Il Blog di Know How

Soluzioni per imprese e privati
Blog / Registro delle Opposizioni: a breve anche per i cellulari

Registro delle Opposizioni: a breve anche per i cellulari

Registro delle Opposizioni: a breve anche per i cellulari

Stop al telemarketing selvaggio: nel secondo semestre del 2018, verrà estesa anche ai numeri di cellulare l'iscrizione al Registro delle Opposizioni; maggiore tutela per la privacy dei consumatori e un freno alle telefonate commerciali indesiderate. Si attende il Regolamento attuativo.



Telefonate indesiderate, call center di telemarketing che propongono abbonamenti a tv satellitare e internet o investimenti su fantomatiche piattaforme di trading online; se fino ad ora si è riusciti ad arginare parzialmente il fenomeno sui numeri di telefonia fissa presenti negli elenchi telefonici pubblici, grazie all'iscrizione al Registro delle Opposizioni, non altrettanto si può affermare per i cellulari: infatti per i numeri di telefonia mobile non è prevista questa opportunità. Ancora per poco, viste le novità che a breve dovrebbero riguardare il Registro delle Opposizioni: vediamo quali sono.

Cosa cambia per il Registro delle Opposizioni?

Finalmente la Legge n. 5/2018, pubblicata in Gazzetta Ufficiale in data 3 febbraio 2018, estende la possibilità di iscrizione nel Registro Pubblico delle Opposizioni ai numeri di cellulare e a tutti i numeri riservati, cioè quelli non presenti negli elenchi telefonici pubblici.
La nuova legge sarà completamente operativa dopo l'emanazione del Regolamento attuativo (ovvero l'aggiornamento del D.P.R. n. 178/2010), in cui saranno definite le modalità tecniche di iscrizione degli abbonati al nuovo Registro e gli obblighi di consultazione degli operatori di telemarketing. Pertanto i cittadini potranno esercitare il diritto di opposizione alle chiamate pubblicitarie indesiderate verso i cellulari e i numeri fissi non presenti negli elenchi telefonici pubblici nel secondo semestre 2018, in seguito all'emanazione del Regolamento attuativo, che definirà anche i tempi tecnici di implementazione del nuovo servizio.
La nuova legge introduce importanti novità a tutela della privacy dei cittadini, che saranno effettivamente in grado di arginare il fenomeno del telemarketing selvaggio. Prima fra tutte l'annullamento dei consensi precedentemente prestati dai cittadini per finalità pubblicitarie nel momento in cui diventerà effettiva l'iscrizione nel Registro. Tale previsione punta a permettere ai cittadini di liberarsi da quelle chiamate commerciali indesiderate per cui il consenso è stato dato senza piena cosapevolezza, magari dopo aver sottoscritto una tessera sconti o una carta fedeltà. Tuttavia sarà sempre possibile autorizzare successivamente i singoli soggetti commerciali alle chiamate pubblicitarie, ma in modo consapevole.

Quali sono le principali novità?

Riassumendo, ecco le principali novità introdotte dalla Legge n. 5/2018:

  • possibilità di iscrizione al Registro Pubblico delle Opposizioni di tutti i numeri telefonici, inclusi i cellulari e i fissi non presenti negli elenchi telefonici pubblici;
  • annullamento dei consensi al trattamento dei dati personali per fini commerciali precedentemente conferiti;
  • divieto di cessione a terzi dei consensi al trattamento dei dati personali degli iscritti nel nuovo Registro;
  • divieto di utilizzo dei compositori automatici per la ricerca dei numeri telefonici;
  • potenziamento delle sanzioni, fino alla sospensione dell'attività e alla revoca della licenza in caso di mancato rispetto delle legge da parte di singoli call center;
  • obbligo per i call center di effettuare le chiamate con il numero identificabile e richiamabile;
  • obbligo per i call center di verificare presso il Registro Pubblico delle Opposizioni, almeno una volta al mese, che i numeri che intendono chiamare per fini pubblicitari non siano iscritti nel Registro.

Non resta quindi che aspettare il decreto che renda effettivo il Regolamento attuativo e che dia piena efficacia alle nuove disposizioni di legge in materia di marketing telefonico.

Hai altro da chiedere?

Se desideri altre informazioni o un chiarimento sull'argomento di questo articolo, clicca su FAI LA TUA DOMANDA per inviare un tuo quesito. Non è richiesta alcuna registrazione. Riceverai la tua risposta, personalizzata, direttamente nella casella di posta.





L'autore
  • user-avatar.png

    Know How è un progetto di innovazione della consulenza, a favore di imprese e cittadini, che coinvolge professionisti dell’area legale ed economica. Il progetto è nato dalla mente del suo fondatore, Vincenzo Ciulla, e della sua società di consulenza: Korion. Il nostro motto è diventato: 100% esitate, perché questa è la percentuale reale delle domande che oggi ricevono una risposta, anche se preferiamo parlare di soluzioni. La sfida per il futuro è ingrandire la community, generare più interazione, fare più informazione e coinvolgere sempre più professionisti, ma solo coloro che credono in quello che facciamo.