Il Blog di Know How

Soluzioni per imprese e privati
Blog / Fondo di garanzia vittime della strada: che cos’è e quando si prescrive

Fondo di garanzia vittime della strada: che cos’è e quando si prescrive

Fondo di garanzia vittime della strada: che cos’è e quando si prescrive

Purtroppo il tema degli incidenti stradali con morti è diventato molto insistente negli ultimi anni, così come sempre più diffuso è il caso di incidenti commessi da veicoli e mezzi privi di copertura assicurativa. Per questo il Fondo vittime della strada assume un’importanza notevole.



Che cos’è il Fondo di Garanzia Vittime delle Strada?

Si tratta di un organismo istituito allo scopo di risarcire, sulla base di determinate regole, le vittime di incidenti stradali, mortali e non, commessi da mezzi privi di copertura assicurativa. Una mancanza che, ovviamente, è del tutto illegale. Il Fondo è stato istituito con apposita legge nel 1969 ed è amministrato dalla CONSAP con la vigilanza del Ministero dello Sviluppo Economico.

Quali sono i sinistri su cui interviene il Fondo?

Secondo la normativa in vigore, attualmente sono 4 le ipotesi di intervento del Fondo:

  1. Nel caso di incidenti commessi da veicoli o natanti non identificati a danno esclusivo delle persone. Se i danni alla persona sono particolarmente gravi, allora il Fondo interviene anche sulle cose, ma con una franchigia di 500 euro;
  2. Nel caso di incidenti commessi da veicoli o natanti non assicurati a danno sia delle persone che delle cose ma, in quest’ultimo caso, con franchigia da 500 euro;
  3. Nel caso di incidenti commessi da veicoli o natanti assicurati con imprese poste in liquidazione coatta amministrativa;
  4. Nel caso di veicoli posti in circolazione senza l’autorizzazione del proprietario, per danni commessi sia a persone che cose.

Che succede se si tratta di un veicolo estero?

Resta valido l’accesso al Fondo. Infatti questo interviene anche nel caso di incidenti causati da veicoli esteri con targa non corrispondente o non più corrispondente. Il risarcimento è sia per i danni alle persone che alle cose.

Quali sono i massimali previsti dal Fondo?

I massimali sono stabiliti da precisa legge dello Stato e vengono aggiornati periodicamente. L’ultimo aggiornamento, che risale al 2017, prevede un massimale di 6.070.000 per danni alle persone e 1.200.000 per danni alle cose.

Perché mi è stato negato l’accesso al Fondo?

Probabilmente perché rientra in uno dei due casi in cui il Fondo non può intervenire per legge, ovvero:

  1. Quando i danni sono causati da un veicolo non soggetto ad assicurazione;
  2. Quando i danni sono causati da animali.

Entro quanto tempo devo fare richiesta al Fondo?

La durata di accesso al Fondo, o per dirla in maniera più corretta i tempi di prescrizione per l’accesso al Fondo, dipendono dalla gravita del danno:

  1. Se l’incidente ha causato la morte di persone, allora la prescrizione avviene in 10 anni;
  2. Se l’incidente ha causato solo danni, la prescrizione avviene in 2 anni.

Hai altro da chiedere?

Se desideri altre informazioni o un chiarimento sull'argomento di questo articolo, clicca su FAI LA TUA DOMANDA per inviare un tuo quesito. Non è richiesta alcuna registrazione. Riceverai la tua risposta, personalizzata, direttamente nella casella di posta.





L'autore
  • redazione-know-how-2-2021-06-04_11-27-58-foto-profilo-know-how.jpg

    Know How è un progetto di innovazione della consulenza, a favore di imprese e cittadini, che coinvolge professionisti dell’area legale ed economica. Il progetto è nato dalla mente del suo fondatore, Vincenzo Ciulla, e della sua società di consulenza: Korion.
    Il nostro motto è diventato: 100% esitate, perché questa è la percentuale reale delle domande che oggi ricevono una risposta, anche se preferiamo parlare di soluzioni. La sfida per il futuro è ingrandire la community, generare più interazione, fare più informazione e coinvolgere sempre più professionisti, ma solo coloro che credono in quello che facciamo.