-->

Superbonus 110% per chi risiede all’estero: quando è possibile?

di Redazione

in FISCO
Tempo di lettura: 1 min

Tante le richieste di chiarimento sulla possibilità di accedere al superbonus 110% per i cittadini residenti all'estero che sono in possesso di immobili in Italia. Chi può farne richiesta? E in quale modo è possibile beneficiarne, mancando un reddito da lavoro prodotto in Italia?

Condividi su

Una recente risposta dell’Agenzia delle Entrate (la numero 486) ha fatto chiarezza su un caso molto particolare: la possibilità di accedere al bonus 110% anche per i residenti all’estero.

 

Sulla richiesta del superbonus fa differenza la residenza?

Assolutamente sì: la risposta dell’Agenzia delle Entrate si riferisce ad un caso molto specifico, ovvero un frontaliero che ha residenza in Svizzera, in uno dei comuni che rientrano nella fascia dei 20 Km a ridosso del confine, su cui vige un accordo particolare tra le due nazioni.

 

Tutti coloro che risiedono in quella fascia possono accedere al superbonus?

No, l’accesso è riservato solo a coloro che pur avendo un reddito da lavoro interamente tassato in Svizzera, sono comproprietari di un immobile in Italia, ovvero titolari di un reddito fondiario.

 

Come posso fruire del bonus senza un reddito da lavoro in Italia?

Questo è uno degli aspetti di maggiore delicatezza. Non avendo un reddito da lavoro dipendente dichiarato in Italia, le strade possibili sono due (visto che si esclude la detrazione al 110% da operare sull’imposta lorda): richiedere direttamente lo sconto in fattura oppure cedere il credito d’imposta ad altri soggetti.

 

Hai altro da chiedere?

Se desideri altre informazioni o un chiarimento sull'articolo di oggi, clicca su FAI LA TUA DOMANDA per inviare il tuo quesito. Non è richiesta alcuna registrazione. Riceverai la tua risposta, personalizzata, direttamente nella casella di posta.





Tag

EcobonusRistrutturazione

Condividi

Commenti 0

Sei un Knower? Effettua il login per lasciare un commento!




Scrivi tu il primo commento a questo articolo!

Tieniti aggiornato
iscriviti alla newsletter


Potrebbe interessarti anche...



Oggi parlo di FISCO