-->

Integrazione salariale per aziende in cassa integrazione straordinaria

di Redazione

in LAVORO
Tempo di lettura: 1 min

Il recente Decreto Cura Italia, emanato per far fronte all’emergenza Coronavirus, stabilisce delle misure anche a favore delle imprese già in cassa integrazione straordinaria.

Condividi su

Un’azienda che si trova già in cassa integrazione straordinaria è certamente un’azienda in difficoltà ed è con spirito di aiuto che il recente Decreto Cura Italia allarga la possibilità di accedere alla concessione del trattamento ordinario di integrazione salariale.

 

Quanto dura?

La concessione straordinaria del trattamento ordinario non può essere superiore alle 9 settimane, a partire dal 23 febbraio e comunque non oltre il mese di agosto 2020.

Vale precisare che la concessione del trattamento ordinario andrebbe a sostituire e sospendere il trattamento straordinario già in corso. Non solo, la sospensione è una condizione essenziale per la richiesta della concessione contenuta nel Decreto Cura Italia.

 

I limiti della concessione

Il Decreto del 23 febbraio 2020 impone un tetto di concessione che non può essere superiore, complessivamente, ai 338,2 milioni di euro. Il monitoraggio del tetto è compito dell’INPS che provvederà a non prendere in considerazione ulteriori domande qualora, anche in fase prospettica, sia stato raggiunto il limite.

 

A quale professionista rivolgersi?

Per capire meglio i dettagli dell’articolo 20 del Decreto Cura Italia ti consigliamo di rivolgerti ad un professionista di area economica (Commercialisti, Consulenti Aziendali, Tributaristi ma anche Consulenti del Lavoro) presente tra quelli iscritti alla piattaforma gratuita Know How. Per farlo, ed inviare le tue domande di chiarimento, puoi scaricare l’app senza alcun costo e inviare tutte le domande che vuoi.

Tag

Covid-19

Condividi

Commenti 0

Sei un Knower? Effettua il login per lasciare un commento!




Scrivi tu il primo commento a questo articolo!

Tieniti aggiornato
iscriviti alla newsletter


Potrebbe interessarti anche...



Oggi parlo di LAVORO