Il Blog di Know How

Soluzioni per imprese e privati
Blog / IVAFE: casi di esclusione e novità

IVAFE: casi di esclusione e novità

IVAFE: casi di esclusione e novità

Qualche settimana fa abbiamo parlato dell’IVAFE, raccogliendo la sollecitazione di alcuni utenti che ci avevamo chiesto delucidazione in merito alla tassazione dei loro prodotti finanziari detenuti all’estero. Torniamo sull’argomento per sottolineare alcune novità.



Che cos'è l'IVAFE?

Prima di entrare nel merito della questione, è bene ricordare di cosa parliamo quando trattiamo l'argomento IVAFE, visto che potrebbe interessare anche cittadini che ne ignorano completamente l'esistenza pur dovendola pagare. l'IVAFE è l'acronimo di Imposta sul Valore Aggiunto dei prodotti Finanziari Esteri. Tradotto in un linguaggio più scorrevole, si tratta di una tassa che è dovuta sui prodotti finanziari detenuti all'estero e che appartengono a una di queste categorie.

  1. Prodotti finanziari;
  2. Conti correnti;
  3. Libretti di risparmio

Per quanto riguarda i prodotti finanziari, in maniera più esaustiva, sono soggetti a tassazione, le seguenti categorie:

  • obbligazioni italiane o estere e titoli similari;
  • titoli pubblici;
  • contratti di natura finanziaria;
  • partecipazioni;
  • contratti derivati.

Quali sono i casi di esclusione dell'IVAFE?

Sono esenti dal pagamento della tassa, le polizze emesse da imprese di assicurazione estere operanti in Italia in regime di libertà di prestazioni, le attività estere fisicamente detenute da cittadini italiani, le quote di partecipazione in società estere non rappresentate da titoli, le stock option non cedibili.

Come si calcola l'imposta?

L'imposta IVAFE è pari al 2 per mille del valore di mercato della quota detenuta, visto che quest'ultima può essere il 100% o una frazione di essa.

Cosa è cambiato con la legge di bilancio 2020?

La novità più importante è l'estensione dell'imposta dovuta, che ora abbraccia anche gli enti non commerciali e le società semplici, in nome collettivo e in accomandita semplice, residenti in Italia, che sono tenuti agli obblighi di dichiarazione per gli investimenti.

È vero che l'IVAFE è dovuta anche dai soggetti obbligati al monitoraggio fiscale?

Sì è vero.

Hai altro da chiedere?

Se desideri altre informazioni o un chiarimento sull'argomento di questo articolo, clicca su FAI LA TUA DOMANDA per inviare un tuo quesito. Non è richiesta alcuna registrazione. Riceverai la tua risposta, personalizzata, direttamente nella casella di posta.



Tags

IVAFE


L'autore
  • redazione-know-how-2-2021-06-04_11-27-58-foto-profilo-know-how.jpg

    Know How è un progetto di innovazione della consulenza, a favore di imprese e cittadini, che coinvolge professionisti dell’area legale ed economica. Il progetto è nato dalla mente del suo fondatore, Vincenzo Ciulla, e della sua società di consulenza: Korion.
    Il nostro motto è diventato: 100% esitate, perché questa è la percentuale reale delle domande che oggi ricevono una risposta, anche se preferiamo parlare di soluzioni. La sfida per il futuro è ingrandire la community, generare più interazione, fare più informazione e coinvolgere sempre più professionisti, ma solo coloro che credono in quello che facciamo.