-->

Il futuro degli sportivi professionisti: come gestire le proprie risorse economiche?

di Vincenzo Ciulla

in REDDITO
Chatta su Know How
Tempo di lettura: 1 min

Gestire le proprie finanze cercando un equilibrio tra le esigenze tangibili del presente e quelle più fumose del futuro non è mai cosa semplice: la tendenza a procrastinare va combattuta anticipando l'analisi della situazione e la sua soluzione grazie all'assistenza di un professionista.

Condividi su

Molti calciatori professionisti e sportivi professionisti che durante la loro carriera hanno guadagnato ingenti somme di denaro, spesso, terminata la carriera professionistica, si ritrovano sul lastrico. Perché?

Quando la carriera sportiva è al massimo della sua espressione il futuro sembra essere qualcosa di molto lontano capace di generare preoccupazioni solo in termini di capacità agonistica. In verità il futuro, soprattutto per coloro che hanno intrapreso la via del professionismo è denso di insidie, in particolare sul piano economico.

Quando preoccupari del proprio futuro economico?

I giovani talenti nelle varie discipline sportive, soprattutto quelle nelle quali ormai gli zeri sono tanti, tipo il calcio, spesso spendono e spandono senza pensare al domani. La bella vita certo piace a tutti ma sarebbe molto importante che questi giovani talenti, pensassero anche al proprio futuro.

Se andiamo a guardare alcuni numeri, la questione diventa ancora più interessante. La statistica ci dice che che mediamente la carriera di uno sportivo professionista è di circa 20 anni, che si traduce in un fine carriera intorno ai 40. E dopo? Questa è una domanda a cui è necessario dare una risposta il prima possibile. La prassi solita è quella di iniziare a preoccuparsi del proprio futuro soltanto al termine della propria carriera, magari chiedendo supporto per come gestire la ricchezza accumulata negli anni di carriera.

Gli errori che spesso commettono è quello di affidarsi a gente senza scrupoli che anziché frenare i loro assistiti contribuiscono a creare buchi enormi nei loro bilanci. Leggiamo ogni giorno di famosi calciatori ridotti alla miseria.

L'importanza di un professionista

Il consiglio che personalmente posso dare è quello di affidarsi da subito a professionisti seri e preparati in grado di pianificare il presente ma soprattutto il futuro, cercando di evitare di indirizzare le proprie risorse su investimenti sbagliati o troppo rischiosi. Meglio pagare una costosa parcella di un professionista che dà buoni consigli piuttosto che sperare in facili guadagni.

Tag

Investimentisport

di Vincenzo Ciulla
Consulente Aziendale

Vincenzo Ciulla

Fondatore e CEO di Know How, Vincenzo Ciulla è laureato in Economia e Commercio alla "Cattolica di Milano". Esperto in risanamento di imprese operanti nei settori agro-industriale, lusso, immobiliare, gdo. Inizia la propria carriera in Price Water House Coopers Spa di Milano dedicandosi prima alla revisione contabile di aziende quotate, poi al Transaction Services. È stato responsabile M&A di un fondo di private equity di diritto belga. È stato co-fondatore di Ferax Merchant Spa, specializzata nelle attività di turnaround. È stato Amministratore Delegato della Lazzaroni & C. Spa e della Sapori Italia Srl. Nel 2009 fonda Korion, società specializzata nella consulenza straordinaria di impresa, di cui è amministratore unico. Nel 2016 fonda la Fuddria Srl con cui inizia l'avventura di Know How.
 

www.knowhow.it

Condividi

Commenti 0

Sei un Knower? Effettua il login per lasciare un commento!




Scrivi tu il primo commento a questo articolo!

Tieniti aggiornato
iscriviti alla newsletter


Potrebbe interessarti anche...



Oggi parlo di REDDITO