Il Blog di Know How

Soluzioni per imprese e privati
Blog / Le polizze Business Interruption: che cosa sono?

Le polizze Business Interruption: che cosa sono?

Le polizze Business Interruption: che cosa sono?

Non ci sono solo gli eventi catastrofici naturali a compromettere il fatturato di un'azienda, il recente lockdown lo ha dimostrato chiaramente. Le polizze Business Interruption nascono per aiutare le imprese a difendersi da tutte qulle circostanze che incidono sull'attività d'impresa.



Gli eventi catastrofici nel Bel Paese sono ormai purtroppo all'ordine del giorno. Accade infatti sempre più spesso che si verifichino nubifragi, terremoti, ponti che crollano, bombe d'acqua ed incendi.

Per un civile questa situazione potrebbe apportare inquietudine e disagi oltre alle gravi perdite economiche, e la medesima situazione la vivono le tantissime aziende disseminate sul territorio nazionale. Degli esempi classici di danni che un'impresa può subire sono la mancanza di personale a causa dell'impossibilità di raggiungere il luogo di lavoro, produzione ferma per mancanza di corrente oppure traffici commerciali paralizzati.

Una realtà ad oggi attuale che può essere aggiunta a questo gruppo di problematiche è sorta a causa dell'epidemia da Covid-19, dove si stima che gli impatti saranno a dir poco drammatici sulle numerose imprese presenti in tutta Italia. Per via della forzata chiusura da parte delle autorità di molte attività, le aziende hanno subito delle perdite enormi, che a lungo andare possono mettere davvero a rischio la loro esistenza nel mercato.

Oltre a questo scenario che si prospetta essere piuttosto grave, la situazione potrebbe proporsi addirittura peggiore, per quelle imprese non hanno provveduto a stipulare alcuna copertura assicurativa contro i danni causati dalla pandemia. Se non si dispone infatti di polizze property, all risks o business interruption, non si ha nessun tipo di protezione verso il rischio di importanti perdite economiche.

Cosa sono le polizze business Interruption?

Per poter dare una risposta certa alla crisi prodotta da alcuni possibili danni provocati indirettamente dall'evento dannoso, il mondo delle assicurazioni ha lanciato un vero e proprio salvagente, utile per riuscire a risollevare le sorti dell'impresa. Si tratta nello specifico della così detta polizza business Interruption, meglio conosciuta come Polizza da Fermo Attività. Tale assicurazione può essere vista come una sorta di ombrello, pronto a salvare l'azienda da ogni tipo di sfortuna. Oltre al danno diretto e materiale infatti il contraente deve capire nel concreto come affrontare le possibili perdite indirette che possono portare all'azienda gravi esiti negativi. Tra di questi figurano: una diminuzione dei ricavi, un calo della produttività, danni dal punto di vista economico ed infine le consuete spese fisse che è costretto a pagare nonostante il fermo attività.

Una vera e propria soluzione viene offerta in tale caso dalla creazione di un'apposita polizza business Interruption che permette di gestire nel modo migliore tutte le eventuali misure per tutelare l'impresa da eventuali rischi.

Nello specifico tali assicurazioni permettono principalmente di proteggere l'attività contro la probabile minaccia di una grave perdita di profitto, dovuta proprio a causa del verificarsi di un particolare evento che ha costretto l'azienda a fermarsi. Tale assicurazione presuppone inoltre che il fermo del lavoro, sia conseguenza di un reale danno materiale ai beni di produzione.

Nel caso attuale, relativo alla pandemia di Covid-19, la business interruption è stata una conseguenza della diffusione del virus, che ha costretto molti Paesi a disporre il lockdown.

Per questi motivi, seguendo anche l'onda delle altre epidemie verificatesi nei secoli precedenti, ad oggi è importante tutelarsi con una polizza business interruption che si realizzano anche in assenza in un danno materiale.

Le assicurazioni business interruption infatti sono in grado di garantire una protezione completa soprattutto verso la perdita di profitto se l'interruzione momentanea dell'attività si verifica a causa di un evento assicurato che non comporta un danno ai beni produttivi.

Grazie a queste polizze, si potrebbe finalmente riuscire a colmare il vuoto provocato dalle tradizionali assicurazioni, offrendo di conseguenza un vero e proprio strumento di protezione contro una vasta gamma di rischi non soltanto di entità epidemica.

Naturalmente appare però chiaro che, prima di ogni decisione definitiva, occorre valutare attentamente il possibile rischio che potrebbe abbattersi sull'attività.

Cosa coprono le polizze business Interruption?

La polizza business Interruption prevede in particolar modo il pagamento di tutte quelle perdite che sono causate dal fermo attività. Tale interruzione deve però provenire dal:

  • sequestro dei locali aziendali per via di un incidente sul lavoro;
  • divieto o impossibilità di accesso presso i locali a causa di un provvedimento emanato dall'Autorità Giudiziaria;
  • danno subito dai fornitori della società.

La polizza si rivolge in particolar modo a tutte quelle imprese produttive, di servizi micro, medie e piccole dimensioni e commerciali, per poter garantire loro il diritto di preservare il proprio lavoro.

L’obiettivo finale è così quello di fornire una richiesta chiara e precisa per garantire ad ogni contraente un costante flusso di cassa e per poter rimborsare le eventuali spese sostenute per effetto di inabilità al lavoro.

Hai altro da chiedere?

Se desideri altre informazioni o un chiarimento sull'argomento di questo articolo, clicca su FAI LA TUA DOMANDA per inviare un tuo quesito. Non è richiesta alcuna registrazione. Riceverai la tua risposta, personalizzata, direttamente nella casella di posta.





L'autore
  • redazione-know-how-2-2021-06-04_11-27-58-foto-profilo-know-how.jpg

    Know How è un progetto di innovazione della consulenza, a favore di imprese e cittadini, che coinvolge professionisti dell’area legale ed economica. Il progetto è nato dalla mente del suo fondatore, Vincenzo Ciulla, e della sua società di consulenza: Korion.
    Il nostro motto è diventato: 100% esitate, perché questa è la percentuale reale delle domande che oggi ricevono una risposta, anche se preferiamo parlare di soluzioni. La sfida per il futuro è ingrandire la community, generare più interazione, fare più informazione e coinvolgere sempre più professionisti, ma solo coloro che credono in quello che facciamo.