Il Blog di Know How

Soluzioni per imprese e privati
Blog / Sport Bonus 2019: partono le agevolazioni

Sport Bonus 2019: partono le agevolazioni

Sport Bonus 2019: partono le agevolazioni

Pubblicato il Decreto attuativo sullo Sport Bonus 2019, la misura destinata a favorire la ristrutturazione o la nuova costruzione di impianti sportivi pubblici: imprese, persone fisiche ed enti non commerciali potranno usufruire dei crediti d'imposta. Prima finestra fino al 4 luglio 2019.



Anche per quest'anno la legge di Bilancio ha previsto lo Sport Bonus, una misura che prevede agevolazioni fiscali per le erogazioni liberali destinate alla manutenzione e al restauro degli impianti sportivi pubblici o alla realizzazione di nuove strutture. Il bonus, utilizzabile esclusivamente in compensazione, in tre quote annuali di pari importo negli esercizi finanziari 2019, 2020 e 2021, sarà riconosciuto in due finestre temporali: la prima si è aperta il 4 giugno e l'altra è prevista per il 15 ottobre 2019. Ecco come funziona.

Leggi anche > > > Sport Bonus 2019: tutti i dettagli

Sport Bonus 2019: che cos'è?

Lo Sport Bonus 2019 è un'agevolazione destinata a coloro che nel corso dell'anno elargiscono donazioni per ristrutturare e conservare gli impianti sportivi pubblici. Viene riconosciuta sotto forma di credito d'imposta pari al 65% delle erogazioni effettuate, non cumulabile, e spetta:

  • alle persone fisiche e agli enti non commerciali nel limite del 20% del reddito imponibile;
  • alle imprese nel limite del 10 per mille dei ricavi annui. Per il 2018, invece, restava nei limiti del 3 per mille dei ricavi annui, in misura pari al 50% delle erogazioni liberali in denaro fino a 40 mila euro effettuate nel corso dell'anno.

Il limite complessivo di spesa previsto per lo Sport Bonus 2019 passa da 10 milioni di euro del 2018 a 13,2 milioni di euro del 2019. Altra novità di quest'anno è che le agevolazioni previste sono riconosciute non solo per la manutenzione e il restauro ma anche per la realizzazione di nuove strutture sportive pubbliche.

Leggi anche > > > ASD e SSD: sgravi fiscali per chi sostiene lo sport

Sport Bonus 2019: come beneficiarne?

Dal 4 giugno e fino al 4 luglio 2019 è possibile accedere alla prima finestra, delle due previste nell'anno, per usufruire del credito d’imposta per le erogazioni liberali in denaro effettuate per interventi di manutenzione, restauro o realizzazione di nuove strutture sportive pubbliche destinato alle persone fisiche, agli enti non commerciali e ai soggetti titolari di reddito d'impresa. Per poter beneficiare dello Sport Bonus 2019, le donazioni devono essere eseguite utilizzando come metodo di pagamento:

  • bonifico bancario;
  • carte di debito, carte di credito o prepagate;
  • bollettino postale;
  • assegni bancari e circolari.

Per quanto riguarda la procedura, gli interessati devono scaricare e compilare il modulo di domanda, a seconda della categoria di appartenenza:

La domanda va inviata esclusivamente tramite PEC all'indirizzo ufficiosport@pec.governo.it entro il 4 luglio 2019, indicando nell'oggetto della mail: Sport Bonus 1° finestra 2019. L'Ufficio per lo sport invierà alla PEC del richiedente un numero di codice seriale identificativo ed univoco ed entro il 19 luglio verrà pubblicato su www.sport.governo.it l'elenco delle persone fisiche, degli enti non commerciali e delle imprese che potranno effettuare l'erogazione liberale in denaro. Nei dieci giorni successivi alla pubblicazione e non oltre il 29 luglio i soggetti indicati nell'elenco potranno effettuare l’erogazione in denaro; i soggetti destinatari delle donazioni, entro dieci giorni dal ricevimento, e comunque non oltre il 9 agosto dichiarano, con apposito modulo, di aver ricevuto il denaro. L'Ufficio per lo sport, successivamente, pubblica l'elenco dei beneficiari del credito di imposta individuabili con il numero di codice seriale.

Hai altro da chiedere?

Se desideri altre informazioni o un chiarimento sull'argomento di questo articolo, clicca su FAI LA TUA DOMANDA per inviare un tuo quesito. Non è richiesta alcuna registrazione. Riceverai la tua risposta, personalizzata, direttamente nella casella di posta.





L'autore
  • user-avatar.png

    Know How è un progetto di innovazione della consulenza, a favore di imprese e cittadini, che coinvolge professionisti dell’area legale ed economica. Il progetto è nato dalla mente del suo fondatore, Vincenzo Ciulla, e della sua società di consulenza: Korion. Il nostro motto è diventato: 100% esitate, perché questa è la percentuale reale delle domande che oggi ricevono una risposta, anche se preferiamo parlare di soluzioni. La sfida per il futuro è ingrandire la community, generare più interazione, fare più informazione e coinvolgere sempre più professionisti, ma solo coloro che credono in quello che facciamo.