start: il bonus della Regione Puglia a favore dei liberi professionisti

di Redazione

in FINANZIAMENTI E INVESTIMENTI
Tempo di lettura: 2 min

La Regione Puglia ha pubblicato un nuovo bando che intende offrire un supporto economico sotto forma di bonus da 2000 euro a favore dei lavoratori autonomi in possesso di partita iva. Tutti i dettagli nell'articolo.

Condividi su

La difficile situazione economica determinatasi a causa del lockdown ha messo in ginocchio la quasi totalità dei lavori, e tra questi anche gli autonomi titolari di partita iva o con contratto di collaborazione. Ogni Regione ha cercato o sta cercando di offrire supporto sotto forma di agevolazioni, contributi o bonus, come nel caso dell’ultimo bando emanato dalla Regione Puglia proprio in questi giorni di metà Luglio. Il bando si chiama Start e vuole essere un modo per riportare l’attenzione sulla necessità di partire, o ripartire, con un nuovo corso economico e lavorativo.

 

A chi si rivolge il bando Start?

La lista dei soggetti che possono accedere alla domanda, almeno sulla carta, è lunga benché organizzata in due macro categorie. Nell’elenco rientrano:

  1. Liberi professionisti titolari di partita iva attiva alla data della partecipazione all'Avviso pubblico - compresi i partecipanti agli studi associati, costituiti esclusivamente con contratto di associazione in partecipazione o altra forma associativa, purché non di natura commerciale d'impresa e che prevedano l'obbligatoria iscrizione al Registro delle Imprese della competente Camera di Commercio;
  2. Titolari di rapporti di collaborazione coordinata e continuativa.

 

Quali criteri devono rispettare i liberi professionisti

I liberi professionisti, ovvero quelli rappresentati dal gruppo 1 del precedente paragrafo, devono necessariamente rispondere ai seguenti requisiti:

  1. Essere iscritti all'albo professionale e alla relativa Cassa previdenziale privata, ovvero, nel caso in cui l'attività esercitata non rientri tra le professioni intellettuali che hanno una Cassa, siano iscritti alla gestione separata dell'INPS;
  2. Aver iniziato l'attività prima dell'1/02/2020;
  3. Avere il domicilio fiscale sul territorio regionale della Puglia;
  4. Avere un reddito lordo da lavoro autonomo da ultima Dichiarazione dei redditi presentata al momento della presentazione dell'istanza non superiore a 23.400,00 euro e con un volume d'affari complessivo non superiore a 30.000,00 euro. Questo requisito non viene richiesto per coloro i quali abbiano attivato la partita iva nel corso del 2020.
  5. Non essere titolari di trattamento pensionistico di anzianità o vecchiaia;
  6. Non essere titolari di contratto di lavoro subordinato alla data di presentazione della candidatura.

 

Quali criteri devono rispettare i titolari di rapporto di collaborazione

Se il tuo profilo, invece, appartiene alla seconda macro categoria, i criteri da osservare obbligatoriamente sono questi:

  1. Essere iscritti alla Gestione Separata;
  2. Avere rapporti di collaborazione coordinata e continuativa attivi alla data dell'1/02/2020;
  3. Essere residenti in Puglia alla data del 01/02/2020;
  4. Non essere iscritti ad altra forma di previdenza obbligatoria;
  5. Avere un reddito lordo da lavoro autonomo da ultima Dichiarazione dei redditi presentata al momento della presentazione dell’istanza non superiore a 23.400,00 euro e con un volume d’affari complessivo non superiore a 30.000,00 euro. Questo requisito non viene richiesto per coloro i quali abbiano attivato la partita IVA nel corso del 2020
  6. Non essere titolari di trattamento pensionistico di anzianità o vecchiaia.
  7. Non essere titolari di contratto di lavoro subordinato alla data di presentazione della candidatura.

 

Tempi e modalità di presentazione della domanda

Le risorse disponibili purtroppo non sono illimitate ma esiste un fondo che andrà ad esaurimento ed una volta esaurito non sarà più possibile accedere al bonus. La data ultima di presentazione della domanda, a prescindere dalla disponibilità, è fissata alle ore 12:00 del 30 settembre 2020, ed è attiva dal 15 luglio 2020. Il testo del bando e i documenti per la partecipazione sono consultabili sul sito di Sistema Puglia.

 

A quanto ammonta il beneficio?

Lo stanziamento complessivo delle Regione Puglia è di 124.000.000 euro, il bonus previsto per i beneficiari è di 2000 euro al lordo delle ritenute.

 

A quale professionista rivolgersi?

Su Know How è possibile chiedere supporto alla community di Commercialisti e Tributaristi a cui chiedere supporto per la compilazione della domanda e degli allegati. Per entrare in contatto con la Community di Know How è sufficiente scaricare l’app di Know How, registrarsi ed inviare tutte le domande che vuoi.

Leggi anche >>> Puglia Sounds: il bando per fare rete tra gli imprenditori dello spettacolo

Tag

BandoRegione PugliaLibero Professionistapartitaiva

Condividi

Commenti 0

Sei un Knower? Effettua il login per lasciare un commento!




Scrivi tu il primo commento a questo articolo!

Tieniti aggiornato
iscriviti alla newsletter


Potrebbe interessarti anche...



Oggi parlo di FINANZIAMENTI E INVESTIMENTI