Il Blog di Know How

Soluzioni per imprese e privati
Blog / Contributo di 1000 euro a fondo perduto per le PMI

Contributo di 1000 euro a fondo perduto per le PMI

Contributo di 1000 euro a fondo perduto per le PMI

La Camera di Commercio di Chieti e Pescara ha emesso, per contrastare le difficoltà finanziarie dovute all’emergenza sanitaria da COVID-19, un bando per la concessione di contributi a fondo perduto rivolto alle MPMI (micro, piccole e medie imprese).



Il bando, che erogherà un contributo complessivo pari a  1.000.000 di euro, si inserisce nell’ambito delle iniziative a favore delle imprese promosse dal sistema camerale nazionale e in attuazione dell’art. 125 del Decreto “Cura Italia” che permette alle Camere di Commercio di intervenire a favore dell’accesso al credito delle MPMI.

Caratteristiche e requisiti principali

Il contributo dedicato alle MPMI verte all’abbattimento del tasso di interesse (TAEG) sui finanziamenti concessi da banche o altri intermediari finanziari per fronteggiare l’emergenza Covid-19.

I fondi saranno erogati in unica soluzione, per contratti stipulati a partire dal 23 febbraio 2020, e calcolati nelle seguenti misure:

  • Nella misura del 100% della quota interessi, dei costi bancari e dei costi di garanzia (TAEG) relativi a finanziamenti fino a  € 25.000,00;
  • Nella misura del 70% della quota interessi, dei costi bancari e dei costi di garanzia (TAEG) relativi a finanziamenti da  € 25.000,00 fino a da  € 100.000,00.

E, in ogni caso, fino a un massimo di € 3.000,00.

I requisiti necessari richiesti alle imprese per essere ammesse al bando sono i seguenti:

  • Che siano MPMI nella circoscrizione territoriale della Camera di Commercio Chieti Pescara;
  • Che siano iscritte al registro delle imprese e siano in regola con il pagamento del diritto annuale camerale
  • Che siano attive al momento della presentazione della richiesta di contributo;
  • Che non siano sottoposte a liquidazione e/o procedure concorsuali quale fallimento, amministrazione controllata, amministrazione straordinaria, concordato preventivo, liquidazione coatta amministrativa, scioglimento volontario, piano di ristrutturazione dei debiti;
  • Che non abbiano pendenze in corso con la Camera di  Commercio Chieti Pescara.

Sono escluse dai benefici del Bando le imprese operanti nei settori:

  • Fabbricazione lavorazione o distribuzione del tabacco
  • Attività che implichino l’utilizzo di animali vivi a fini scientifici e sperimentali;
  • Pornografia, gioco d’azzardo,ricerca sulla clonazione umana;
  • Fabbricazione di armamenti;
  • Attività di puro sviluppo immobiliare;
  • Attività di natura puramente finanziaria.

Spese ammesse e modalità di invio della domanda?

Sono ammissibili come spese i costi e gli interessi di finanziamenti relativi all’emergenza Covid-19 aventi le seguenti caratteristiche:

  • Decorrenza successiva al 23 febbraio 2020;
  • Importo non superiore ad € 100.000,00;
  • Causale del finanziamento: esigenza di liquidità conseguente all’emergenza Covid19

Le domande per la richiesta del contributo dovranno essere presentate da remoto attraverso il Servizio Sportello Telematico Agef e sottoscritte digitalmente dal legale rappresentante, complete degli allegati richiesti.

Istruttoria delle domande ed erogazione del contributo

Le domande saranno istruite dalla Camera a sportello in ordine cronologico di presentazione e prese in considerazione solo se in possesso di tutti requisiti richiesti.

Il contributo a fondo perduto sarà erogato in un’unica soluzione, entro 15 giorni dalla pubblicazione della graduatoria delle imprese aventi diritto sul sito camerale.

La camera di commercio Chieti Pescara si riserva la possibilità di far decadere il diritto all’agevolazione in caso di

  • Dati, notizie, dichiarazioni inesatte, mendaci o reticenti fornite al momento della domanda;
  • Esito negativo delle verifiche effettuate ai sensi della normativa antimafia;
  • Cessazione dell’attività beneficiaria.

Nei suddetti casi, l’impresa sarà soggetta alla restituzione dell’intera somma percepita.

Hai altro da chiedere?

Se desideri altre informazioni o un chiarimento sull'argomento di questo articolo, clicca su FAI LA TUA DOMANDA per inviare un tuo quesito. Non è richiesta alcuna registrazione. Riceverai la tua risposta, personalizzata, direttamente nella casella di posta.





L'autore
  • redazione-know-how-2-2021-06-04_11-27-58-foto-profilo-know-how.jpg

    Know How è un progetto di innovazione della consulenza, a favore di imprese e cittadini, che coinvolge professionisti dell’area legale ed economica. Il progetto è nato dalla mente del suo fondatore, Vincenzo Ciulla, e della sua società di consulenza: Korion.
    Il nostro motto è diventato: 100% esitate, perché questa è la percentuale reale delle domande che oggi ricevono una risposta, anche se preferiamo parlare di soluzioni. La sfida per il futuro è ingrandire la community, generare più interazione, fare più informazione e coinvolgere sempre più professionisti, ma solo coloro che credono in quello che facciamo.