Il Blog di Know How

Soluzioni per imprese e privati
Blog / Polizze assicurative e Covid-19: tante le novità per il mercato

Polizze assicurative e Covid-19: tante le novità per il mercato

Polizze assicurative e Covid-19: tante le novità per il mercato

Il Covid ha generato nuove necessità che hanno interessato anche il settore assicurativo, il quale ha prontamente risposto con l’offerta sul mercato di nuovi servizi a favore di coloro che cercano nuove tutele per i periodi di maggiore difficoltà.



Le coperture per i contratti di locazione

Le ripercussioni della pandemia da Covid sui contratti di locazione sono state pesanti e numerose, interessando sia i locatori che i locatari, cioè sia coloro che cedono un immobile o un locale in affitto sia chi paga per l’utilizzo. Quindi da un lato vi è stato chi non ha potuto incassare il canone e non ha potuto disdire il contratto, e chi non ha avuto la possibilità di pagare i canoni e in alcuni casi nemmeno di poter utilizzare gli spazi affittati. Per ovviare a questo problema le assicurazioni offrono servizi di tutela sulle locazioni, in particolare per gli affitti delle case vacanza che spesso sono privi di qualsiasi forma di tutela.

In effetti c’è da dire che nelle locazioni tradizionali si va consolidando l’aggiunta della così detta clausola Covid, ovvero una clausola che le parti inseriscono con il reciproco scopo di tutelarsi nel caso si verifichino eventi dannosi come il lockdown a causa di una pandemia.

Nel caso delle locazioni turistiche, ma il discorso si può estendere anche a quelle tradizionali, un modo per tutelarsi potrebbe essere quello di sottoscrivere polizze che garantiscono il rimborso in caso di impossibilità a compiere il viaggio, e perfino l’assistenza medica qualora sopravvenga una malattia.

I rimborsi sui fermi sanitari imposti

Un altro aspetto che coinvolge l’ambito turistico è quello dei blocchi sanitari imposti dalle istituzioni. Quante volte abbiamo sentito di persone bloccate all’estero impossibilitate a rientrare in patria per via dei blocchi imposti a livello governativo? Quanti danni può generare una situazione del genere? Ecco allora che potrebbe essere molto utile una polizza a copertura di tutte le situazioni di emergenza non calcolate. Del resto le conseguenze sono molteplici: impossibilità di rientrare a lavoro, necessità di cure mediche all’estero, e così via.

L’assicurazione sulla perdita del lavoro

Probabilmente questa è la copertura più importante, dopo quella sua salute. Il lavoro è l’ambito più danneggiato dalla pandemia da Covid-19, per questo le compagnie hanno posto sul mercato delle polizze contro la perdita del lavoro, che garantiscono un’entrata momentanea qualora si verifichi la perdita completa del lavoro, oppure si è impossibilitati a lavorare per cause esterne come una malattia o una quarantena. Benché siano state concepite per i lavoratori dipendenti, questo genere di polizze si sta allargando anche agli autonomi.

La polizza assicurativa per la quarantena

Un discorso più specifico va fatto proprio sulla quarantena. Infatti, è una situazione abbastanza diffusa il dover restare a casa non a causa della propria positività ma a causa di un collega risultato positivo. Si parla allora di quarantena precauzionale. Esistono allora delle polizze che offrono una copertura di 15 giorni, attraverso il riconoscimento di una diaria che copre il mancato introito determinato dalla quarantena imposta.

Le coperture assicurative per mutui e finanziamenti

L’impossibilità di lavorare e la mancata percezione di reddito, innesca problemi a catena che come prima cosa si ripercuotono sulla possibilità di pagare mutui e finanziamenti accesi. Per questo esistono delle polizze che offrono un servizio di copertura di un numero limitato di rate ma comunque utile a tamponare una situazione di momentanea difficoltà. Spesso queste polizze includono anche delle coperture sulle spese sanitarie.

Come cambiano le polizze auto?

Anche il tradizionale settore delle polizze auto ha avuto un impulso all’innovazione. La richiesta di polizze con facoltà di sospensione è aumentata considerevolmente, e questa dovrebbe essere una discriminante importante per ciascuno che si accinge a scegliere una nuova polizza auto.

Hai altro da chiedere?

Se desideri altre informazioni o un chiarimento sull'argomento di questo articolo, clicca su FAI LA TUA DOMANDA per inviare un tuo quesito. Non è richiesta alcuna registrazione. Riceverai la tua risposta, personalizzata, direttamente nella casella di posta.





L'autore
  • redazione-know-how-2-2021-06-04_11-27-58-foto-profilo-know-how.jpg

    Know How è un progetto di innovazione della consulenza, a favore di imprese e cittadini, che coinvolge professionisti dell’area legale ed economica. Il progetto è nato dalla mente del suo fondatore, Vincenzo Ciulla, e della sua società di consulenza: Korion.
    Il nostro motto è diventato: 100% esitate, perché questa è la percentuale reale delle domande che oggi ricevono una risposta, anche se preferiamo parlare di soluzioni. La sfida per il futuro è ingrandire la community, generare più interazione, fare più informazione e coinvolgere sempre più professionisti, ma solo coloro che credono in quello che facciamo.