Il Blog di Know How

Soluzioni per imprese e privati
Blog / Regione Sicilia: contributi per le imprese zootecniche

Regione Sicilia: contributi per le imprese zootecniche

Regione Sicilia: contributi per le imprese zootecniche

Per far fronte agli incendi che hanno devastato il territorio siciliano tra i mesi di giugno, luglio e agosto 2021, è stato emanato un primo bando per sostegni economici a favore delle imprese zootecniche danneggiate dagli eventi nefasti di questa estate.



Quali sono gli obbiettivi del bando?

In bando della Regione Sicilia intende sostenere quattro obbiettivi principali:

  1. L’acquisizione di nuove forniture di foraggi e mangimi che sono andati distrutti con gli incendi;
  2. La riparazione o la nuova costruzione di recinzioni per i pascoli;
  3. La riparazione o la nuova costruzione di sistemi idrici per l’approvvigionamento del bestiame;
  4. Ricostituzione dei capi di bestiame perduti con gli incendi.

Come saranno distribuite le risorse economiche?

In base ad un ordine di priorità che terrà conto del danno subito rispetto alle quattro voci di cui sopra. In ogni caso senza poter eccedere il limite delle risorse disponibili.

Qual è l’importo massimo ottenibile?

La Regione Sicilia si impegna a riconoscere un importo massimo di euro 20.000, concessi in regime de minimis.

È vero che vi sarà una deroga sui contributi?

Sì è vero. La Regione Sicilia, per fronteggiare lo stato di notevole necessità, ha stabilito che l’accesso alle risorse economiche disponibili non sarà limitato da eventuali irregolarità contributive da parte dell’impresa.

Quali sono le imprese interessate?

Le imprese di produzione agricola primaria di allevamento zootecnico.

Come si presenta la domanda?

La domanda si può presentare esclusivamente per via telematica, utilizzando la propria casella PEC. È importante che la domanda sia inviata contemporaneamente a 3 diversi uffici regionali:

  1. Dipartimento Regionale della Protezione Civile;
  2. Ispettorato provinciale dell’Agricoltura competente sul proprio territorio;
  3. Dipartimento regionale di agricoltura.

Cosa deve contenere la domanda?

La domanda deve contenere il fascicolo aziendale aggiornato, documentazione fotografica dei beni andati distrutti e copia del documento di identità.

Cosa bisogna autocertificare?

Vanno autocertificati i seguenti dati:

  1. gli ettari di pascolo posseduti e ettari andati distrutti;
  2. quantità di foraggi andati distrutti;
  3. quantità di bestiame rimasto senza foraggi;
  4. metri di recinzione distrutta;
  5. lunghezza della tubazione distrutta;
  6. nesso di causalità tra i danni e gli incendi.

Eventuali approfondimenti si possono trovare sul sito della Regione Sicilia al seguente indirizzo https://www.regione.sicilia.it/sites/default/files/2021-08/Avviso%20Pubblico.pdf

Hai altro da chiedere?

Se desideri altre informazioni o un chiarimento sull'argomento di questo articolo, clicca su FAI LA TUA DOMANDA per inviare un tuo quesito. Non è richiesta alcuna registrazione. Riceverai la tua risposta, personalizzata, direttamente nella casella di posta.





L'autore
  • redazione-know-how-2-2021-06-04_11-27-58-foto-profilo-know-how.jpg
    Redazione Know How  Reply

    Know How è un progetto di innovazione della consulenza, a favore di imprese e cittadini, che coinvolge professionisti dell’area legale ed economica. Il progetto è nato dalla mente del suo fondatore, Vincenzo Ciulla, e della sua società di consulenza: Korion.
    Il nostro motto è diventato: 100% esitate, perché questa è la percentuale reale delle domande che oggi ricevono una risposta, anche se preferiamo parlare di soluzioni. La sfida per il futuro è ingrandire la community, generare più interazione, fare più informazione e coinvolgere sempre più professionisti, ma solo coloro che credono in quello che facciamo.