-->

Incentivi per le imprese: Fabbrica intelligente, Agrifood e Scienze della vita

di Know How

in AZIENDA
Tempo di lettura: 2 min

Agevolazioni in favore di progetti di ricerca e sviluppo nei settori applicativi della Strategia nazionale di specializzazione intelligente relativi a Fabbrica intelligente, Agrifood e Scienze della vita. La maggior parte dei fondi è destinata alle regioni del mezzogiorno e in transizione.

Condividi su

È stato pubblicato sul sito del MISE (Ministero dello sviluppo economico) il bando che definisce una nuova agevolazione in favore dei progetti di ricerca e sviluppo promossi nell'ambito delle aree tecnologiche: dal 22 gennaio 2019 le imprese potranno presentare, anche in forma congiunta, i progetti di ricerca industriale e sviluppo sperimentale per i settori applicativi "Fabbrica intelligente", "Agrifood" e "Scienze della vita".

Leggi anche > > > Bando ISI INAIL: finanziamenti a fondo perduto per la sicurezza sul lavoro

Quali sono i settori applicativi?

Il settore applicativo Fabbrica Intelligente fa riferimento in particolare ai sistemi produttivi per la produzione personalizzata, strategie, modelli e strumenti per la sostenibilità industriale, sistemi per la valorizzazione delle persone nelle fabbriche, strategie e management per i sistemi produttivi di prossima generazione.

L'area Agrifood fa riferimento a soluzioni tecnologiche per la produzione, la conservazione, la tracciabilità e la qualità dei cibi. Comprende una grande varietà di comparti produttivi riconducibili all’agricoltura e alle attività̀ connesse, alle foreste e all'industria del legno, all'industria della trasformazione alimentare e delle bevande, all'industria meccano-alimentare, del packaging e dei materiali per il confezionamento; inoltre, nell'area sono inclusi i servizi legati al commercio, alla GDO e alla commercializzazione all'ingrosso e al dettaglio, fino ai settori legati al turismo rurale ed enogastronomico.

Il settore applicativo Scienze della vita si riferisce invece alle tecnologie per l'invecchiamento attivo e l'assistenza domiciliare, alla diagnostica avanzata, alla medicina rigenerativa, predittiva e personalizzata, alle biotecnologie, alla bioinformatica e allo sviluppo farmaceutico.

A chi sono rivolti gli incentivi?

I soggetti che possono beneficiare di questi incentivi sono le imprese di qualsiasi dimensione che esercitano attività industriali, agroindustriali, artigiane, di servizi all'industria e i centri di ricerca. I progetti devono essere realizzati nelle regioni meno sviluppate (Basilicata, Calabria, Campania, Puglia e Sicilia) e in transizione (Abruzzo, Molise e Sardegna), con la possibilità di coinvolgere, in caso di progetti realizzati in forma congiunta, unità operative localizzate nelle regioni più sviluppate.

In cosa consistono gli incentivi?

Per la procedura sono disponibili 397 milioni di euro su una dotazione complessiva di 562,7 milioni (risorse del Pon Imprese e Competitività e del Fondo Crescita Sostenibile). Possono essere finanziati progetti di ricerca industriale e sviluppo sperimentale di importo compreso tra 5 e 40 milioni di euro per la realizzazione o il miglioramento di prodotti, processi e servizi nei settori "Fabbrica intelligente", "Agrifood" e "Scienze della vita". Le agevolazioni sono concesse nella forma del contributo diretto alla spesa, nella misura minima del 20% dei costi agevolabili e, ove previsto dall'accordo, del finanziamento agevolato, nell'eventuale misura massima del 20% dei costi agevolabili. L'intervento agevolativo verrà attuato secondo due differenti procedure:

  • valutativa a sportello, per i progetti con costi ammissibili compresi tra 800 mila e 5 milioni di euro;
  • valutativa negoziale, per i progetti con costi ammissibili compresi tra 5 e 40 milioni di euro. I progetti devono essere realizzati nell'ambito di una o più delle proprie unità locali ubicate nel territorio nazionale e avere una durata non superiore a 36 mesi.

Come presentare le domande per gli incentivi?

Le domande di agevolazione che devono essere redatte e presentate esclusivamente in via telematica dalle ore 10.00 alle ore 19.00 di tutti i giorni lavorativi, dal lunedì al venerdì, a partire dal 22 gennaio 2019, pena l'invalidità e l'irricevibilità, utilizzando la procedura disponibile nel sito internet Fondo per la Crescita Sostenibile del MiSE. Le attività inerenti alla predisposizione della domanda di agevolazioni e della documentazione da allegare alla stessa possono essere svolte dai soggetti proponenti anche prima dell'apertura del termine di presentazione delle domande. Per maggiori informazioni e per reperire la modulistica necessaria, visita il sito www.sviluppoeconomico.gov.it.

Tag

impresaagevolazioniincentiviazienda

Condividi

Commenti 0

Sei un Knower? Effettua il login per lasciare un commento!




Scrivi tu il primo commento a questo articolo!

Tieniti aggiornato
iscriviti alla newsletter


Potrebbe interessarti anche..



Oggi parlo di AZIENDA