Il Blog di Know How

Soluzioni per imprese e privati
Blog / Regioni del Sud: fino al 75% per acquisto di macchinari

Regioni del Sud: fino al 75% per acquisto di macchinari

Regioni del Sud: fino al 75% per acquisto di macchinari

A breve sarà possibile presentare le domande per il bando Macchinari Innovativi, dedicato ad alcune Regione del Sud Italia, che potranno usufruire di un programma di investimento finalizzati a consentire la trasformazione tecnologica e digitale dell’impresa.



A quali Regioni si rivolge?

Le Regioni coinvolte sono Basilicata, Calabria, Campania, Puglia e Sicilia.

Quali imprese possono accedere?

L’agevolazione si rivolge a tutte le micro, piccole e medie imprese. Le imprese possono presentarsi anche sotto forma di reti di imprese fino ad un massimo di 6 soggetti co-proponenti.

Quali requisiti devono possedere le imprese?

I requisiti necessari sono i seguenti:

  1. Essere regolarmente attive e iscritte nel Registro delle imprese e non essere in liquidazione volontaria o sottoposte a procedure concorsuali;
  2. Disporre di almeno due bilanci approvati e depositati presso il Registro delle imprese;
  3. Essere in regola con la normativa vigente in materia di edilizia ed urbanistica, del lavoro e della salvaguardia dell’ambiente;
  4. Essere in regola con gli obblighi contributivi;
  5. Non aver effettuato una delocalizzazione, nei due anni precedenti la presentazione della domanda, verso l’unità produttiva oggetto dell’investimento;
  6. Non essere tra coloro che hanno ricevuto e non rimborsato gli aiuti considerati illegali o incompatibili dalla Commissione europea;

L’agevolazione è accessibile anche ai liberi professionisti?

Sì, purchè iscritti all’ordine oppure un’associazione di categoria.

Quali tipologie di attività possono accedere all’agevolazione?

Tutte le imprese della manifatturiera, e le imprese che offrono servizi alle imprese, ad eccezione delle attività connesse ai seguenti settori:

  1. Siderurgia;
  2. Estrazione del Carbone;
  3. Costruzione Navale;
  4. Fabbricazione Fibre Sintetiche;
  5. Trasporti e relative infrastrutture;
  6. Produzione e distribuzione di energia

Cosa è possibile finanziare?

Premesso che i progetti devono avere una spesa inferiore a 3 milioni di euro e di almeno 400.000 euro, i progetti devono prevedere un’attuazione esclusivamente sui territori delle Regioni oggetto dell’agevolazione e devono prevedere l’acquisizione di tecnologie abilitanti che consentono la trasformazione tecnologica e digitale dell’impresa. Tutto ciò che viene acquistato deve essere materiale nuovo riferito a immobilizzazioni materiali e immateriali che riguardano macchinari, impianti e attrezzature funzionali alla realizzazione dei programmi di investimento. Inoltre è bene ricordare che gli acquisti devono essere riferiti a beni oggetto di utilizzo esclusivo nelle sedi delle Region interessate.

In cosa consiste l’agevolazione?

L’agevolazione consiste in un contributo in conto impianti e un finanziamento agevolato pari al 75% della spesa, distribuito in questo modo:

  1. Per le imprese di micro e piccola dimensione, un contributo in conto impianti pari al 35% e un finanziamento agevolato pari al 40%;
  2. Per le imprese di media dimensione, un contributo in conto impianti pari al 25% e un finanziamento agevolato pari al 50%.

Entro quanto va restituito il finanziamento?

Il finanziamento agevolato, che non è assistito da particolari forme di garanzia, deve essere restituito dall’impresa beneficiaria senza interessi in un periodo della durata massima di 7 anni.

Hai altro da chiedere?

Se desideri altre informazioni o un chiarimento sull'argomento di questo articolo, clicca su FAI LA TUA DOMANDA per inviare un tuo quesito. Non è richiesta alcuna registrazione. Riceverai la tua risposta, personalizzata, direttamente nella casella di posta.





L'autore
  • user-avatar.png

    Know How è un progetto di innovazione della consulenza, a favore di imprese e cittadini, che coinvolge professionisti dell’area legale ed economica. Il progetto è nato dalla mente del suo fondatore, Vincenzo Ciulla, e della sua società di consulenza: Korion. Il nostro motto è diventato: 100% esitate, perché questa è la percentuale reale delle domande che oggi ricevono una risposta, anche se preferiamo parlare di soluzioni. La sfida per il futuro è ingrandire la community, generare più interazione, fare più informazione e coinvolgere sempre più professionisti, ma solo coloro che credono in quello che facciamo.