Il Blog di Know How

Soluzioni per imprese e privati
Blog / Movement Reference Number e EUR1 : cosa sono e a cosa servono

Movement Reference Number e EUR1 : cosa sono e a cosa servono

Movement Reference Number e EUR1 : cosa sono e a cosa servono

L'esportazione verso l'estero, così come l'importazione, segue delle norme ben precise, a maggior ragione se sono coinvolti paesi extra UE. Che cos'è il certificato Eur1? Quando viene utilizzato? A cose serve il numero RNM? Chi emette il certificato EUR1? Quando si deve emettere?



Abbiamo raccolto la sollecitazione implicita di molti utenti che ci continuano a chiedere chiarimenti sul Movement Reference Number, più comunemente noto con l’acronimo di MRN, e sul certificato EUR1, al fine di fare chiarezza sui dubbi più ricorrenti.

A cosa serve il Movement Reference Number?

L’MRN è un numero identificativo assegnato a tutti i documenti informatizzati utilizzati per l’esportazione oppure per il transito delle merci. In sostanza si applica sui documenti DAE e T1/T2.

Che cos’è il certificato EUR1?

Si tratta di un certificato che viene emesso, su richiesta, al momento dell’esportazione. L’utilità di questo certificato consiste nel fatto che esso certifica, appunto, che le merci sono di origine e di produzione comunitaria.

È vero che anche i Paesi Extra Ue possono emettere questo certificato?

Sì è vero, ma non tutti. I paesi che pur non essendo parte dell’Unione Europa possono emettere certificati EUR1 sono quelli che hanno siglato accordi speciali con l’Unione per godere di dazi agevolati.

Quali sono i paesi Extra Ue che emettono EUR1?

Attualmente, i paesi non membri dell’Unione Europa che hanno sottoscritto accordi particolari sono:

  1. Cile, Cisgiordania, Croazia, Giordania, Islanda, Israele, Libano, Liechtenstein, Macedonia, Marocco, Messico, Norvegia, Striscia di Gaza, Sud Africa, Svizzera, Tunisia, Turchia.

Quando dev’essere emesso il certificato?

Il certificato, per comodità, andrebbe emesso contestualmente al movimento delle merci ma è pur vero che può essere emesso anche a posteriori.

Hai altro da chiedere?

Se desideri altre informazioni o un chiarimento sull'argomento di questo articolo, clicca su FAI LA TUA DOMANDA per inviare un tuo quesito. Non è richiesta alcuna registrazione. Riceverai la tua risposta, personalizzata, direttamente nella casella di posta.





L'autore
  • redazione-know-how-2-2021-06-04_11-27-58-foto-profilo-know-how.jpg
    Redazione Know How  Reply

    Know How è un progetto di innovazione della consulenza, a favore di imprese e cittadini, che coinvolge professionisti dell’area legale ed economica. Il progetto è nato dalla mente del suo fondatore, Vincenzo Ciulla, e della sua società di consulenza: Korion.
    Il nostro motto è diventato: 100% esitate, perché questa è la percentuale reale delle domande che oggi ricevono una risposta, anche se preferiamo parlare di soluzioni. La sfida per il futuro è ingrandire la community, generare più interazione, fare più informazione e coinvolgere sempre più professionisti, ma solo coloro che credono in quello che facciamo.