Il Blog di Know How

Soluzioni per imprese e privati
Blog / Tempi di prescrizione per debiti Irpef, Irap e Iva

Tempi di prescrizione per debiti Irpef, Irap e Iva

Tempi di prescrizione per debiti Irpef, Irap e Iva

Anche i debiti vanno in prescrizione, e questo consente di non doverli ripagare. Ovviamente è una strada molto tortuosa da seguire. Il primo aspetto che bisogna considerare è quello dei tempi di prescrizione, che si differenziano in base alla tipologia di debito. Che cos'è la prescrizione breve?



Quando si affronta il tema dei debiti nei confronti dello Stato, spesso e volentieri uno degli argomenti al centro dell’attenzione è relativo ai tempi di prescrizione. In quest’articolo rispondiamo ad alcune domande arrivate in Redazione dagli utenti di Know How, che non hanno trovato nel Blog le risposte che cercavano.

Quando vanno in prescrizione i debiti relativi a Irpef, Irap e Iva?

La prescrizione di questi debiti si formalizza dopo dieci anni. Ciò vuol dire che se nel 2020 hai contratto debiti con lo Stato per una di queste imposti, la prescrizione si formalizzerà nel 2030.

Cosa succede fino a quando non si formalizza la prescrizione?

Succede che i creditori, in questo caso lo Stato, per il tramite dei suoi enti, può vantare la richiesta di pagamento.

Quando vanno in prescrizione gli interessi sui debiti Irpef?

A prescindere che si tratti di un debito Irpef oppure Irap, Iva o altro, gli interessi e le eventuali sanzioni sui debiti, vanno in prescrizione dopo 5 anni.

Che cos’è la prescrizione breve per le imposte?

La prescrizione breve è quelle che si riferisce appunto alle sanzioni e agli interessi, è solo un altro modo di chiamare la prescrizione che agisce nei termini specificati alla risposta precedente.

Gli interessi sono sempre dovuti?

No, se è passato il termine dei 5 anni allora il pagamento degli interessi e delle sanzioni non è dovuto in quanto si considerano prescritti.

Posso rottamare un debito prescritto?

Non ha alcun senso: se un debito è andato prescritto non vi è alcun motivo di doverlo rottamare. E come se si andasse a rottamare un qualcosa che, formalmente, non esiste più.

Hai altro da chiedere?

Se desideri altre informazioni o un chiarimento sull'argomento di questo articolo, clicca su FAI LA TUA DOMANDA per inviare un tuo quesito. Non è richiesta alcuna registrazione. Riceverai la tua risposta, personalizzata, direttamente nella casella di posta.





L'autore
  • redazione-know-how-2-2021-06-04_11-27-58-foto-profilo-know-how.jpg

    Know How è un progetto di innovazione della consulenza, a favore di imprese e cittadini, che coinvolge professionisti dell’area legale ed economica. Il progetto è nato dalla mente del suo fondatore, Vincenzo Ciulla, e della sua società di consulenza: Korion.
    Il nostro motto è diventato: 100% esitate, perché questa è la percentuale reale delle domande che oggi ricevono una risposta, anche se preferiamo parlare di soluzioni. La sfida per il futuro è ingrandire la community, generare più interazione, fare più informazione e coinvolgere sempre più professionisti, ma solo coloro che credono in quello che facciamo.