Il Blog di Know How

Soluzioni per imprese e privati
Blog / Contributi a fondo perduto per lo sviluppo di soluzioni e-commerce

Contributi a fondo perduto per lo sviluppo di soluzioni e-commerce

Contributi a fondo perduto per lo sviluppo di soluzioni e-commerce

Le numerose richieste ricevute per accede ai fondi per l’internazionalizzazione delle imprese italiane mediante l’apertura di canali e-commerce dedicati all’estero, ha spinto SIMEST a riaprire il bando per accedere ai fondi.



In cosa consiste l’agevolazione del fondo SIMEST?

L’agevolazione SIMEST consiste in una parte di contributo a fondo perduto e in una parte in finanziamento agevolato, secondo i tassi fissati dall’UE. La parte a fondo perduto può coprire al massimo il 40% o il 50% della spesa totale. Va precisato, inoltre, che sul finanziamento vi è l’esenzione per quanto riguarda la presentazione delle garanzie. Quest’ultimo caso è possibile solo se la domanda viene presentata entro il 30 giugno.

Bisogna rispettare il De Minimis?

Il fondo perduto può essere concesso sempre con l’osservanza dei massimali fissati dal Temporary Framework.

Da quando si potrà presentare domanda?

Dopo lo stop alle domande, decretato lo scorso 31 marzo, si riattiva l’accesso al Fondo 394/81 a partire dal prossimo 3 giugno.

Il massimale finanziabile è pari a 450.000 euro. Ricordiamo che per presentare la domanda è necessario possedere almeno due bilanci depositati.

Quali caratteristiche ha il finanziamento?

Il finanziamento agevolato, può essere chiesto per coprire la parte restante non coperta dal fondo perduto, quindi per una percentuale che può essere del 60% oppure del 50%. Il finanziamento sarà restituito con rate semestrali posticipate a capitale costante. La durata delle rate è di 4 anni con un preammortamento di un anno.

Quali sono le spese agevolabili?

Fondamentalmente tutte le spese, visto che le voci che è possibile coprire sono quelle relative alla creazione e allo sviluppo della piattaforma e-commerce dedicata, ma anche per le spese di gestione e manutenzione e per il marketing e la pubblicità.

Hai altro da chiedere?

Se desideri altre informazioni o un chiarimento sull'argomento di questo articolo, clicca su FAI LA TUA DOMANDA per inviare un tuo quesito. Non è richiesta alcuna registrazione. Riceverai la tua risposta, personalizzata, direttamente nella casella di posta.





L'autore
  • redazione-know-how-2-2021-06-04_11-27-58-foto-profilo-know-how.jpg

    Know How è un progetto di innovazione della consulenza, a favore di imprese e cittadini, che coinvolge professionisti dell’area legale ed economica. Il progetto è nato dalla mente del suo fondatore, Vincenzo Ciulla, e della sua società di consulenza: Korion.
    Il nostro motto è diventato: 100% esitate, perché questa è la percentuale reale delle domande che oggi ricevono una risposta, anche se preferiamo parlare di soluzioni. La sfida per il futuro è ingrandire la community, generare più interazione, fare più informazione e coinvolgere sempre più professionisti, ma solo coloro che credono in quello che facciamo.