-->

TFM: il Trattamento di Fine Mandato

di Know How

in LAVORO
Tempo di lettura: 1 min

Il Trattamento di Fine Mandato (TFM) è una forma di trattamento differito che una società può riconoscere ai propri amministratori, una "buonuscita" per i componenti degli organi di amministrazione delle società di capitali deducibile per l'azienda e a tassazione ridotta per chi ne beneficia.

Condividi su

L'indennità di Fine Rapporto, anche detta Trattamento di Fine Mandato (TFM), è una forma di trattamento differito che una società può riconoscere ai suoi amministratori ed è regolamentata dall'Agenzia delle Entrate con specifica circolare N. 3/E del 28 febbraio 2012.

Le aziende possono decidere di corrispondere agli amministratori, al termine del loro mandato una indennità definita. Nello specifico, il TFM è un libero accordo, tra una società di capitali ed i suoi amministratori, consistente in un accantonamento annuo a loro favore, da regolarsi alla cessazione del rapporto. Per l'azienda figura come un costo totalmente deducibile, e come tale riduce l'imponibile; per gli amministratori è un compenso aggiuntivo tassato in misura ridotta.

Il TFM può essere attribuito a ciascun componente dell'organo di amministrazione / gestione di una società di capitali. Il medesimo trattamento può essere praticato verso i soci delle associazioni professionali che ricoprono incarichi amministrativi, sempre che lo statuto dell'associazione lo preveda.

La tassazione sul TFM

Il destinatario del TFM ha la facoltà di optare per il regime della tassazione separata (art. 17 TUIR), per importi fino ad 1 milione di euro, in alternativa a quello ordinario. Ove l'indennità dovesse eccedere, su tale eccedenza andrà applicato il regime ordinario e concorrerà a formare il reddito complessivo del percettore.

È molto importante che la decisione di attribuire ai propri amministratori indennità aggiuntive o straordinarie, come il TFM, sia stata chiaramente deliberata dall'assemblea dei soci e con data certa, per evitare complicazioni con l'amministrazione finanziaria; è consigliabile, in caso di amministratori già in carica, rassegnare le dimissioni e, un momento dopo, ricomporre l'organo amministrativo o di gestione, attribuendo in maniera chiara ed evidente compensi e indennità complementari.

Il TFM può essere anche gestito finanziariamente attraverso Polizze Assicurative così come può restare accantonato in azienda, anche se le aziende in generale preferiscono accantonare l'indennità ricorrendo ad apposita polizza assicurativa.

Per ottenere maggiori informazioni sulla tassazione del TFM e su come deliberarlo correttamente durante l'assemblea dei soci scarica e registrati su Know How dove puoi trovare esperti del ramo economico e legale a cui fare le tue domande.

Tag

impresasocietaprevidenzaredditoTFM

Condividi

Commenti 0

Sei un Knower? Effettua il login per lasciare un commento!




Scrivi tu il primo commento a questo articolo!

Tieniti aggiornato
iscriviti alla newsletter


Potrebbe interessarti anche..



Oggi parlo di LAVORO