-->

Io ci credo: un acceleratore per startup del food

di Redazione

in ASSOCIAZIONI
Tempo di lettura: 1 min

L'unica strategia per occupare un posto sui mercati del futuro è quella dell'innovazione. Io Ci Credo è un'ottima opportunità per vuole fare innovare il settore Food. Come si presenta la domanda? Qual è il profilo adatto per candidarsi? Cosa sono i premi speciali? Come presentare la propria idea?

Condividi su

Scade il 20 gennaio prossimo la call di In Cibum Lab, il laboratorio di innovazione di In Cibum, la scuola di alta formazione gastronomica del Sud Italia. La call si rivolge alle startup già esistenti o a coloro che hanno intenzione di costituirne una nuova per operare con innovazione nell’ambito del food.

 

Che cos’è la call "Io ci credo"?

Si tratta, come accennato poc’anzi, di un programma che consente a startup già costituite o ad aspiranti imprenditori, di presentare una propria idea imprenditoriale, basta su un concetto di innovazione del settore Food. Il programma è finalizzato al miglioramento dell’idea, al fine di poterla presentare sul mercato con maggiore probabilità di successo.

 

Qual è il profilo dei candidati?

Chiunque abbia un’idea innovativa per il settore del Food. La novità nella call di quest’anno consiste nel fatto che la candidatura si rivolge non solo alle startup già costituite (Start Up Accelerators) e che già operano sul mercato ma sono in cerca di un programma di accelerazione e miglioramento, ma anche ai futuri imprenditori (Emerging Talents), ovvero coloro che non hanno ancora costituito una startup ma ritengono di aver strutturato un’idea fortemente innovativa.

 

Come posso partecipare?

Il programma “Io ci credo” è aperto sia attraverso delle call periodiche che tramite candidatura spontanea. La candidatura spontanea può essere inoltrata per il tramite della pagina dedicata sul sito di In Cibum, altrimenti si può partecipare alla call periodica, di cui la scadenza di questo periodo è fissata al 31 gennaio.

 

Come funziona la selezione?

La selezione è affidata ad una commissione giudicatrice, che avrà il compito di stabilire quali candidati possono partecipare al programma che sarà avviato nel mese di marzo 2021.

 

È vero che sono previsti dei premi speciali?

Sì, nel programma di accelerazione prendono il nome di Grant Awards e sono 3:

  1. Premio Sostenibilità Illy Caffè, che andrà all’idea più sostenibile tra quelle selezionate.
  2. Premio Innovazione Electrolux Professional, a favore delle idee digital più innovative per il settore Food.
  3. Premio Monograno Felicetti, a favore di quelle idee che, pur innovando, riescono nell’intento di continuare a valorizzare il territorio di appartenenza.

 

Come posso presentare la mia idea imprenditoriale?

Non esiste una formula precisa ma sicuramente vi sono degli accorgimenti a cui è molto importante fare attenzione. Un'idea imprenditoriale, prima di farsi impresa, deve già dimostrare da parte di chi l'ha concepita, la consapevolezza su alcuni aspetti che durante il percorso imprenditoriale saranno fondamentali:

  1. I costi da sostenere a medio e lungo termine;
  2. Le persone chaiamate a collaborare;
  3. Il mercato a cui ci si rivolge.

Detto in altri termini, è importante redigere un business plan quanto più completo possibile, costruire un team sulle base esclusiva delle competenze, senza lasciarsi andare ad altre logiche fuori da quell del business, e svolgere una prima analisi di mercato senza alcun tipo di pregiudizio e cercando di mettere da parte la convinzione che la propria idea possa avere appeal su tutti, indistintamente.

 

Hai altro da chiedere?

Se desideri altre informazioni o un chiarimento sull'articolo di oggi, clicca su FAI LA TUA DOMANDA per inviare il tuo quesito. Non è richiesta alcuna registrazione. Riceverai la tua risposta, personalizzata, direttamente nella casella di posta.





Tag

Startup InnovativaFoodtechSettore Alimentare

Condividi

Commenti 0

Sei un Knower? Effettua il login per lasciare un commento!




Scrivi tu il primo commento a questo articolo!

Tienitis aggiornato
iscriviti alla newsletter


Potrebbe interessarti anche...



Oggi parlo di ASSOCIAZIONI

Fino a 30.000 euro a tasso zero per ASD e SSD

di Luca Domenico Chiacchiari
06 febbraio 2021
Mutuo Liquidità, Banche, ASD