Il Blog di Know How

Soluzioni per imprese e privati
Blog / Contributi a fondo perduto per il rilancio

Contributi a fondo perduto per il rilancio

Contributi a fondo perduto per il rilancio

Il DL “Rilancio” introduce la possibilità di accedere ad un contributo a fondo perduto non inferiore a 1.000 euro per le persone fisiche e 2.000 euro per i soggetti diversi dalle persone fisiche.



Il DL “Rilancio” introduce la possibilità di accedere ad un contributo a fondo perduto a favore di:

  • Soggetti esercenti attività d’impresa;
  • Soggetti esercenti attività di lavoro autonomo;
  • Soggetti esercenti attività di reddito agrario.

Sono esclusi:

  • Soggetti la cui attività risulti cessata alla data del 31 marzo 2020;
  • Enti pubblici di cui all’articolo 74 del TUIR;
  • Intermediari finanziari e società di partecipazione di cui all’articolo 162-bis del TUIR;
  • Professionisti iscritti alla gestione separata INPS e lavoratori dello Spettacolo che hanno goduto del “bonus 600 euro”;
  • Soggetti iscritti a casse previdenziali private (Commercialisti, Avvocati, ecc.).

Commercianti ed Artigiani essendo, di fatto, l'unica categoria a poter cumulare il "bonus 600 euro" (marzo e aprile) con il contributo a fondo perduto, non potranno richiedere il l'indennità mensile per il mese di maggio.

Per avere diritto al contributo è necessario verificare le seguenti condizioni:

  • Ricavi o compensi non superiori a 5 milioni di euro nel periodo d’imposta 2019;
  • Ammontare del fatturato del mese di aprile 2020 inferiore ai 2/3 dell’ammontare del fatturato e dei corrispettivi del mese di aprile 2019.

Il contributo spetta in ogni caso nella misura minima:

  • Ai soggetti che hanno iniziato l’attività a partire dal 1° gennaio 2019;
  • Ai soggetti che hanno il domicilio fiscale o sede operativa nelle “zone rosse” chiuse prima del lockdown.

L’ammontare del contributo a fondo perduto viene determinato applicando una percentuale alla differenza tra l’ammontare del fatturato e dei corrispettivi del mese di aprile 2020 e l’ammontare del fatturato e dei corrispettivi del mese di aprile 2019, pari al:

  • 20% per i soggetti con ricavi non superiori a 400.000 euro nel periodo d’imposta 2019;
  • 15% per i soggetti con ricavi superiori a 400.000 euro e fino a 1 milione di euro nel periodo d’imposta 2019;
  • 10% per i soggetti con ricavi superiori a 1 milione di euro e fino a 5 milioni di euro nel periodo d’imposta 2019.

L'importo riconosciuto non potrà essere inferiore a 1.000 euro per le persone fisiche e 2.000 euro per i soggetti diversi dalle persone fisiche.

Laddove il contributo sia in tutto o in parte non spettante l’Agenzia delle Entrate potrà procedere con accusa di truffa ai danni dello Stato recuperando il contributo ottenuto con applicazione delle sanzioni dal 100% al 200% del contributo inizialmente concesso.

I soggetti interessati dovranno presentare, esclusivamente in via telematica tramite intermediario abilitato un'apposita istanza all'Agenzia delle entrate con l’indicazione della sussistenza dei requisiti, entro 60 giorni dalla data di avvio della procedura telematica per la presentazione della stessa, come verrà definita con un provvedimento del direttore dell’Agenzia delle entrate.

Lo Studio è a disposizione per l'istruttoria e l'invio della pratica telematica.

Hai altro da chiedere?

Se desideri altre informazioni o un chiarimento sull'argomento di questo articolo, clicca su FAI LA TUA DOMANDA per inviare un tuo quesito. Non è richiesta alcuna registrazione. Riceverai la tua risposta, personalizzata, direttamente nella casella di posta.





L'autore
  • LucaDomenicoChiacchiari.jpg

    Luca Domenico Chiacchiari da circa 15 anni è titolare dell'omonimo studio professionale a Pescara in Via Falcone e Borsellino n. 26. Svolge consulenza contabile e tributaria per società, imprenditori e professionisti, consulenza civilistico-fiscale in favore di Enti NO profit, redazione di business plan e controllo dei conti nell'ambito di finanziamenti pubblici regionali e nazionali, revisore contabile nell'ambito dei progetti di Formazione Continua alle PMI, è Delegato del Tribunale per gestione Esecuzioni Immobiliari. Sportivo da sempre, da 15 anni assiste ASD, SSD e CIRCOLI ricreativi e culturali del centro Italia, anche in partenariato con importanti Enti ed organizzazioni nazionali come UISP, CSEN, FILJKAM e FISE.