Il Blog di Know How

Soluzioni per imprese e privati
Blog / Garanzia Campania Bond a sostegno delle PMI

Garanzia Campania Bond a sostegno delle PMI

Garanzia Campania Bond a sostegno delle PMI

Prende il via Garanzia Campania Bond, uno strumento finanziario innovativo progettato dalla Regione Campania per sostenere la crescita delle PMI della regione. Prevede l’emissione di Minibond da parte di Pmi campane, raggruppati in un portafoglio massimo di 148 milioni di euro.



La Regione Campania ha ideato ed avviato uno strumento finanziario innovativo per sostenere le crescita delle PMI regionali:  Garanzia Campania Bond, che prevede l'emissione di mini bond da parte delle piccole e medie imprese campane che vogliono ottenere un finanziamento a lungo termine per sostenere la crescita e lo sviluppo senza garanzie reali e con condizioni competitive.

In questo modo si cerca di facilitare l'accesso delle PMI campane al mercato dei capitali attraverso degli strumenti di finanza alternativa per sostenere progetti di espansione, rafforzamento o innovazione. L'insieme dei MiniBond, "portafoglio", avrà un ammontare massimo di 148 milioni di euro e saranno coperti da una garanzia pubblica che arriva ad un massimo di 37 milioni euro. Il portafoglio è garantito da Sviluppo Campania con risorse del POR FESR Regione Campania 2014-2020.

A chi si rivolge?

A tutti gli imprenditori di piccole e medie imprese collocate sul territorio campano che vogliono far crescere la propria azienda esplorando i canali della finanza alternativa e che siano in possesso di requisiti qualitativi e quantitativi. In maniera più specifica possiamo riepilogare evidenziando che i requisiti sono:

  • Essere una PMI;
  • Avere Sede Operativa nella Regione Campania;
  • Avere un rating di almeno BB- sulla scala di Standard & Poor's o equivalente.

Le PMI che non sono ancora in possesso di un valido rating di almeno BB- possono comunque partecipare al bando a patto che riescano a dimostrare i seguenti requisiti:

  • Bilanci approvati e depositati in forma non abbreviata negli ultimi 3 esercizi;
  • Non aver realizzato perdite d'esercizio in più di uno degli ultimi 3 esercizi.

Inoltre, sulla base dell'ultimo esercizio:

  • Ricavi di vendita minimo 10 milioni di euro;
  • PFN/EBITDA < [5,0]x
  • PFN/PN: < [3]x
  • EBITDA/Ricavi di Vendita: > [4]%

Quali sono i vantaggi?

Sono tanti i vantaggi per le PMI che decidono di seguire questa strada, soprattutto in un periodo come questo in cui ancora si avverte pesante la crisi del credito, in partixolare nel meridione:

  • Poter ottenere liquidità senza dover concedere alcuna garanzia reale;
  • Poter usufruire di condizioni economiche competitive grazie alla garanzia pubblica e al basso rischio per gli investitori in virtù della natura del portafogli;
  • Ottenere liquidità a condizioni migliori di quelle tradizionalmente offerte dalle banche o da emissioni individuali di MiniBond;
  • Ottenere maggiore stimolo al percorso di crescita dell'azienda attraverso il confronto con investitori istituzionali.

Potrebbe interessarti anche >>> Resto al Sud: fino a 200 mila euro per le nuove imprese

Tempi e modalità di presentazione della domanda?

Le PMI interessate al progetto della Regione Campania dovranno compilare una manifestazione di interesse ed altri documenti che sono disponibili sul sito dedicato al progetto regionale. Le domande dovranno essere inviate a mezzo pec all'indirizzo garanziacampaniabond@postacertificata.mcc.it a partire dal 2 Settembre 2019 fino alle ore 12 del 6 Dicembre 2019.

Hai altro da chiedere?

Se desideri altre informazioni o un chiarimento sull'argomento di questo articolo, clicca su FAI LA TUA DOMANDA per inviare un tuo quesito. Non è richiesta alcuna registrazione. Riceverai la tua risposta, personalizzata, direttamente nella casella di posta.





L'autore
  • user-avatar.png

    Know How è un progetto di innovazione della consulenza, a favore di imprese e cittadini, che coinvolge professionisti dell’area legale ed economica. Il progetto è nato dalla mente del suo fondatore, Vincenzo Ciulla, e della sua società di consulenza: Korion. Il nostro motto è diventato: 100% esitate, perché questa è la percentuale reale delle domande che oggi ricevono una risposta, anche se preferiamo parlare di soluzioni. La sfida per il futuro è ingrandire la community, generare più interazione, fare più informazione e coinvolgere sempre più professionisti, ma solo coloro che credono in quello che facciamo.