Il Blog di Know How

Soluzioni per imprese e privati
Blog / Internazionalizzazione delle imprese: le nuove regole sui contributi

Internazionalizzazione delle imprese: le nuove regole sui contributi

Internazionalizzazione delle imprese: le nuove regole sui contributi

I processi di internazionalizzazione delle imprese hanno trovato nuova linfa con il Decreto Sostegni Bis, a partire da un incremento della dotazione di due importanti fondi. Le novità non si esauriscono in questo aspetto. Entriamo nel dettaglio e vediamo cosa è cambiato.



Come è cambiata la dotazione per l’internazionalizzazione?

L’incremento delle disponibilità riconosciute ai processi di internazionalizzazione ha interessato ben due Fondi. Il primo incremento è di 1,2 miliardi di euro per il solo 2021, e riguarda il Fondo istituito dalla legge 394 del 1981, e di 400 milioni è stato incrementato, invece, il Fondo per la promozione integrata, istituito con il DL n. 18 di marzo 2020. Tale ultimo incremento, è finalizzato esclusivamente alla concessione di finanziamenti partecipati dallo Stato con una percentuale di contributo a fondo perduto.

A quanto ammonta la percentuale di contributo a fondo perduto?

Per quanto riguarda i finanziamenti agevolati a cui abbiamo accennato nel quesito precedente, l’aliquota è stata ridotta dal 50 al 10%. Non è questo l’unico cambiamento. Infatti tali finanziamenti possono essere concessi solo se finalizzati a particolari obbiettivi, oppure per settori o aree geografiche considerate prioritarie.

Fino a quando si potrà godere dei cofinanziamenti?

Al momento pare che la data sia fissata al 31 dicembre 2021, ma non si escludono proroghe, in funzione dell’andamento della pandemia.

Hai altro da chiedere?

Se desideri altre informazioni o un chiarimento sull'argomento di questo articolo, clicca su FAI LA TUA DOMANDA per inviare un tuo quesito. Non è richiesta alcuna registrazione. Riceverai la tua risposta, personalizzata, direttamente nella casella di posta.





L'autore
  • redazione-know-how-2-2021-06-04_11-27-58-foto-profilo-know-how.jpg

    Know How è un progetto di innovazione della consulenza, a favore di imprese e cittadini, che coinvolge professionisti dell’area legale ed economica. Il progetto è nato dalla mente del suo fondatore, Vincenzo Ciulla, e della sua società di consulenza: Korion.
    Il nostro motto è diventato: 100% esitate, perché questa è la percentuale reale delle domande che oggi ricevono una risposta, anche se preferiamo parlare di soluzioni. La sfida per il futuro è ingrandire la community, generare più interazione, fare più informazione e coinvolgere sempre più professionisti, ma solo coloro che credono in quello che facciamo.